in

ES Sétif ed Espérance de Tunis si neutralizzano a vicenda (VIDEO)

Entente sportive de Sétif ed Espérance sportive de Tunis si neutralizzarono a vicenda concedendo un pareggio a reti inviolate nell’andata dei quarti di finale della Champions League africana di calcio, giocata venerdì sera sul campo in erba dello stadio il 5 luglio 1962 ad ‘Alger.

Il ritorno dei quarti di finale, che sarà decisivo per entrambe le squadre, si svolgerà venerdì prossimo allo stadio Hamadi Agrebi di Radès a Tunisi.

Il vincitore di questo quarto di finale affronterà il vincitore della doppia resa dei conti tra l’egiziano Al-Ahly e Raja Casablanca.

Quanto a questo venerdì sera, si è trattato di un derby nordafricano in cui una formazione tunisina esperta, vissuta in grandi sfide e capace di ottenere un buon risultato sul suolo algerino, è diventata una doppia vincitrice dell’evento (1988 e 2014), che si evolverà sulla sua terra e per il suo pubblico.

Per i tunisini è stato necessario provare un’opzione in semifinale riportando un risultato positivo dalla trasferta in Algeria per mettere piede nelle semifinali del ritorno.

L’ES Sétif, dal canto suo, sperava di poter contare sul suo pubblico e su ottimi giocatori tra le sue fila come Ryad Benayed, capocannoniere del campionato finora, con 5 successi, e attaccanti esperti come Akram Djahnit e Abdelmoumen Djabou per vincere in casa.

Nel primo tempo i pupilli di coach Radhi Jaidi avevano dominato il dibattito, cogliendo quattro occasioni da rete senza accorgersene.

Nonostante il predominio dei tunisini, gli algerini non si erano rassegnati alla difesa e avevano reagito seriamente alle offensive esperantiste senza riuscire ad ingannare il portiere Moez ben Cherifia, vigile delle sue gabbie.

Il portiere dell’ES Sétif Abdelwaheb Sofiane non è rimasto indietro nel primo tempo, dopo aver salvato la sua squadra da due nette occasioni da rete, la prima alla 10a in uno scontro con Mohamed Ali Ben Romdhane e un secondo attacco in un secondo faccia a faccia con l’Espérance nigeriano, Kingsley Eduwo.

Gli algerini, dal canto loro, sono stati vicini all’apertura delle marcature all’11° tramite l’esterno Abderrahim Deghmoun che non trova il bersaglio e al 34° su un gioco sulla destra, ma la testa di Riad Benayad viene dirottata dal portiere tunisino Ben Cherifia.

Abdelmomen Djabou si era distinto anche su calcio d’angolo al 40′, ma il suo colpo di testa è stato brillantemente deviato dal portiere d’oro e sangue.

Nella ripresa Esperance ha dovuto mostrare i suoi trionfi offensivi e la sua solidità difensiva.

Mohamed Ali Ben Hamouda ha sostituito il nigeriano Kingsley Eduwo in attacco cercando la perdita di efficienza per le gabbie.

In tal modo, l’allenatore del sangue e dell’oro Radhi Jaidi ha lanciato il libico Hamdou El Houni al posto dell’altro nigeriano Anayo Iwuala per sfruttare la vivacità della velocità di esecuzione del libico.

Approfittando di questo nuovo sangue iniettato nel gioco, gli esperantisti hanno avuto due nuove pericolose occasioni al 52esimo e 60esimo senza ingannare il vigile portiere Sétifien Khedhairia.

L’uscita per infortunio del marocchino Sabir Bougrine ha reso il tutto ancora più difficile per la squadra tunisina. Rached Arfaoui è quindi entrato in gioco.

Da parte loro, ES Sétif ha spinto di più per sorprendere l’avversario. Le salite sulla fascia destra di Haouari Ferhani e Ahmed Kandoussi hanno messo a dura prova i tunisini, soprattutto negli ultimi dieci minuti.

Kandoussi e il libico Ibrahim Boudabous, arrivati ​​freschi, hanno mancato di poco l’attacco con due occasioni che avrebbero cambiato la situazione a fine partita.

L’ultima occasione della partita è l’esperanto: Ghaylène Chaalali sfiora la vittoria su un tiro da 23 yard, ma il suo pallone colpito da un difensore viene fermato dall’inconfondibile uomo della partita, il portiere Sétifien Khdhairia.

SL (con CARTA)

Iscriviti a tutti i contenuti del tuo quotidiano Les Inspirations Eco.  leggere


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Biglietti aerei per questa estate: affrettati! Covid-19, guerra in Ucraina… i prezzi saliranno

Tre anni dopo, riprende il festival musicale Coachella della California