in

Il Chelsea si riprende, l’Arsenal batte ancora

Tre giorni dopo la loro debacle in C1, i Blues hanno recuperato sabato vincendo a Southampton (6-0) mentre il Tottenham ha vinto all’Aston Villa (4-0) per celebrare la 32a giornata del campionato inglese. Gli Spurs stanno approfittando delle sconfitte dell’Arsenal contro Brighton (2-1) e Manchester United all’Everton (1-0) per piazzarsi al quarto posto e qualificarsi per la prossima Champions League.

Dopo due difficili prestazioni allo Stamford Bridge contro il Brentford (1-4) e soprattutto contro il Real Madrid (1-3) nell’andata dei quarti di finale di Champions League di mercoledì, il Chelsea ha consolidato il suo terzo posto grazie alla doppietta di Timo Werner, che sei mesi in silenzio nella competizione, e Mason Mount, anche lui un passante sulla porta di Marcos Alonso all’inizio della partita. Dobbiamo tornare ad agosto 2010 per vedere il Chelsea segnare una vittoria in trasferta di sei gol. Era al Wigan, sotto l’attuale allenatore del Real Madrid Carlo Ancelotti.

“La partita del Santiago Bernabeu sarà molto diversa da questa, ma era necessario fare quello che abbiamo fatto oggi, per due giorni di recupero, e prima di fare quello che è possibile fare martedì”, ha detto l’allenatore. Blues Thomas Tuchel.

– Buona operazione per il Tottenham –

I ragazzi di Antonio Conte hanno approfittato della vittoria sull’Aston Villa (4-0), unita alle sconfitte a sorpresa dei principali rivali in Champions League, per finire al quarto posto da soli, tre punti di vantaggio sull’Arsenal che ha ancora una partita rimasti a giocare, ma sono handicappati da una differenza reti sfavorevole.

I North Londoners mettono fuori gioco gli avversari all’inizio di ogni tempo: prima con un attacco al centro dell’area di rigore di Heung-min Son (3°, 1-0), poi con un tiro ravvicinato di Dejan Kulusevski (50° , 2-0). Il sudcoreano ha poi dato una grossa spinta al punteggio (66°, 71°), dopo un periodo iniziale in cui gli Spurs hanno sofferto enormemente e subito ben otto gol. Ramsey, McGinn, Ings, Watkins, Coutinho e Cash, a loro volta, sono stati disgustati da un grande Hugo Lloris.

– Nuova ondata di freddo all’Arsenal –

I Gunners hanno subito un’altra sconfitta a sorpresa contro il Brighton (1-2), appena cinque giorni dopo essere andati fuori tema sul campo del Crystal Palace (3-0). Guidati al 28′ da un gol di Leandro Trossard, i Gunners hanno reagito troppo debolmente per invertire la tendenza. Pensavano di aver pareggiato poco prima dell’intervallo, ma l’assistenza video alla fine ha annullato un gol di Martinelli per fuorigioco dopo quattro minuti di controllo.

Mentre gli ospiti avevano segnato il gol del break (Enock Mwepu, 0-2, 66°), i Gunners erano pericolosi solo a fine partita, con un gol di Martin Odegaard (1-2, 89°), poi una serie di fallite tentativi (Saka, Nketiah, Gabriel).

– Manchester United apatico –

A tre settimane dall’eliminazione dalla Champions League ad opera dell’Atlético Madrid, le cose non vanno bene per i Red Devils, battuti sul campo dell’Everton (1-0), che faticano ad evitare la discesa.

Guidati dal 27′ su un gol di Anthony Gordon, i Mancunians non hanno quasi mai saputo prendere la partita da soli e costruire offensive attorno al loro centravanti Cristiano Ronaldo, sempre solo. Rimangono settimo in classifica di campionato, sei dietro il Tottenham.

L’allenatore ad interim dei Red Devils Ralph Rangnick ammette che sarà “difficile” assicurarsi il quarto posto in Champions League. “Non è solo una questione di creatività, è anche una questione di vitalità, di presenza fisica nell’ultimo terzo”, ha lamentato.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

il sorteggio di sabato 9 aprile 2022 [EN LIGNE]

Inaugurazione di “Grain de sable”, mostra collettiva alla Villa des Arts di Rabat