in

I guerrieri deridono incessantemente LeBron dopo l’eliminazione!

I Lakers non arriveranno ai playoff e non possiamo dire che la concorrenza sia delusa. In particolare, il franchise di Golden State si è permesso di ospitare i Purples e Golds attraverso Steve Kerr. Ci dispiace per LeBron & co. †

Mentre i Lakers rimpiangono la fine prematura della stagione (31-48, 11° in Occidente), i Warriors giocheranno davvero le partite di primavera. Con 50 vittorie e 29 sconfitte, sono terzi nella loro conference e se il podio non è ancora garantito per loro (un successo per Dallas), hanno ancora in mano il loro destino. Esatto, la loro prossima partita sarà contro gli Angelinos e sarà un’opportunità per loro di lavorare sulle rotazioni in vista dei playoff.

In effetti, sono ancora in corso alcuni adeguamenti, come: Stefano Curry non si è ancora ripreso dall’infortunio. In quanto tale, Steve Kerr ha recentemente spiegato in un’intervista che altri giocatori potrebbero benissimo iniziare al suo posto, o addirittura evolversi insieme agli Splash Brothers se se ne presentasse l’opportunità. Conosciuto come un grande troller, anche il tre volte campione tattico non ha potuto fare a meno di mandare nella stanza il rivale di divisione come avrebbe dovuto:

Steve Kerr lancia una vanga a LeBron James durante i playoff

È possibile che Jordan Poole sia un titolare. Dobbiamo vedere dov’è Steph. Penso che lo prenderemo sicuramente in considerazione. Mi piace anche che Curry, Poole e Klay Thompson possano giocare insieme, sai quando vai ai playoff e prendi a caso Paul George o Giacomo… beh, non quest’anno. Scusa, era solo una piccola stanza.

Questo è ciò che viene inviato alle gengive del re, quest’ultimo non è nemmeno sicuro se stasera incontrerà i Dubs, che è ancora elencato come discutibile dopo l’infortunio alla caviglia. In sua assenza per alcuni giorni, Purples e Golds hanno finito di crollare e sono rimasti con una serie di sette sconfitte consecutive, che alla fine sono costate loro i playoff. Segnaliamo casualmente che è stato l’esterno a crocifiggere i Bay men alla sirena dell’anno scorso al Play-In. Lo chiamiamo un po’ di vendetta, in gergo.

Tuttavia, se il GS ha qualcosa da ridere per la sfortuna del rivale Angelino, sarà comunque necessario prestare attenzione durante la postseason. Così com’è, è contro Denver che Curry & co. contesterebbe il primo round, nessuna missione ovvia contro l’MVP in carica Nikola Jokic. Inoltre i californiani sono appena usciti da un brutto periodo (3 vittorie in 10 partite) e quest’anno (20-19) non è stato rassicurante. Fai attenzione a non sorprenderti o non avrebbero fatto molto meglio di Los Angeles.

Con la super squadra dei Lakers fuori dai contendenti alla finale, i Warriors erano una spina nel fianco. Detto questo, il percorso attraverso l’Occidente è tutt’altro che chiaro e gli uomini di Steve Kerr avranno molto da fare!


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

Donazioni, crediti d’imposta, telelavoro… Queste le novità della dichiarazione dei redditi, per la quale parte oggi la campagna

Intel: le sue schede grafiche più potenti vengono rivelate un po’ di più