in

Celtics-Nets e Warriors-Nuggets per ravvivare il 1° round

Los Angeles (AFP) – Boston-Brooklyn con un duello Jayson Tatum-Kevin Durant, Milwaukee-Chicago e l’opposizione Giannis Antetokounmpo-DeMar DeRozan, Philadelphia-Toronto e lo scontro tra camerunesi Joel Embiid-Pascal Siakam, Golden State-Denver animato dallo scontro Stephen Curry-Nikola Jokic, sono le locandine più allettanti del 1° round dei playoff NBA.

CONFERENZA EST

† Miami-Atlanta

Finalisti un po’ inaspettati nel 2020, gli Heat questa volta non si sono nascosti, mostrando un’impressionante potenza collettiva per finire in testa nonostante la ricorrente assenza dei loro migliori giocatori (Jimmy Butler, Bam Adebayo, Kyle Lowry, Tyler Herro…).

Jimmy Butler parla con Tyler Herro durante la partita casalinga dell'NBA dei Miami Heat contro gli Atlanta Hawks l'8 aprile 2022
Jimmy Butler parla con Tyler Herro durante la partita casalinga dell’NBA dei Miami Heat contro gli Atlanta Hawks l’8 aprile 2022 Michael Reaves GETTY IMAGES AMERICA DEL NORD/AFP/Archivi

Combattenti da morire, i floridiani conoscono la formula per andare lontano. E Atlanta, da cui molto, se non troppo, dipende unicamente da Trae Young, non sembra in grado di turbarli.

† Boston-Brooklyn

Prendendo il 2° posto, i Boston Celtics si sono esposti a una raffica di trappole. Con i Nets a lungo decimati e deludenti che vanno molto meglio, Kevin Durant e Kyrie Irving, che sono in grado di vincere le partite da soli, sono finalmente pienamente operativi.

Ma Boston ha un certo sostegno con Jayson Tatum e Jaylen Brown, per molto nello straordinario viaggio della squadra dal 9° posto a Natale.

La capacità di difendersi bene nel tempo sarà determinante e i Celtics sembrano più attrezzati in tal senso. Hanno anche una squadra più equilibrata e completa, meno dipendente dai loro due migliori cannonieri di quanto non faccia Brooklyn dai loro.

† Milwaukee-Chicago

Indossato dal suo MVP 2019 e 2020, Giannis Antetokounmpo, ancora imperiale (29.9 punti, 11.6 rimbalzi, 5.8 assist di media), il campione in carica è il favorito contro i risorgenti Chicago Bulls, forte di DeMar DeRozan, Alex Caruso e Lonzo Ball, ma che non ha mantenuto le promesse dopo un ottimo inizio di campionato.

Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks) tenta un tiro contro Tyler Cook (Chicago Bulls), durante la loro partita NBA, 21 gennaio 2022 in Wisconsin
Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks) tenta un tiro contro Tyler Cook (Chicago Bulls), durante la loro partita NBA, 21 gennaio 2022 in Wisconsin Stacy Revere GETTY IMAGES AMERICA DEL NORD/AFP/Archivi

La fiducia e l’automatismo di una forza lavoro stabilizzata, con Khris Middleton, Jrue Holiday e Brook Lopez che si stanno riprendendo da un infortunio alla schiena, così come l’esperienza di gioco primaverile, sono a favore di Milwaukee.

† Filadelfia – Toronto

Attenzione, serie autunnale per Philadelphia. Guidati da Joel Embiid, autore della sua migliore stagione (capocannoniere con 30.6 punti, 11.7 rimbalzi a partita) e sostenuti da James Harden, i Sixers, anche se non ha mostrato appieno il suo talento, hanno un vantaggio sulla carta .

Ma al contrario Toronto ha chiuso la stagione con il botto e la sua abnegazione difensiva, base del titolo vinto nel 2019, non è più dimostrabile, come Pascal Siakam che darà filo da torcere a Embiid.

Il camerunese Joel Embiid (Philadelphia 76ers), afferrato dai difensori dei Toronto Raptors, durante la loro partita NBA, 7 aprile 2022 in Canada
Il camerunese Joel Embiid (Philadelphia 76ers), afferrato dai difensori dei Toronto Raptors, durante la loro partita NBA, 7 aprile 2022 in Canada MARK BLINCH GETTY IMAGES AMERICA DEL NORD/AFP/Archivio

CONFERENZA OVEST

† Phoenix – New Orleans

Miglior squadra della regular season (64-18, nuovo record di franchigia), Phoenix è la favorita per il ritorno in finale. Battuta da Milwaukee l’anno scorso, la squadra di Monty Williams è migliorata ulteriormente sulla scia di Devin Booker e Chris Paul, senza punti deboli.

Chris Paul (Phoenix Suns) tenta di segnare un canestro per i difensori dei Los Angeles Clippers durante la loro partita NBA l'8 aprile 2021 in California
Chris Paul (Phoenix Suns) tenta di segnare un canestro per i difensori dei Los Angeles Clippers durante la loro partita NBA l’8 aprile 2021 in California Harry Hoe IMMAGINI GETTY AMERICA DEL NORD/AFP/Archivi

Non vediamo come New Orleans, in particolare con CJ McCollum e Brandon Ingram, possa allarmare i Suns per una serie.

† Memphis-Minnesota

Sorpresa Dolphin of the Suns, Memphis dovrà ora prendere il suo status e Ja Morant quello di nuova stella, re della Top 10 con le sue schiacciate sul trampolino. Tuttavia, i Grizzlies non dipendono da lui poiché hanno vinto 16 delle 18 partite che ha saltato per un infortunio al ginocchio.

Ja Morant (Memphis Grizzlies), lottando con Karl-Anthony Towns (Minnesota Timberwolves), durante la loro partita NBA, 5 maggio 2021 a Minneapolis
Ja Morant (Memphis Grizzlies), lottando con Karl-Anthony Towns (Minnesota Timberwolves), durante la loro partita NBA, 5 maggio 2021 a Minneapolis Hannah Foslien IMMAGINI GETTY AMERICA DEL NORD/AFP/Archivio

La chiave sarà l’esperienza e la loro capacità di gestire la pressione. Contro il Minnesota, ai playoff per la seconda volta in 18 anni, il primo parametro sarà a loro favore. Il secondo rimane un’incognita, visto che Wolves non manca di talento, con Karl-Anthony Towns e Anthony Edwards, o grinta con Patrick Beverley.

† Golden State-Denver

La resurrezione dei “fratelli splash” – Stephen Curry, incoronato capocannoniere di tutti i tempi, e Klay Thompson, che si esibiscono dopo due anni e mezzo di gravi infortuni – ben circondati dall’anima della squadra, Draymond Green, e da giovani talenti , potrebbe segnare il ritorno di Golden State in prima linea.

Stephen Curry (Golden State Warrios) cerca di dribblare il serbo Nikola Jokic (Denver Nuggets) durante la loro partita NBA il 12 aprile 2021 a San Francisco
Stephen Curry (Golden State Warrios) cerca di dribblare il serbo Nikola Jokic (Denver Nuggets) durante la loro partita NBA il 12 aprile 2021 a San Francisco EZRA SHAW GETTY IMAGES NORD AMERICA/AFP/Archivio

Una prima grande prova attende i californiani contro l’MVP in carica Nikola Jokic, ancora al top del suo gioco (27.1 punti, 13.8 rimbalzi, 7.9 assist di media), ma un po’ solitario in attacco, in assenza di Jamal Murray.

† Dallas-Utah

Luka Doncic sarà recuperato? La domanda preoccupa i tifosi texani mentre il prodigio sloveno tratta un polpaccio tirato. Senza di lui, le possibilità di Dallas di andare avanti sono scarse.

Il francese Rudy Gobert (Utah Jazz) schiaccia per lo sloveno Luka Doncic (Dallas Mavericks), durante la loro partita NBA, 27 gennaio 2021 nello Utah
Il francese Rudy Gobert (Utah Jazz) schiaccia per lo sloveno Luka Doncic (Dallas Mavericks), durante la loro partita NBA, 27 gennaio 2021 nello Utah Alex Goodlett GETTY IMAGES AMERICA DEL NORD/AFP/Archivio

Spetta allo Utah eventualmente trarne vantaggio, per svoltare finalmente una svolta. Questa campagna sembra essere l’ultima possibilità per Rudy Gobert e Donovan Mitchell di dimostrare che possono realizzare le loro ambizioni.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Compagnia Volotea a Nantes. Piloti, hostess e steward occupano la rotonda dell’aeroporto

Carte Pokémon: gli ultimi booster di espansione sono disponibili a un prezzo rassicurante