in

Sospetto di sparatorie nella metropolitana di New York arrestato e accusato di “atto terroristico”

Sospetto di sparatorie nella metropolitana di New York arrestato e accusato di “atto terroristico”
Sospetto di sparatorie nella metropolitana di New York arrestato e accusato di “atto terroristico”

il necessario
Frank James, un afroamericano di 62 anni, era sospettato di essere l’autore della sparatoria nella metropolitana di New York. È stato arrestato mercoledì sera, secondo vari media americani.

L’uomo sospettato di aver sparato nella metropolitana di New York martedì mattina nell’ora di punta, ferendone 23, di cui 10 con proiettili, è stato arrestato mercoledì, secondo quanto riferito da diversi media statunitensi citando fonti della polizia. Sarà perseguito in base a una legge che vieta “gli attacchi terroristici e altre violenze contro (…) i trasporti pubblici”, ha affermato un procuratore federale. “Apparirà alla corte federale di Brooklyn e, se condannato, dovrà affrontare l’ergastolo”, ha detto il pubblico ministero Breon Peace in una conferenza stampa.

Il sospetto, che aveva causato scompiglio in metropolitana il giorno prima, è stato trovato a Manhattan, secondo la televisione NBC. “Continueremo a chiudere la trappola intorno a lui e a fermarlo”, ha promesso il sindaco democratico di New York Eric Adams di essere eletto l’anno scorso a cavallo del tema della lotta alla criminalità.

La polizia ha cercato per più di 24 ore Frank James, un afroamericano di 62 anni, accusato di sparatorie multiple su un treno della linea N alla 36th Street Station a sud di Brooklyn. Mercoledì, i newyorkesi hanno ricevuto un messaggio “urgente” sui loro telefoni chiedendo loro di fornire informazioni utili agli investigatori. Una ricompensa di $ 50.000 era stata messa sul tavolo.

Su Youtube

Mercoledì mattina l’uomo aveva rimosso una pagina YouTube chiamata “prophetoftruth88” (Profeta della verità) per “violazione delle regole della comunità” dal sito. Ha pubblicato diversi video in cui lo vediamo lanciare lunghe diatribe, a volte persistenti e feroci, sollevare questioni razziali, insicurezza a New York, soprattutto in metropolitana, e attaccare i gay, o il nuovo sindaco Eric Adams.

Mentre la caccia all’uomo armato, descritto il giorno prima come “pericoloso” è proseguita, milioni di newyorkesi sono scesi in metropolitana, una delle reti più grandi al mondo, per recarsi al lavoro, pubblicando alcuni selfie sui social network. .per mostrare che la vita stava tornando alla normalità. “Non ti alzi la mattina pensando che non tornerai a casa o ti farai male se ci andrai. È New York, la città non finisce mai”, ha spiegato Sony Washington. Macchinista di 35 anni, pur temendo che il sospetto sia ancora in libertà.

“Dall’11 settembre (2001), sono sempre stata consapevole di ciò che mi circondava. Ma ultimamente ci sono stati più incidenti nel porto, quindi sto prestando più attenzione”, aggiunge Laura Swalm, 49 anni, che vive nello stato vicino del New Jersey. .

33 proiettili sparati

Martedì mattina, intorno alle 8:30 (12:30 GMT), in un momento in cui le metropolitane sono sovraffollate, la persona, indossando una maschera antigas, ha acceso due dispositivi che hanno fumato l’auto e poi ha sparato ai passeggeri all’ingresso del treno la stazione. “Siamo stati davvero fortunati che non fosse molto più grave”, ha detto il capo del NYPD Keechant Sewell, riassumendo il sollievo delle autorità.

Il sospetto ha sparato 33 colpi. “Tutto quello che vedi è fumo nero, e ho girato a destra e ho visto quest’uomo con una maschera”, ha detto alla CNN una delle vittime, Hourari Benkada, dal suo letto d’ospedale. “Lo sparo è durato circa un minuto (…). Non ho mai sentito così tanti colpi di pistola… (…) Probabilmente aveva caricatori tentacolari o qualche altra arma in fiamme”, ha aggiunto l’uomo . . colpire il ginocchio. Sul posto gli inquirenti hanno trovato una pistola e tre caricatori.

L’attacco è arrivato quando New York City ha dovuto affrontare un picco di criminalità dalla pandemia di Covid-19, con il tasso di omicidi che è passato da 319 nel 2019 a 488 nel 2021, sebbene il numero annuale sia stato registrato ben al di sotto di oltre 2.000 all’anno all’inizio degli anni ’90. Anche le sparatorie hanno continuato ad aumentare dall’inizio dell’anno, secondo i dati della polizia da 260 a 296 nel primo trimestre del 2022, alcuni dei quali erano un buon segno, come la morte venerdì di un compleanno di 17 anni. ragazza, uccisa a colpi di arma da fuoco fuori da una scuola superiore nel Bronx.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Nuova avventura”: Nabilla fa un annuncio inaspettato su un progetto che non ci aspettavamo

“Nuova avventura”: Nabilla fa un annuncio inaspettato su un progetto che non ci aspettavamo

Auto a guida autonoma arrestata dalla polizia a San Francisco

Auto a guida autonoma arrestata dalla polizia a San Francisco