in

chi riceverà l’assegno questo mercoledì?

Controllo energetico: chi riceverà l'assegno questo mercoledì?

CONTROLLO ENERGETICO. Molti francesi dovrebbero ricevere il loro assegno energetico oggi, mercoledì 6 aprile! E in particolare gli abitanti di 30 rioni. Quale importo? Per chi ? Ti diciamo tutto.

[Mis à jour le 6 avril 2022 à 14h42] La distribuzione dell’assegno energetico proseguirà mercoledì prossimo, 6 aprile, con 30 reparti coinvolti. Dai un’occhiata alla tua casella di posta se non l’hai già fatto, potrebbe esserci una piccola sorpresa. Sappi che questa settimana è già il secondo pagamento dell’assegno energetico. Questo secondo round di pagamento durerà dal 4 all’8 aprile 2022. Quindi non preoccuparti se non hai ricevuto l’assegno entro mercoledì. Tieni inoltre presente che può esserci un ritardo fino a un mese tra il primo pagamento e l’ultimo. La fine della distribuzione del controllo energetico è prevista per il 29 aprile, Varois e Gardois saranno particolarmente preoccupati Scopri appena sotto il 30 dipartimenti coinvolti nella ricezione del voucher energetico, questo mercoledì 6 aprile 2022

  • Marna
  • maglia
  • Meurthe e Mosella
  • Mosella
  • Territorio di Belfort
  • Vosgi
  • Alto Reno
  • Alta Marna
  • Alba
  • Due Sevres
  • Alta Saona
  • Doppi
  • Giura
  • Saone e Loira
  • Nièvre
  • Yonne
  • Costa d’Oro
  • Alta Savoia
  • ain
  • Savoia
  • sogno
  • Combinare
  • Alta Loira
  • Rodano
  • Ardèche
  • Loira
  • cantale
  • Puy de Dôme
  • Senna e Marna

Ricorda che c’è una sine qua non per la corretta ricezione dell’assegno, il tuo gettito fiscale di riferimento (RFR) non può in nessun caso superare EUR 10.800. L’allocazione dipende anche dalla tua ricchezza e dalla composizione della tua famiglia. Tutte le informazioni e i dettagli relativi al pagamento sono disponibili in questo articolo dedicato. Ricordiamo: l’importo dell’assegno energetico è compreso tra 48 euro e 277 euro.

Quando riceverò il mio assegno energetico nel 2022?

datato dipartimenti

Dal 30 marzo al 1 aprile

Passo di Calais, Nord, Basso Reno, Eure-et-Loir, Somme, Aisne, Oise, Isère, Corsica, Gironda, Ardenne, Guadalupa, Guyana, Riunione, Martinica.

4-8 aprile

Marna, Mosa, Meurthe-et-Moselle, Mosella, Territorio di Belfort, Vosgi, Haut-Rhin, Haute-Marne, Aube, Deux-Sèvres, Haute-Saône, Doubs, Jura, Saône-et-Loire, Nièvre, Yonne, Costa d’Oro, Alta Savoia, Ain, Savoia, Drôme, Allier, Alta Loira, Rodano, Ardèche, Loira, Cantal, Puy-de-Dôme, Seine-et-Marne.

Dall’11 al 14 aprile

Yvelines, Seine-Saint-Denis, Val-de-Marne, Parigi, Essonne, Hauts-de-Seine, Orne, Val-d’Oise, Seine-Maritime, Eure, Loir-et-Cher.

Dal 19 al 22 aprile

Calvados, Manche, Sarthe, Cher, Loiret, Indre, Mayenne, Indre-et-Loire, Maine-et-Loire, Vandea, Loire-Atlantique, Ille-et-Vilaine, Côtes-d’Armor, Finistère, Morbihan, Creuse, Corrèze, Haute-Vienne, Vienne, Charente, Charente-Maritime, Gers.

Dal 25 al 29 aprile

Dordogne, Lot-et-Garonne, Pyrénées-Atlantiques, Landes, Hautes-Pyrénées, Pyrénées Orientales, Haute-Garonne, Ariège, Lot, Aveyron, Tarn-et-Garonne, Tarn, Aude, Hérault, Lozère, Gard, Mayotte, Vaucluse , Bocche del Rodano, Var, Alpi Marittime, Alte Alpi, Alpi dell’Alta Provenza

Il controllo energetico è un dispositivo che aiuta le famiglie più precarie a sostenere i propri costi energetici. La sua sovvenzione dipende dalle risorse del nucleo familiare, che non possono superare un massimale determinato in funzione del numero dei familiari a carico. Non c’è una procedura: il controllo energetico viene inviato automaticamente per posta, di solito in primavera. In un contesto di inflazione galoppante, il governo ha annunciato a dicembre il pagamento di un assegno aggiuntivo di 100 euro. Ciò è accaduto tra il 13 e il 22 dicembre. Nota: l’utilizzo del controllo energetico è limitato al pagamento della bolletta energetica. Ma come procedere una volta arrivato l’assegno? Puoi pagare online inserendo il numero dell’assegno e i riferimenti del contratto sul sito dedicato. Puoi completare la procedura anche per posta, inviando il tuo assegno energetico al tuo fornitore di energia e allegando copia della fattura. Infine, hai la possibilità di consegnarlo tu stesso ad un professionista certificato RGE che ha eseguito lavori di riqualificazione energetica nella tua abitazione.

Il controllo energetico è riservato alle famiglie più modeste. L’allocazione dipende dalle risorse domestiche e dalla composizione del nucleo familiare: tuo gettito fiscale di riferimento viene preso in considerazione. Si prega di notare che deve essere inferiore a 10.800 EUR per unità di consumo (PU). A titolo indicativo: una persona rappresenta una CU. La seconda persona viene contata a 0,5 e ogni persona a 0,3 CU. Per sapere se puoi beneficiare del controllo energetico, devi quindi dividere il tuo reddito fiscale di riferimento per il numero di unità di consumo del tuo nucleo familiare. In concreto, ciò significa che il gettito fiscale di riferimento non può eccedere 10.800 euro per una persona da solo. Sul sito dedicato al sistema di controllo dell’energia, puoi utilizzare un simulatore qui. Basta inserire il tuo codice fiscale. Hai difficoltà a trovarlo? Ricevi la tua ultima dichiarazione dei redditi. Poiché le informazioni delle autorità fiscali vengono inviate direttamente al servizio responsabile del controllo energetico, sai se puoi beneficiare o meno del controllo energetico.

L’importo del controllo energetico dipende dalle risorse e dalla composizione della tua famiglia† Per determinarlo, il governo ha stabilito una scala. Ecco la scala applicabile nel 2021, rivelata dal decreto del 24 febbraio 2021

RFR/UC < 5.600 euro 5.600 euro < RFR / UA < 6.700 euro 6.700 euro < RFR / UA < 7.700 euro 7.700 euro < RFR / UA < 10.800
1 CU 194 euro 146 euro 98 euro 48 euro
1 < UC < 2 240 euro 176 euro 113 euro 63 euro
2 o più CU 277 euro 202 euro 126 euro 76 euro

Come puoi vedere, una sola persona può ottenere un assegno energetico fino a € 194 euro nel 2021† Si noti che il controllo energetico può essere abbinato al supporto Ma Prime Rénov, il dispositivo che sostituisce il credito d’imposta per la transizione energetica (CITE).

Il controllo energetico viene pagato per reparto. L’assegno viene inviato automaticamente tra 30 marzo e il 29 aprile 2022 a seconda di dove vivi.

Per determinare la tua idoneità al sistema di controllo energetico, puoi visitare il sito dedicato al controllo energetico. Non esiste un simulatore nel senso stretto della parola. Ti invitiamo invece a inserire il tuo codice fiscale per determinare la tua idoneità al dispositivo. Inserendo la tua partita IVA, il sito ti avviserà di eventuali dubbi. In caso contrario comparirà il seguente messaggio: “Se ritieni comunque che il tuo nucleo familiare soddisfi le condizioni di reddito e composizione per beneficiare del controllo energetico, oppure sei un operatore riconosciuto di alloggi in mediazione locativa e vuoi verificare se Se un nucleo familiare in subaffitto è idoneo al controllo energetico, puoi comunque proseguire con il test di idoneità”. Verrai quindi invitato a completare un questionario composto da tre domande. Stati Uniti d’AmericaPer ulteriori informazioni, fare riferimento al nostro file speciale:

Sicuramente soddisfi le condizioni del controllo energetico e tuttavia non c’è traccia nella tua posta? In questo caso, si prega di contattare l’assistenza tramite il modulo di contatto sul sito dedicato o telefonicamente. Non dimenticare di portare la tua dichiarazione dei redditi. “Per poter beneficiare del controllo energetico devi aver dichiarato il tuo reddito al fisco (anche se il tuo reddito è basso o nullo)”, ricordiamo nelle Domande frequenti. “Dopo aver regolarizzato la tua situazione, puoi richiedere un controllo energetico. Se invece non hai ancora dichiarato il tuo reddito per l’anno successivo, non puoi più usufruire del beneficio dell’assegno energetico.

Non devi fare niente. Il voucher energetico verrà assegnato in pochissimo tempo automaticamente† In pratica, è l’Agenzia delle Entrate e delle Dogane che trasmette l’elenco dei nuclei familiari idonei all’Ufficio Servizi e Pagamenti (ASP). Quest’ultimo è responsabile della redazione e dell’invio dell’assegno per posta. Le famiglie idonee lo ricevono quindi automaticamente, senza dover compilare un modulo. Quindi non ha senso contattare i servizi responsabili del controllo energetico se non sei idoneo.

Ti verrà chiesto di denunciare lo smarrimento o il furto del tuo voucher energetico. Per fare ciò, hai due opzioni:

  1. Online al seguente indirizzo: https://chequeenergie.gouv.fr/beneficiaire/cheque/declarer-perdu-vole
  2. Contatta l’assistenza per il controllo energetico telefonicamente (leggi sopra) o per posta, indicando i tuoi recapiti, codice fiscale e il numero del tuo controllo energetico.

L’assistenza per il controllo energetico è raggiungibile allo 0 805 204 805 (numero verde), dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00. “Quando è molto occupato, ti consigliamo di chiamare la mattina dalle 8:00 alle 9:00, o alla fine della giornata dalle 17:00”, avvertiamo sul sito di controllo energetico.

Sì ! EDF è uno dei fornitori di energia elettrica che accetta l’assegno energetico per pagare i costi dell’elettricità direttamente online. “Non devi aspettare la prossima bolletta: ora puoi utilizzare il tuo assegno energetico, verrà accreditato direttamente sul tuo conto cliente”, spiega il sito ufficiale di controllo energetico. Inserisci il numero del tuo voucher energetico.

Il controllo energetico può essere inviato da: inviare Dove Rpubblicato in mano pulita al fornitore di energia. In questo caso è necessario allegare copia di un documento con le credenziali del cliente e allegarlo sul retro dell’assegno. Ma puoi anche usarlo direttamente online, sul sito web chequeenergie.gouv.fr.

Si prega di notare che durante l’esecuzione dei lavori, l’assegno può essere utilizzato direttamente per pagare la fattura. D’altra parte, si tenga presente che questo lavoro deve essere svolto da un “Garante riconosciuto per l’ambiente” (RGE) professionista. L’elenco dei professionisti RGE è reperibile sul sito web del servizio informazioni sulla ristrutturazione. Se sei il beneficiario del controllo energetico, sappi che è indicata la data di scadenza. Di solito si verifica in 31 marzo dell’anno solare successivo a quello di emissione.

Se sei idoneo per il controllo energetico e sei un consumatore di gas o elettricità, beneficerai dei seguenti vantaggi associati:

  • Apertura e messa in servizio gratuita di un nuovo contratto in caso di trasloco,
  • Sconto dell’80% sulla fatturazione della corsa di un tecnico in caso di mancato pagamento e interruzione della consegna.

Nel contesto dell’aumento dei prezzi dell’energia, state valutando la possibilità di cambiare fornitore? Consulta subito il nostro dossier:

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Giovedì l’Assemblea generale delle Nazioni Unite vota per sospendere la Russia dal Consiglio per i diritti umani

“Mano di Dio”: la mitica maglia di Maradona dei Mondiali del 1986 sarà presto all’asta