in

vi spieghiamo perché l’ipotesi che la Finlandia aderisca alla NATO è vista come un insulto dalla Russia

vi spieghiamo perché l’ipotesi che la Finlandia aderisca alla NATO è vista come un insulto dalla Russia
vi spieghiamo perché l’ipotesi che la Finlandia aderisca alla NATO è vista come un insulto dalla Russia

È un infradito. Preoccupata per la sua sicurezza dall’invasione russa dell’Ucraina, la Finlandia ha annunciato venerdì 15 aprile, attraverso la voce del suo ministro degli Affari europei: Tytti Tuppurainenera “molto probabilmente” che il suo paese presto farà domanda per entrare a far parte della NATO.

Due giorni prima, durante un viaggio nella vicina Svezia, che sta valutando anche la futura adesione, il capo del governo finlandese, Sanna Marin, aveva dichiarato che la decisione sulla candidatura sarebbe stata presa “In poche settimane”dopo un dibattito organizzato in Parlamento.

Un insulto diplomatico e militare alla Russia, che ha sempre rifiutato di vedere alle porte l’alleanza militare delle nazioni del Nord Atlantico per affermarsi contro l’ubiquità occidentale nella regione. Diversi membri del governo russo hanno già avvertito che l’adesione di questi due paesi neutrali alla NATO lo farebbe “Conseguenze militari e nucleari”.

Per la Finlandia, che ha un confine di 1.300 chilometri con la Russia, l’adesione all’alleanza guidata dagli Stati Uniti, composta da 30 uomini, sarebbe un deterrente “significativamente più grande” contro un attacco del suo vicino, il “Libro bianco” svelato qualche giorno fa (link in inglese) su questo particolare argomento.

Se questo rapporto, commissionato dal governo finlandese dopo l’attacco russo all’Ucraina, non include ancora una decisione a favore o contro l’adesione, la guerra in Ucraina costringe il ministro degli Esteri Pekka Haavisto ad aprire questo dibattito sulla NATO.

“La Russia è disposta a correre più rischi di prima, come ha dimostrato questo attacco all’Ucraina. Poi ha mostrato la sua capacità di concentrare più di 100.000 uomini contro un paese”., assicura il ministro finlandese AFP. Quest’ultimo vuole anche anticipare i possibili rischi futuri che il suo Paese corre nei confronti in particolare della Russia “armi nucleari tattiche e chimiche opposte”.

“I finlandesi sembrano aver preso una decisione e c’è già una larga maggioranza a favore dell’adesione alla Nato”ha assicurato il ministro degli Affari europei all’inizio della settimana, Tytti Tuppurainen† Secondo gli ultimi sondaggi nel paese, il sostegno ai membri, che per decenni era oscillato tra il 20% e il 25%, è improvvisamente triplicato dal 70% all’80%. lIl primo ministro finlandese, Sanna Marin, ha quindi potuto annunciare la decisione del suo Paese di aderire alla NATO senza nemmeno tenere un referendum preliminare.

Una netta maggioranza politica sta cominciando a delinearsi anche dalla parte del parlamento finlandese. Dei delegati che hanno già espresso le loro opinioni, 100 su 200 sono favorevoli all’adesione e solo 12 sono contrari, secondo i punteggi di diversi media locali.

La Finlandia ha anche ampliato le consultazioni con quasi tutti i membri della NATO nelle ultime settimane. Come la Svezia, il paese ha ricevuto chiare assicurazioni dal segretario generale dell’organizzazione, Jens Stoltenberg, e dal sostegno di diversi paesi come Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito.

Questi annunci dalla vicina Finlandia hanno fatto saltare il Cremlino. La Russia vede l’Alleanza come una minaccia esistenziale alla propria sicurezza nazionale. In particolare, ha giustificato la sua offensiva in Ucraina con il desiderio di contrastare le ambizioni atlantiche di Kiev e il sostegno politico e militare occidentale all’Ucraina.

Mosca ha quindi preso l’abitudine di minacciare regolarmente Finlandia e Svezia se si uniscono alla NATO. Ma giovedì 14 aprile, gli avvisi sono aumentati. In caso di manifestazione “I confini dell’Alleanza con la Russia sarebbero più che raddoppiati. E questi confini dovranno essere difesi”ha notato l’attuale numero due del Consiglio di sicurezza russo, Dmitry Medvedev, in un messaggio su Telegram.

“Una persona ragionevole (…) non può desiderare che le tensioni aumentino al suo confine e abbia (missili) Iskander, ipersonici e navi con armi nucleari vicino a casa sua”.

Dmitry Medvedev, numero 2 del Consiglio di sicurezza della Russia

su Telegram

“In questo caso, non ci possono essere [mer] Baltico non nucleare”, Ha aggiunto. Ha anche fatto riferimento al dispiegamento di fanteria e sistemi di difesa antiaerea nella Russia nordoccidentale e alle forze navali nel Golfo di Finlandia.

quei paesi “deve comprendere le implicazioni di tale mossa per le nostre relazioni bilaterali e per l’architettura di sicurezza europea nel suo insieme”ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

“Essere un membro della NATO non può rafforzare la loro sicurezza nazionale. Di fatto, Finlandia e Svezia saranno la prima linea della NATO”.

Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Affari esteri russo

in un comunicato stampa

Nel caso in cui la Finlandia entrasse a far parte della NATO, gli Stati Uniti ei loro alleati occidentali avrebbero così l’opportunità di posizionarsi militarmente sul confine russo. “Per un grande stratega come Putin, è ancora uno dei più grandi fallimenti. Se a quell’unità occidentale si aggiunge che l’invasione [de l’Ukraine] risveglia, il rafforzamento della NATO o la risposta dell’Unione Europea come entità, è quasi una carta da tombola di tutto ciò che la Russia non ha voluto”, afferma Charly Salonius-Pasternak, ricercatore presso l’Istituto finlandese per gli affari internazionali, a Edizione (articolo riservato agli abbonati).

La Finlandia ora teme ritorsioni da Mosca, soprattutto durante il periodo di transizione che porta alla sua possibile adesione alla NATO. Helsinki ritiene che ci vorranno dai quattro ai 12 mesi per completare il processo di adesione dopo un accordo e una ratifica unanime da parte della NATO. La Finlandia sarebbe quindi il 31° stato ad aderire all’Alleanza Atlantica, che già comprende Polonia, Estonia, Lituania e Lettonia, al confine con la Russia.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

la star della serie Netflix presenta il suo primo film al Festival di Cannes 2022

la star della serie Netflix presenta il suo primo film al Festival di Cannes 2022

come la Francia è diventata la numero uno in Europa

come la Francia è diventata la numero uno in Europa