in

Rennes consolida il suo posto sul podio, Aguerd passante

Abusato all’inizio e alla fine della gara, però, il Rennes è riuscito a ottenere un prezioso successo a Reims (3-2) che gli ha permesso di conquistare il secondo posto in L1 nella 31a giornata di sabato. Nayef Aguerd ha fornito un assist.

I bretoni credevano di essere scappati dopo una doppietta di Benjamin Bourigeaud (39°, 43°) e un’altra prestazione di Martin Terrier (60°), ma tremavano dopo le reti di Maxime Busi (60°) e Jens Cadjus (80°).

Lo Stade Rennes, che ha collezionato un’impressionante serie di sei vittorie, un pareggio e 24 gol nelle ultime sette partite, ha consolidato il suo posto sul podio e si sta affermando sempre più come la squadra in forma per la fine della stagione.

Con 56 punti sul cronometro, i bretoni sono ancora una volta davanti al Marsiglia, che domenica ospiterà il Montpellier, per differenza reti. Stanno anche mettendo pressione su Strasburgo (4°, 51 punti) e Nizza (5°, 51 punti), che domenica affronteranno difficili incontri con Lione e Lens.

Reims (13°, 36 punti), che è stato un match serrato, potrebbe rimpiangere la sua mancanza di efficienza e non ha ancora curato la manutenzione anche se è sulla strada giusta.

De Champenois ha fatto un ottimo inizio difensivo contro i febbrili bretoni. Così, dopo un pallone perso da Baptiste Santamaria, Valon Berisha era solo in ingresso in superficie, ma non inquadrava il suo tiro (3°).

In seguito, è stato Warmed Omari a lasciare che Marshall Munetsi rubasse la palla, che si è infiltrato in area e ha incontrato Dogan Alemdar (4°).

Nathanaël Mbuku ha poi perso la partita contro il portiere bretone (25esimo). E pochi istanti dopo, Omari ha evitato un cross di Ghislain Konan, costringendo Alemdar a fare un’altra parata (26°).

Bourigeaud insostenibile

Stade Rennes alla fine si è svegliato e ha messo fuori combattimento l’avversario in pochi minuti. Dopo un colpo di testa di Nayef Aguerd bloccato da Predrag Rajkovic (34′), Bourigeaud non perde l’occasione per un passaggio di Gaëtan Laborde e colpisce il portiere del Reims con un potente colpo di testa (0-1, 39′).

Poco dopo, il centrocampista raddoppia la scommessa, al termine di una grande azione collettiva ma poco riuscita poiché il suo tiro viene deviato da Wout Faes (0-2, 43°).

Di ritorno dallo spogliatoio, i bretoni hanno continuato a dominare e si sono affrettati ad allargare il divario grazie a Terrier, che ha superato Thomas Foket prima di segnare il suo 18° gol stagionale in L1 (0-3, 58°).

Ma de Champenois ha reagito subito e, grazie a Maxime Busi, è riuscito a ridurre il punteggio di testa (1-3, 60°).

Approfitta poi di due rigori in rapida successione: Moussa Doumbia inciampa su Alemdar (78°) ma Cadjus non trema per riaccendere la tensione (2-3, 81°).

Come all’inizio della partita, il Rennes è stato febbrile sotto la pressione del Reims negli ultimi minuti, ma è riuscito a mantenere l’essenziale, la sua vittoria capitale.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Il progetto Starlink di Elon Musk presentato in Francia per la consultazione pubblica da parte di Arcep

Elden Ring, velo mimetico: come trovare l’oggetto ideale da nascondere durante le invasioni?