in

Kiev minacciata, cinque milioni di profughi… aggiornamento sulla guerra in Ucraina

Situazione sul campo, reazioni internazionali, sanzioni: aggiornamento sull’invasione dell’Ucraina da parte della Russia.

Kiev ha minacciato di nuovo

La Russia venerdì ha annunciato di aver distrutto una fabbrica di armi alla periferia di Kiev e ha assicurato che gli attacchi alla capitale ucraina sarebbero stati intensificati per rispondere agli attacchi al territorio russo, di cui incolpa l’Ucraina.

Cosa viene dopo questo annuncio

Questa fabbrica che produce missili Nettuno che l’esercito ucraino ha detto di aver usato per attaccare l’incrociatore russo Moskva è stata colpita durante la notte, hanno notato i giornalisti dell’AFP venerdì. La Moskva, l’ammiraglia della flotta russa nel Mar Nero, è stata affondata da due missili ucraini, secondo il Pentagono. È “un duro colpo” per la Russia, ha detto un portavoce.

Cosa viene dopo questo annuncio

Guerra in Ucraina: la Russia colpisce la fabbrica di missili “Neptune”.

Secondo la versione di Mosca, questo edificio è stato “seriamente danneggiato” da un incendio ed è affondato mentre veniva rimorchiato.

Cosa viene dopo questo annuncio

Cosa viene dopo questo annuncio

Di fronte al Pentagono, l’incrociatore russo Moskva è stato affondato da due missili ucraini

– Zelensky sottolinea il rischio nucleare russo –

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato venerdì che “il mondo intero” dovrebbe essere “preoccupato” per il rischio che il suo omologo russo Vladimir Putin, messo alle strette dalle sue battute d’arresto militari in Ucraina, ricorra a un’arma nucleare tattica, in seguito all’avvertimento del giorno davanti al direttore della CIA.

Il capo dell’intelligence estera statunitense William Burns ha affermato che la minaccia rappresentata dal potenziale uso da parte del presidente Putin di armi nucleari tattiche o deboli non dovrebbe essere presa “alla leggera” se dovesse “sprofondare nella disperazione” per i fallimenti del suo esercito. .

– Nuove vittime –

Almeno sette persone sono state uccise e altre 34 ferite nei bombardamenti russi in una zona residenziale di Kharkiv, la principale città dell’Ucraina nord-orientale, ha affermato venerdì il governatore regionale.

Quasi tutti coloro che sono stati trovati morti a Boutcha, vicino a Kiev, sono stati fucilati, ha detto il capo della polizia locale.

Gli stessi abitanti seppellirono le vittime durante l’occupazione di questa città da parte dell’esercito russo, durata quasi un mese.

Un portavoce del ministero della Difesa russo ha dichiarato venerdì che l’artiglieria russa ha ucciso circa 30 “mercenari polacchi” nell’Ucraina nord-orientale, aumentando le tensioni tra Mosca e Varsavia.

– Mosca espelle 18 funzionari dell’UE –

Mosca ha annunciato venerdì l’espulsione di 18 diplomatici dalla rappresentanza dell’Unione europea in Russia, come rappresaglia per una mossa simile da parte di Bruxelles in seguito al lancio dell’offensiva del Cremlino in Ucraina.

L’Unione Europea ha ritenuto questa espulsione “ingiustificata”, ritenendo che avrebbe solo “aggravato” l’isolamento internazionale di Mosca.

La Macedonia del Nord ha espulso sei diplomatici russi accusati di aver violato le regole diplomatiche.

– NATO: candidatura finlandese “altamente probabile” –

È “molto probabile” che la Finlandia faccia domanda per l’adesione alla NATO a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina, ha dichiarato venerdì il ministro finlandese per gli Affari europei Tytti Tuppurinen.

La diplomazia russa ha avvertito la Finlandia, così come la Svezia, che una tale mossa avrebbe avuto conseguenze per questi paesi e per la sicurezza europea.

– Complessità di un embargo petrolifero russo –

L’Unione europea si prepara a smettere di acquistare petrolio dalla Russia per sanzionarlo per la guerra in Ucraina, ma la mossa è “complessa” e richiederà “diversi mesi”, hanno detto venerdì fonti all’Afp.

“La Commissione sta valutando le opzioni”, ha affermato un funzionario dell’UE coinvolto nei colloqui.

– Sito Web RFI bloccato in Russia –

La Russia ha bloccato il sito web della radio francese RFI, che trasmette informazioni in 15 lingue, incluso il russo, nel mezzo di un giro di vite contro i critici dell’offensiva in Ucraina.

– Cinque milioni di profughi –

Più di cinque milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio, secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR).

Questa è la più grande crisi di rifugiati in Europa dalla seconda guerra mondiale.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Captain Marleau: 5 cose da sapere sulla serie che ha battuto i record di pubblico

“La possibilità di una recessione nel 2022 è tutt’altro che trascurabile in Europa”, Philippe Waechter