in

Assoluzione di due miliziani accusati di aver rapito il governatore del Michigan

È un amaro fallimento per la squadra dell’accusa. Due attivisti di estrema destra accusati di cospirazione per rapire il governatore democratico del Michigan, Gretchen Whitmer, sono stati assolti venerdì da una giuria in questo stato del nord degli Stati Uniti, che non ha potuto pronunciarsi sulla colpevolezza degli altri due imputati.

Dopo un mese di processo nella corte federale di Grand Rapids e cinque giorni di deliberazione, i giurati hanno assolto Daniel Harris e Brandon Caserta senza raggiungere un verdetto unanime su Adam Fox e Barry Croft. Il giudice Robert Jonker ha quindi annullato il processo per quest’ultimo.

I quattro uomini facevano parte di un gruppo fortemente contrario alle misure restrittive del governatore per contenere la pandemia di Covid-19, e che voleva scatenare una “guerra civile” negli Stati Uniti, secondo l’accusa per rapire il leader. e condannarla per “tradimento”.

“Wolverine Watcher”

Il loro arresto nell’ottobre 2020 ha illustrato la crescente minaccia delle milizie di destra radicale, che è stata successivamente confermata durante l’attacco al Campidoglio a Washington il 6 gennaio 2021. Diversi membri di gruppi di estrema destra sono stati accusati del loro ruolo nell’attacco a la sede delle Nazioni Unite Congresso degli Stati Uniti.

Tra il resto del gruppo, due attivisti si sono dichiarati colpevoli, uno dei quali è già stato condannato a sei anni di carcere. Altri otto, accusati di complicità, saranno processati dal tribunale statale del Michigan.

Secondo l’accusa, i quattro attivisti hanno accusato il governatore di essere “un tiranno” e avevano contattato un gruppo locale chiamato “Wolverine Watchmen” per addestrarla a rapirla e assicurarla alla giustizia.

Agenti dell’FBI sotto copertura

Avevano deciso di intrappolarla nella sua seconda casa nella regione dei Grandi Laghi, dove avevano esplorato due volte. Avevano scattato una foto di un ponte che volevano far esplodere con esplosivi per ritardare l’arrivo della polizia.

Adam Fox, Daniel Harris, Brandon Caserta e Barry Croft si sono dichiarati non colpevoli. Affermano di aver subito un’imboscata da parte di agenti di polizia e informatori federali sotto copertura che, secondo loro, li hanno esortati a commerciare, addestrarsi e armarsi.

Adam Fox era un “marginale”, senza casa né soldi, che “voleva essere cool”, ha implorato il suo avvocato Christopher Gibbons, assicurando che aveva solo avanzato “idee folli” durante le serate ubriache e fumose. Al contrario, il pubblico ministero Jonathan Roth ha confermato che il gruppo era “focalizzato sull’azione” e sul “desiderio di una seconda guerra civile”.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Nuovi indirizzi, grande fiera ed enorme spogliatoio vuoto: cosa fare a Tolosa questo fine settimana

Apparentemente Jennifer Lopez e Ben Affleck sono di nuovo fidanzati