in

La Germania teme l’importazione del conflitto ucraino nel suo territorio

Per contrastare ciò, le manifestazioni sono organizzate sotto forma di una colonna “contro la russofobia” che mostra le bandiere russe nel paese, che ospita la più grande diaspora dell’Unione europea, provocando polemiche per la loro mancanza di distanza. aggressione.

Nuove sfilate di questo tipo sono previste per domenica, soprattutto a Francoforte e Hannover.

L’organizzatore di un convoglio diretto a Berlino domenica scorsa che ha riunito 400 veicoli, Christian Freier, 40 anni, da allora ha ricevuto centinaia di minacce di morte ogni giorno e immagini terribili di corpi sbranati o bruciati.

Il sito web del suo garage è stato violato e le sue visualizzazioni online sono crollate: “la mia vita è un inferno”, si lamenta questo russo-tedesco.

Pochi messaggi politici sono stati sventolati nel corteo che ha scioccato la classe politica tedesca il giorno in cui le atrocità di Boutcha sono venute alla luce.

Tuttavia, una donna è stata arrestata per aver esibito la lettera “Z”, simbolo di sostegno all’esercito russo e ora bandita a Berlino.

“Il mio scopo era solo quello di protestare contro gli attacchi quotidiani contro i russi in Germania”assicura il sig. Freier, sostenendo che la sua manifestazione non ha nulla a che fare con il conflitto di cui non vuole certo parlare.

Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, 383 crimini anti-russi e 181 crimini anti-ucraini sono stati ufficialmente denunciati alla polizia tedesca.

La Germania ospita 1,2 milioni di persone, se stesse o le loro famiglie, dalla Russia e 325.000 dall’Ucraina, oltre all’arrivo di oltre 316.000 rifugiati ucraini il mese scorso.

“Corteggio della vergogna”

“Ogni guerra è riprovevole e nessuna giustificabile”, propone il co-organizzatore della processione berlinese, il 50enne tedesco René Hermann. afferma “non posizionarti in questo conflitto”

Ma lontano dai giornalisti, l’uomo risulta essere un influente blogger con migliaia di abbonati al social network Tiktok. Fino alla recente sospensione del suo account, ha postato molti messaggi tipici della propaganda filo-Cremlino.

Uno di loro lo ha affermato “I prigionieri dicono che Kiev ha ordinato un massacro inscenato per manipolare il pensiero occidentale”

“Le ragioni per partecipare a queste manifestazioni sono molto eterogenee”analizza Jochen Töpfer, sociologo dell’Università Otto-von-Guericke di Magdeburgo e specialista in società russa.

“L’organizzatore ha parlato di una manifestazione contro la discriminazione in Germania. Inoltre parteciperanno sicuramente i fan di Putin, o persone a cui non piace Putin ma non vogliono che il loro Paese venga screditato nonostante la guerra”.ha detto all’AFP.

La parata di Berlino ha scatenato un’ondata di indignazione nazionale: ne parla il quotidiano Bild “processioni della vergogna”

“Per l’amor di Dio, come puoi permettere questa colonna di vergogna attraverso Berlino?”si è offeso quando si è rivolto al sindaco di Berlino, Franziska Giffey, all’ambasciatore ucraino in Germania Andrij Melnyk.

lei gli rispose “capire” la sua rabbia, ma ha indicato che non poteva vietare una dimostrazione in cui “Bandiere russe”

russi “occidentali”.

autorità di sicurezza “Tieni d’occhio fino a che punto i cittadini russi, ma anche ucraini sono a rischio in Germania”ha detto il ministro dell’Interno tedesco Nancy Faeser.

Aggiungere: “dobbiamo stare molto attenti che questa guerra non venga importata nella nostra società”.

Un’ipotesi messa in discussione dal ricercatore Tobias Rupprecht della Libera Università di Berlino: “La maggior parte dei russi qui ha una visione molto più critica del conflitto, sono generalmente molto più occidentali dei russi in Russia”.

Comunque, “più durerà la guerra, maggiore è il rischio che in Germania vengano commessi un numero maggiore di crimini in questo contesto”teme il signor Topfer.

Anche le organizzazioni russe hanno condannato le parate.

“Non tollereremo che i pochi casi di discriminazione vengano usati come copertura per eventi di propaganda pro-Putin”ha avvertito il gruppo di interesse dei tedeschi di Russia in Assia (IDRH).

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

cinque musei inaspettati da scoprire nella capitale austriaca

Attenzione al pericolo, non consumate questi prodotti, sono torte al cioccolato