in

Il massacro di Kramatorsk suscita indignazione internazionale

Corpi coperti dopo un attacco missilistico alla stazione ferroviaria di Kramatorsk nell'Ucraina orientale che ha ucciso almeno 52 persone, tra cui cinque bambini, venerdì 8 aprile 2022.

Venerdì 8 aprile in Ucraina è stato commesso un nuovo omicidio di massa di civili. Un attacco missilistico ha colpito la stazione ferroviaria di Kramatorsk nel Donbass mentre diverse migliaia di ucraini si sono precipitati a fuggire dalla guerra. L’attacco è arrivato quando la Russia ha intensificato la sua pressione su questa regione dell’Ucraina orientale. Le autorità ucraine hanno registrato almeno 52 morti venerdì sera, tra cui cinque bambini. Questa valutazione potrebbe aumentare poiché quasi un centinaio di persone sono rimaste ferite.

L’attacco è avvenuto alle 10:30 anche se le evacuazioni dei treni sono riprese dopo una pausa legata alla distruzione di parte della linea ferroviaria. Fu subito attribuito alla Russia, in particolare per l’iscrizione in russo su un missile ivi rinvenuto, “per i nostri figli”una manifestazione ricorrente dei separatisti filo-russi nel Donbass dall’inizio della guerra nella regione nel 2014.

Secondo un agente di polizia presente alla stazione di Kramatorsk, si trattava di un missile Tochka-U, ovvero un “ bomba a grappolo”† Secondo l’Agence France-Presse (AFP), che ha condotto osservazioni sul posto, le vittime sono state effettivamente falciate in almeno quattro punti della stazione, compresi il marciapiede principale e il piazzale antistante. “I russi hanno effettuato due attacchi missilistici e utilizzato munizioni a grappolo Da parte sua, ha assicurato il ministero della Difesa ucraino.

L’uso di queste armi è stato proibito in linea di principio da un trattato internazionale dal 2008. Ma né la Russia, né l’Ucraina, né gli Stati Uniti sono firmatari. Non è la prima volta che Mosca viene accusata di utilizzare questo tipo di arma. Il 28 marzo, il procuratore generale ucraino ha dichiarato di averlo fatto “prove dell’uso di bombe a grappolo nella regione di Odessa e nella regione di Kherson”, aggiungendo che erano in corso studi per certificarlo.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti “Nella mia valigia ho ammucchiato le nostre quattro vite e, incuneate tra i calzini, le anime amate di chi è rimasto in Ucraina, all’inferno”

negazione di Mosca

Come per qualsiasi accusa di abuso, Mosca venerdì ha negato qualsiasi coinvolgimento nel massacro di Kramatorsk. Accusato il ministero della Difesa russo “il regime di Kiev” avere ” orchestrato » sculacciandola per “impedire la partenza della popolazione per poterla utilizzare come scudo umano”† Tuttavia, questa smentita arriva dopo che Mosca ha annunciato oggi di aver distrutto con missili ad alta precisione “armamento” alle stazioni di Pokrovsk, Sloviansk e Barvinkove, città vicino a Kramatorsk.

Il massacro di Kramatorsk ha suscitato indignazione internazionale, così come gli altri abusi scoperti nei luoghi da cui l’esercito russo si stava ritirando intorno a Kiev. La presidente della Commissione europea Ursula von de Leyen, in visita in Ucraina, ha definito l’attacco a “spregevole”† Il capo della diplomazia dell’Unione Europea, Josep Borrell, che lo accompagnava, ha condannato a “attacco cieco”.

Hai ancora il 51,87% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Apparentemente Jennifer Lopez e Ben Affleck sono di nuovo fidanzati

Il “piccolo principe”: scoperta di un video della cantante 52 anni dopo