in

Boris Johnson a Kiev, Ucraina ancora pronto a negoziare… aggiornamento sulla guerra in Ucraina

Situazione sul campo, reazioni internazionali, sanzioni: il punto sull’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

– L’Ucraina è ancora pronta a negoziare –

L’Ucraina è “sempre pronta” a tenere colloqui con la Russia, che si è bloccata dopo la scoperta di atrocità nelle città ucraine liberate, ha detto sabato Volodymyr Zelensky.

Cosa viene dopo questo annuncio

“Siamo pronti a combattere e allo stesso tempo a cercare vie diplomatiche per porre fine a questa guerra (…)”, ha assicurato il presidente ucraino durante una conferenza stampa con il cancelliere austriaco Karl Nehammer durante una visita a Kiev e Boutcha.

Cosa viene dopo questo annuncio

Leggi anche: Lesia Vasylenko: “Putin ha rubato l’infanzia a milioni di ucraini”

– Stazione di Kramatorsk –

Cosa viene dopo questo annuncio

Cosa viene dopo questo annuncio

Zelensky aveva precedentemente chiesto “una forte risposta globale” dopo il bombardamento mortale della stazione di Kramatorsk (est), dove i civili si erano radunati per fuggire dalla regione temendo un’offensiva russa. L’attacco missilistico ha ucciso 52 persone venerdì, inclusi 5 bambini, secondo un ultimo rapporto delle autorità locali.

Mosca ha negato la responsabilità dell’attacco, dicendo che non aveva il tipo di missile che avrebbe usato prima di denunciare una “provocatoria” ucraina.

Nelle immagini, nelle immagini: Tra le macerie di Kharkov

– 10 miliardi di euro per l’Ucraina –

Una campagna internazionale di raccolta fondi ha raccolto 10,1 miliardi di euro per sostenere l’Ucraina, ha annunciato sabato il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

La campagna Stand Up for Ukraine, organizzata dall’Unione Europea, dal Primo Ministro canadese Justin Trudeau e dall’organizzazione internazionale Global Citizen, mirava a raccogliere fondi per gli sfollati e i rifugiati ucraini.

– Boris Johnson a Kiev –

Sabato, durante una visita a sorpresa a Kiev, il primo ministro britannico ha promesso di fornire all’Ucraina veicoli corazzati e missili antinave. “Quello che Putin ha fatto a Boutcha e Irpin sono crimini di guerra e ha danneggiato in modo permanente la sua reputazione e la rappresentanza del suo governo”, ha lamentato Boris Johnson, il primo leader del G7 a fargli visita, in una conferenza stampa. Ucraina dall’inizio dell’invasione russa.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha invitato i paesi occidentali a seguire l’esempio britannico del sostegno militare all’Ucraina e delle sanzioni contro la Russia.

– Coprifuoco a Odessa –

Odessa, il principale porto ucraino del Mar Nero, è soggetto a coprifuoco da sabato sera a lunedì mattina a causa della “minaccia” di attacchi missilistici, hanno affermato le autorità locali.

– Russia quasi in default –

Sabato l’agenzia di rating finanziario S&P Global Ratings ha declassato il rating dei pagamenti in valuta estera della Russia a “default selettivo”, l’ultimo passo prima del default generale.

– Mosca minaccia Youtube –

La Russia ha promesso ritorsioni sabato dopo che l’account YouTube della camera bassa del parlamento russo è stato chiuso, sollevando la possibilità di un blocco russo della piattaforma video del colosso statunitense Google.

– Collezione Morozov –

Due dipinti della collezione Morozov, tra cui quello di un oligarca russo e un altro di un museo ucraino, in mostra alla Fondazione Vuitton a Parigi da settembre, “rimarranno in Francia”, ha annunciato sabato il ministero della Salute all’Afp.

Il primo dipinto vi resterà “finché il suo proprietario, un oligarca russo, rimarrà soggetto a una misura di congelamento dei beni”, e il secondo “finché la situazione nel Paese non consentirà il suo ritorno sicuro”.

– Più di 4,4 milioni di rifugiati –

Più di 4,4 milioni di rifugiati ucraini sono fuggiti dal loro paese dall’invasione russa del 24 febbraio, secondo i dati dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). L’ONU stima anche il numero di sfollati interni a 7,1 milioni.

– L’Ucraina ha un “futuro europeo” –

“La Russia affonderà nel declino economico, finanziario e tecnologico, mentre l’Ucraina si sta muovendo verso un futuro europeo”, ha detto venerdì Ursula von der Leyen a Kiev.

Prima di allora, il presidente della Commissione europea, accompagnato dal capo della diplomazia europea, Josep Borrell, si era recato a Boutcha, in particolare per vedere le fosse comuni scavate per seppellire le decine di civili che vi morirono.

– Crimini di guerra: discussioni UE/CPI –

L’Unione europea discuterà del suo sostegno alle indagini su possibili crimini di guerra in Ucraina durante gli incontri con il procuratore della Corte penale internazionale (CPI) Karim Khan domenica e lunedì, ha affermato sabato la Commissione europea.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Principe Filippo: Un anno dopo la sua morte, la famiglia reale sceglie una poesia per onorarlo

L’oroscopo di domenica 10 aprile 2022