in

Gilles Bouleau, ospite del dibattito tra i due turni: a questo ex presidente ha chiesto consiglio

A pochi giorni dal primo dibattito tra i due turni che guiderà con Léa Salamé, Gilles Bouleau ha contattato un ex Presidente della Repubblica che conosce bene l’esercizio.

D-5. Mercoledì 20 aprile Gilles Bouleau avrà il difficile compito di guidare il dibattito tra i due round insieme a Léa Salamé. E l’ospite della 20 ore di TF1 è molto impaziente di interrogare Emmanuel Macron e Marine Le Pen. “È un esercizio meraviglioso che ha qualcosa contro natura senza essere necessariamente frustrante. Un’intervista classica è una partita a scacchi”, descrive nelle colonne di parigino. E per spiegare il ruolo che i facilitatori dovrebbero avere: “Siamo nella maieutica. Sta a noi trovare i mezzi affinché tutti possano chiarire il proprio pensiero, le proprie cifre. Saremo anche arbitri e guardie svizzere”† E se Léa ha Salamé “la paura” Gilles Bouleau si avvicina a questo incontro televisivo ed è abbastanza sereno. “Conosciamo i programmi a memoria. Quindi mi dico che andrà bene”assicura i nostri colleghi.

“Forse se mi rifai la domanda due ore prima dell’antenna, avrò una sana tensione”aggiunge Gilles Bouleau, che durante la preparazione ha incontrato un ex presidente della repubblica. “Ho parlato con François Hollande per sapere come si era preparatodisse il giornalista. Rispose che la cosa più importante era entrare nel cervello dell’altra persona, anticipare. Dieci anni fa, l’ex capo di Stato, di fronte a Nicolas Sarkozy, ha lanciato in particolare il suo famoso “I-Presidente”. E il giorno dopo questo incontro televisivo, sembrava felice. A proposito di Francia Inter, ha assicurato che il dibattito… “debole” sul suo “introdurre” a lui: “È sulle mie proposte che si è aperto il dibattito. Possiamo approvarle, possiamo contestarle (…). Sul contratto generativo (…), sulle tasse (…), sull’immigrazione (.. . . ), è stato su mio suggerimento che il dibattito si è effettivamente svolto”

Gilles Bouleau: “Dobbiamo affermare la nostra autorità, con benevolenza e fermezza”

“Chi avrebbe pensato che Nicolas Sarkozy, perché era un candidato uscente, avrebbe potuto. Non so quale vantaggio associato alla sua posizione e che ci sarebbe stata un’intimidazione da parte mia. Da questo punto di vista, nulla è stato verificato.” rispose a François Hollande. Con l’avvicinarsi del primo dibattito dei turni intermedi che animerà, Gilles Bouleau è quindi piuttosto sereno. E con calma si prepara a questo secondo duello tra i candidati del Raduno Nazionale e della Repubblica di marzo. “Garantiamo l’abito. Un dibattito non è una corsa al successo. A volte dovremo dire loro che ‘questo non è il momento o non è degno’. Dobbiamo affermare la nostra autorità, con benevolenza e fermezza, descrive nelle colonne di parigino. (…) Sarà emozionante vedere come si svilupperanno le loro strategie e contro-strategie”.

Carica widget

Iscriviti alla newsletter Closermag.fr per ricevere gratuitamente le ultime notizie

© VERO

2/12 –

Gilles Bouleau
E l’ospite di 8pm TF1 è molto impaziente di interrogare Emmanuel Macron e Marine Le Pen

© Agenzia

3/12 –

Gilles Bouleau
“È un esercizio meraviglioso che ha qualcosa contro natura senza essere necessariamente frustrante. Un’intervista classica è una partita a scacchi”

© DOMINIQUE JACOVIDES

4/12 –

Gilles Bouleau
“Siamo nella maieutica. Sta a noi trovare i mezzi affinché tutti possano chiarire il proprio pensiero, le proprie cifre. Saremo anche arbitri e guardie svizzere”

© Denis Guignebourg

5/12 –

Gilles Bouleau
E se Léa Salamé ha “paura” all’avvicinarsi di questo incontro televisivo, Gilles Bouleau è piuttosto sereno

© Marc de Tienda

6/12 –

Francois Hollande
Gilles Bouleau, durante la sua preparazione, ha incontrato un ex Presidente della Repubblica

© Stephane Lemouton

7/12 –

Francois Hollande
“Ho parlato con François Hollande per sapere come si era preparato”

© GUIREC COADIC

8/12 –

Francois Hollande
“Ha risposto che la cosa più importante era entrare nel cervello dell’altra persona, per anticipare.”

© JB Autissier

9/12 –

Francois Hollande
Con l’approssimarsi del primo dibattito degli inter-lap che animerà, Gilles Bouleau è quindi abbastanza sereno

© Denis Guignebourg

10/12 –

Gilles Bouleau
E si prepara tranquillamente a questo secondo duello tra i candidati del Raduno Nazionale e della Repubblica di marzo

© Laurent Vu

11/12 –

Gilles Bouleau
“Garantiamo l’abito. Un dibattito non è una corsa al successo. A volte dovremo dire loro che ‘questo non è il momento o non è degno’. Dobbiamo affermare la nostra autorità, con benevolenza e fermezza”

© Bruno Beberto

12/12 –

Francois Hollande
“Sarà emozionante vedere come si svilupperanno le loro strategie e contro-strategie”.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Stadio Nongo: chi si nasconde dietro le falsità del soprannome “Yvon Le Roux” (Comunicato stampa del Business Marketing Group (GBM)

“Stiamo tornando perché pensiamo che le condizioni di sicurezza siano tornate accettabili”, ha detto l’ambasciatore francese a Kiev