in

Serie A: Cinque giocatori che potrebbero decidere lo scudetto mentre Milan, Inter e Napoli lottano ad oltranza.

La corsa al titolo di Serie A è una delle più emozionanti dell’ultimo decennio (puoi seguire tutta l’azione della Serie A su Paramount+). Sono ancora tre le squadre in corsa per la conquista dello scudetto a fine stagione. L’Inter sta cercando di mettere insieme i titoli dopo che i nerazzurri hanno vinto l’edizione dell’anno scorso sotto la guida di Antonio Conte, mentre il Milan sta cercando di riportare lo scudetto dall’altra parte 11 anni dopo il suo ultimo titolo. E poi c’è il Napoli, squadra che non vince dalla stagione 1989/90, quando Diego Armando Maradona era la stella del club. I giocatori d’azzardo vedono una gara estremamente emozionante con Inter a +110, Milan a +200 e Napoli a +225 (opportunità fornite da Casesars Sportsbook). A sette turni dalla fine (otto per l’Inter), vedremo cinque giocatori cruciali che potrebbero decidere lo scudetto per questi tre club.

Rafael Leao, Milan

Cominciamo con Rafael Leao, uno dei migliori giocatori di Serie A della stagione. L’attaccante portoghese ha confermato nel corso dell’anno le sue capacità e le sue potenzialità ed è stato un fattore fondamentale nella maggior parte delle partite vinte dai rossoneri quest’anno. La sensazione è che possa solo migliorare, ma in questa stagione ha già mostrato una crescita enorme. Nell’ultima partita contro il Bologna, Rafael Leao ha condotto la partita con un previsto 0,9 gol su un totale di otto tiri. I suoi 0,9 goal previsti sono i più alti che ha raggiunto quest’anno. È sicuramente un giocatore che si prende le responsabilità, guidando il Milan in questa stagione con 141 tentativi uno contro uno, 57 in più rispetto al secondo miglior giocatore del club, Brahim Diaz.

È la sua capacità di portare la palla che lo distingue davvero. Porta palla a una media di 30,97 metri a partita, il terzo miglior punteggio in Serie A. E spesso si tratta di passaggi contestati. È secondo in campionato, dietro a Luis Muriel (Atalanta), con 0,72 carry ogni 90 minuti che coinvolgono un giocatore, il che significa che il 20,5% dei suoi carry sono contestati dai difensori, il settimo totale più alto della Serie A. Ogni settimana con il Milan, Leao può essere trovato spingersi in avanti con la palla tra i piedi, creando spazio per sé e per gli altri. Giocatori come Zlatan Ibrahimovic possono essere sotto i riflettori quando giocano in prima linea in attacco, ma è la capacità di Leao di far girare la palla che mette Zlatan sotto i riflettori tanto per cominciare.

Lautaro Martinez, Inter

Non sorprende che l’attaccante argentino Lautaro Martinez sia un giocatore chiave per l’Inter e Simone Inzaghi. Quello che sorprende è che Martinez abbia cambiato profondamente il suo gioco. I trasferimenti della scorsa estate lo hanno visto perdere Achraf Hakimi e Romelu Lukaku, i due giocatori che gli hanno fornito più assist, e ora gioca al fianco di Edin Dzeko e sta facendo bene, soprattutto nella prima parte della stagione. Con il nuovo sistema, Martinez ha aumentato il suo xG di 90 da 0,53 a 0,77, anche se il totale dei suoi tiri si è spostato a malapena da 3,81 a 3,94.

È vero che i suoi obiettivi e la sua qualità di gioco sono peggiorati all’inizio del nuovo anno, quando tutta la squadra ha faticato, e nel 2022 è venuto solo dalla tripletta che ha segnato contro la Salernitana in Serie A. In questo senso, Lautaro è lo specchio dell’Inter nel suo insieme. Se recuperano la forma dall’inizio della stagione, possono vincere qualsiasi cosa. Altrimenti guarderanno le ultime settimane dietro le quinte della gara.

Victor Osimhen, Napoli

Quando si tratta di attaccanti, Victor Osimhen del Napoli è uno dei giocatori chiave dell’Italia. Ha già avuto un impatto incredibile in questa stagione, nonostante gli infortuni che lo hanno costretto a rinunciare per diverse settimane a dicembre e gennaio. Osimhen guida il Napoli ed è al nono posto in Serie A con undici gol in questa stagione.Osimhen ha il secondo gol più atteso della squadra con 9,8. Lorenzo Insigne guida il Napoli con 12,7 xG, ma ancora una volta, ciò è dovuto principalmente agli infortuni e alla mancata punizione di Osimhen. Su una base di 90 minuti, lo 0,62 xG di Osimhen guida non solo il Napoli, ma è anche terzo in campionato dietro a Ibrahimovic e Duvan Zapata dell’Atalanta (tra i giocatori che hanno giocato più di 900 minuti).

Il modo in cui Luciano Spalletti lo ha aiutato a migliorare e diventare un giocatore chiave per questa squadra è uno dei segreti per cui il Napoli sta facendo così bene quest’anno e merita di lottare fino alla fine per realizzare il sogno di riportare lo scudetto al Napoli. Osimhen rappresenta il 43,8% del totale dei gol segnati in campo dal Napoli. Questo è un numero sorprendentemente alto. Solo un altro giocatore in Serie A, Mattia Destro del Genoa, supera il 40%. Se il Napoli riuscirà a battere le due rivali per lo scudetto, sarà in gran parte grazie all’attaccante nigeriano diventato superstar.

Mike Maignan, Milan

Il Milan ha lavorato molto duramente la scorsa estate per migliorare la propria rosa e una delle decisioni più sorprendenti è stata quella di lasciare che Gianluigi Donnarumma andasse via da free agent dopo che le trattative per il rinnovo del contratto erano fallite e di ingaggiare Mike Maignan per sostituirlo. Il portiere francese ha subito un solo gol nelle ultime cinque partite e nel complesso è stato uno dei migliori giocatori del campionato fino ad oggi. A 26 anni sarà anche un solido portiere in avanti e i tifosi rossoneri sono assolutamente innamorati di lui. Il Milan è generalmente una squadra difensiva molto forte, ma Magnan aggiunge a questo facendo più della sua quota tra i pali. Ha segnato poco più di tre gol in più di un portiere medio in questa stagione, una cifra che è il terzo migliore in Serie A. In una gara serrata dello Scudetto, Maignan ha messo le dita su qualche tiro in più rispetto alla maggior parte dei portieri, potrebbe essere il differenza tra un titolo e un terzo posto.

Hakah Calhanoglu, Inter

La scorsa estate la finestra di mercato di Serie A è stata ricca di mosse inaspettate. Dopo che l’arresto cardiaco di Christian Eriksen all’Europeo gli ha impedito di giocare per l’Inter, la squadra ha deciso di ingaggiare Hakan Calhanoglu, fuori squadra per non aver raggiunto un accordo con il Milan per prolungare il contratto. Il turco si è subito reso protagonista per Simone Inzaghi. Nonostante alcuni alti e bassi, è stato molto costante e ha segnato gol importanti, compresi i rigori contro Milan e Juventus. Creativamente, Calhanoglu è 3° in Serie A con 63 occasioni create in questa stagione ed è stato coinvolto in 15 gol (7 gol, 8 assist) in Serie A in questa stagione; tra i centrocampisti, solo Sergej Milinkovic-Savic (18) è stato coinvolto in più gol.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

il leader del partito al governo, Kaczynski, denuncia un attacco russo

i dipendenti possono beneficiare di un bonus di 3000 euro, ecco i coinvolti