in

“Due esplosioni”, secondo un rapporto ufficiale polacco

La commissione d’inchiesta polacca incaricata di chiarire le cause dell’incidente aereo del 2010 a Smolensk, in Russia, che ha ucciso il presidente Lech Kaczynski, lo ha attribuito a due esplosioni dai dispositivi di bordo.

La vera causa del disastro di Smolensk sono state due esplosioni nell’ultima fase del volodice in particolare la sua relazione. Il Law and Justice Party (PiS) di Jaroslaw Kaczynski, fratello gemello del defunto presidente, sostiene da anni questa affermazione di un’esplosione, esclusa dalla precedente commissione d’inchiesta istituita dal governo liberale di Donald Tusk.

Prima ipotesi di causa meteorologica esclusa

Ciò aveva attribuito la caduta dell’aereo e la morte di 96 persone a bordo il 10 aprile 2010 alle cattive condizioni meteorologiche, nonché agli errori dei piloti polacchi e dei controllori del traffico aereo russi. Il rapporto di oltre 300 pagine pubblicato sulla pagina web della Seconda Commissione di martedì suggerisce che gli esplosivi sono stati introdotti a bordo poco prima durante la ristrutturazione dell’aereo in Russia.

Queste riparazioni, secondo il comitato, sono avvenute negli stabilimenti Aviakor di Samara.allora di proprietà dell’oligarca russo Oleg Deripaska, amico dell’allora primo ministro russo Vladimir Putin“. Usa un linguaggio attento, parlando di “opportunità“per posizionare esplosivi e provocare la deflagrazione”all’ora e nel luogo desiderati grazie a un messaggio radio crittografato

Tracce di esplosivi e false informazioni

Il rapporto afferma che tracce di esplosivo sono state trovate su frammenti dell’aereo e cita la registrazione degli ultimi secondi del volo, che mostra uno shock seguito da esclamazioni dell’equipaggio. Questo suono viene interpretato dalla commissione come la prima esplosione, mentre per gli autori del primo studio si tratta della collisione dell’ordigno con un albero.

Il nuovo rapporto accusa anche i controllori del traffico aereo russi di questoconsapevolefalse informazioni trasmesse ai piloti polacchi. Per identificare i possibili sponsor dell’operazione, il rapporto riporta un “interferenza illegalediretto contro il presidente Kaczynski per le sue politiche che sono in conflitto con gli interessi di Mosca.

La condizione “scalanon è menzionato, come ha fatto domenica Jaroslaw Kaczynski, promettendo di presentare prove e chiedere ai responsabili, “in Polonia, ma soprattutto in Russiaidentificare e punire. Mosca si rifiuta di restituire il relitto, che Varsavia chiede da anni, dicendo che può farlo solo dopo aver completato le proprie indagini.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Netflix aggiunge una funzionalità che ti semplifica la vita

Calcio: questa settimana nella Liga