in

Benzema salva il Real e batte Chelsea, Villarreal in semifinale…

Capocannoniere ai supplementari, Karim Benzema ha mandato il Real Madrid in semifinale di Champions League (C1) dopo una partita sciatta contro i campioni in carica del Chelsea (5-4 in totale), mentre un altro club spagnolo, il Villarreal, ha sorpreso lo spauracchio del Bayern Monaco in questi quarti di finale (1-0 all’andata, 1-1 al ritorno).

L’immancabile Benzema aveva già realizzato una tripletta all’andata e aveva permesso al Real, spinto al limite dai Blues, di qualificarsi ai quarti di finale con una sconfitta di misura (3-2), distacco insufficiente per il Chelsea, sconfitto ( 3-1) all’andata. La Casa Bianca pensava di essere in semifinale dopo il primo turno? Tutti gli scenari preconcetti sono andati in frantumi allo stadio Santiago-Bernabéu, dove il Chelsea ha condotto un incontro mozzafiato (3-0) vicino alle qualificazioni, prima di essere costretto ai tempi supplementari e passare per Benzema. Il nazionale francese, più che mai contendente al Pallone d’Oro, è uscito di senno al 96′ per salvare il Real Madrid, buttato a casa lungo e che aveva solo strappato i supplementari grazie a un gol del brasiliano Rodrygo, servito attraverso un’apertura luminosa di Luka Modric (80° minuto).

“E’ una cosa pazzesca, siamo contenti della qualificazione”, Eduardo Camavinga, centrocampista francese del Real, si è divertito al microfono di Canal+. “Ci siamo spaventati a vicenda fino alla fine, abbiamo subito gol, ma la cosa più importante è che abbiamo reagito”, ha aggiunto.

È una grande delusione per il Chelsea, che pensava di aver fatto del suo meglio segnando tre gol e perdendo la corona europea alla fine della suspense. In un complicato contesto extrasportivo, con le sanzioni britanniche contro il titolare russo Roman Abramovich che ha messo in vendita il club, la squadra di Thomas Tuchel ha avuto il merito di rifiutare l’eliminazione, ma l’uscita è solo più amara. I Blues hanno dominato ad inizio partita, portandosi subito in vantaggio prima di Mason Mount (15′) e poi di Antonio Rüdiger (51′), marcatore su calcio d’angolo che non avrebbe dovuto essere assegnato. E i Blues hanno anche intravisto per un attimo la qualificazione sul gol di Timo Werner (3-0) che ha ribaltato l’intera difesa del Real trapiantando in cenere prima di chiudere con forza (75′).

Ma il Real non si arrende e l’arrugginito Luka Modric (36′) serve l’arrivo di Rodrygo, che pareggia le due squadre in entrambe le partite (80′). Quindi prolunga e nuovo traguardo per Benzema: il francese, che aveva trovato la traversa (66° minuto), questa volta ha segnato il suo dodicesimo gol in questa C1 con un colpo di testa in tuffo, il settimo in tre partite, sinonimo di qualificazione ai quarti dove Il Real affronterà l’Atlético Madrid, il suo vicino, o il Manchester City, eliminato ieri sera a tarda notte. Abbastanza per permettere alla Casa Bianca di continuare a lottare per la quattordicesima Champions League, record di tutti i tempi, e per far sognare Karim Benzema, a 33 anni, il Pallone d’Oro.

Bayern Monaco abbattuto… in casa! Lo spauracchio bavarese è stato eliminato dall’umile squadra del Villarreal, trionfando (1-0) all’andata e imponente sacrificio di sé al ritorno all’Allianz-Arena per pareggiare (1-1), sinonimo di qualificazione in semifinale, con un gol nel finale di Samuel Chukwueze (88′). Questa è una sanzione finale per il vincitore della Champions League 2020 che è stato troppo irregolare in questa stagione per volere del suo nuovo allenatore Julian Nagelsmann. Un traguardo memorabile invece per il “Yellow Submarine”, club di un piccolo paese spagnolo di 50.000 abitanti, che ancora una volta si invita alla tavola dei grandi del continente, come nel 2006 quando passò anche questa fase della Lega.

“Abbiamo sconvolto l’Europa! “Il francese Étienne Capoue, centrocampista del Villarreal, ha sorriso al microfono di Canal+. “È un sogno ad occhi aperti, devi goderti il ​​momento”, ha aggiunto.

In casa, i giocatori del Monaco hanno girato invano la superficie spagnola (24 tentativi su 4!), nonostante un gol dell’immancabile Robert Lewandowski (52° minuto), il suo tredicesimo in questa stagione in C1. Ma la squadra di Unai Emery non si è discostata dal proprio schema di gioco, difendendo caparbiamente e moltiplicando le banderillas in contropiede fino al colpo di grazia: un attacco di Chukwueze (88° minuto) ad aprire le porte alle semifinali del Villarreal, sia contro il Liverpool che contro Benfica Lisbona, che ieri sera si è affrontato a tarda notte.

Fonte: AFP

Capocannoniere ai supplementari, Karim Benzema ha mandato il Real Madrid in semifinale di Champions League (C1) dopo una partita sciatta contro i campioni in carica del Chelsea (5-4 in totale), mentre un altro club spagnolo, il Villarreal, ha sorpreso lo spauracchio del Bayern Il Monaco in questi quarti di finale (1-0 all’andata, 1-1 al ritorno) ha già realizzato una tripletta a…


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

PUNTO DI MERCATO Le azioni dovrebbero aumentare, la BCE e i risultati a seguire (aggiornato) – 14/04/2022 alle 08:47

Recensione Asus Zenbook 14 Oled: l’ultrabook al suo meglio