in

Il boss del casinò vuole raddoppiare il suo stipendio fisso

Il boss del casinò vuole raddoppiare il suo stipendio fisso
Il boss del casinò vuole raddoppiare il suo stipendio fisso

Jean-Charles Naouri, CEO del gruppo Casino, nel febbraio 2013.

Il boss del Casinò Jean-Charles Naouri vorrebbe proteggere il suo potere d’acquisto dall’inflazione? All’assemblea generale del gruppo che si terrà il prossimo 10 maggio, il 73enne socio manager chiederà agli azionisti di prolungare il suo mandato raddoppiando il suo stipendio fisso lordo. “Il compenso fisso del Presidente e Amministratore Delegato sarà portato a 825.000 euro lordi”si legge nel documento di registrazione presentato all’Autorité des marchés financiers il 31 marzo.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Jean-Charles Naouri, CEO di Casino: “L’ipermercato è una formula in contrazione”

Con spiegazione: per un importo lordo di 700.000 euro “alla sua nomina nel 2005”, il suo compenso fisso era stato “ridotto nel 2013 a 480.000 euro lordi per volontà del presidente e amministratore delegato”, in modo che i suoi emolumenti possano eguagliare i suoi successi. Nient’altro che un semplice mettersi al passo, secondo il documento, ovvero l’essere “Commissione fissa iniziale indicizzata all’inflazione dal 2013”.

“Lo sgomento più totale”

Ma nell’attuale contesto in cui il potere d’acquisto delle famiglie è teso, è bastato a far saltare i sindacati. “È il disordine più totale, mentre gli aumenti salariali appena negoziati per tutti i dipendenti del gruppo vanno dal 2,8% a un massimo del 3%, protesta Ali Eloued, manager CGT del Casino Group. Come coinvolgere ed entusiasmare i dipendenti per queste condizioni? † Gli opuscoli sindacali che vuole distribuire nei negozi sono già pronti. Con vignetta e illustrazioni di noccioline, il documento si conclude con la richiesta di riaprire le trattative salariali “per compensare l’aumento del prezzo del 3,6% dall’inizio di gennaio 2022”.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Casinò: Jean-Charles Naouri ottiene tre anni di grazia

All’interno del gruppo comprendiamo la discrepanza e il simbolismo, ma chiariamo che dobbiamo confrontare ciò che è simile. “In termini di prassi di mercato, va considerata l’importanza delle responsabilità e del ruolo e delle competenze del Presidente e Amministratore Delegato in un settore di attività in profondo cambiamento e in un contesto sempre più complesso con forti sfide strategiche di trasformazione”, dice un portavoce. Inoltre, “il livello della retribuzione fissa era anormalmente basso rispetto alle prassi di mercato per le aziende e per livelli di responsabilità comparabili”.

Il compenso totale del boss del Casinò è, ovviamente, ben diverso da quello della sua controparte Carrefour, Alexandre Bompard

Integrato con una parte variabile “soggetto a specifici obiettivi finanziari” dopo averlo portato sotto i 100.000 euro nel 2021 visti gli scarsi risultati, il compenso totale del boss del Casinò è sicuramente lontano da quello della sua controparte Carrefour. Nel 2020 Alexandre Bompard ha ricevuto 7,2 milioni di euro, di cui 1,5 milioni di euro di remunerazione fissa e 2,475 milioni di euro di remunerazione variabile. “il capo la cui quota in” [rémunération] variabile era il più alto di tutti i leader SBF 120.

Tuttavia, c’è poca tensione sull’adozione di queste nuove disposizioni alla prossima assemblea generale: Naouri è l’azionista di maggioranza di Casino attraverso la holding Rallye, che ne possiede il 51%.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Di fronte agli shock dell’Ucraina e dell’inflazione, Londra sta rivalutando le sue priorità energetiche

Di fronte agli shock dell’Ucraina e dell’inflazione, Londra sta rivalutando le sue priorità energetiche

Christensen al Barca?  Lui risponde !

Christensen al Barca? Lui risponde !