in

Eliminazione dell’Algeria ai Mondiali in Qatar

sfacciato. Amaro. Drammatico. Queste le dure parole usate emotivamente dall’allenatore del Fennecs Djamel Belmadi nella notte dell’eliminazione della sua squadra da parte del Camerun dopo il gol fatale al 124′ dell’attaccante degli Indomitable Lions Karl-Toko Ekambi durante il secondo prolungamento del match di ritorno giocato martedì marzo 29, 2022 a Blida, Algeria. Guidati da un gol a zero, i Fennec non si scoraggiano.

Ahmed Touba pareggia al 118° nel secondo tempo supplementare. L’Algeria, che aveva vinto l’andata a Douala (1-0), ha creduto nella qualificazione. Ma nel calcio nulla è certo fino al fischio finale. Karl-Toko Ekambi ha segnato il gol fatale due minuti prima della fine. L’arbitro gambiano Bakary Gassama segnala la fine della partita. “Siamo crollati. Abbiamo messo le nostre vite in attesa per questo gioco. Per il nostro Paese, il nostro popolo”, ha lanciato il tecnico algerino, crollando sul prato dello stadio.

“Non so se abbiamo fallito mentalmente. A dieci secondi da un Mondiale, è sicuramente un problema di concentrazione, di lucidità”, ha spiegato, accusando l’arbitro di favorire l’avversario. è che il castello di carte ha letteralmente crollata per questa squadra algerina che sperava di qualificarsi ai Mondiali dopo l’umiliante sconfitta alla Coppa d’Africa, giocata in Camerun nel febbraio 2022. Gli algerini non avevano mai previsto questo scenario catastrofico, gli algerini attoniti, con gli occhi in lacrime e le facce tese.

Allo stadio dove si è svolta la partita, a Blida, una città a circa 50 chilometri a sud-ovest di Algeri, i tifosi inferociti hanno causato notevoli danni dopo le scene di violenza dopo la partita. Sedie sradicate, prato danneggiato, spogliatoi attaccati, i giocatori hanno vissuto l’orrore. Durante questa notte da incubo, l’Algeria è stata sconvolta. Mentre si aspettano di celebrare la qualificazione ai Mondiali, in pochi minuti gli algerini sono immersi nell’umiliazione più grave della loro storia sportiva. Nessuno lo aveva previsto. C’è da dire che i Fennec, pur essendo bravissimi nel gioco, erano abitati dalla vanità e dall’arroganza. Sono stati pompati dai loro leader politici.

Il regime algerino, che ha approfittato delle sue prime due vittorie, quella africana nel 2019 e quella araba nel 2021, ha politicizzato eccessivamente il calcio in Algeria, al punto che il presidente algerino Abdelmajid Tebboune, in una dichiarazione, era troppo sicuro delle sue previsioni. almeno, quelli che girano sui social network. In particolare, aveva programmato non solo di qualificarsi per il mondiale, ma anche per i Fennecs di raggiungere i quarti di finale. Una previsione che molti utenti di Internet hanno ridicolizzato.

aa


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

La Polonia blocca l’introduzione della tassa minima per le multinazionali in Europa

Francesca Antoniotti offesa: questa prova quotidiana la subisce a causa del suo peso