in

La CIA e Volodymyr Zelensky si preoccupano delle rappresaglie nucleari russe – Liberazione

Guerra tra Ucraina e Russiafile

Più di un mese e mezzo dopo le minacce di questo tipo di Vladimir Putin all’inizio della guerra, ucraini e americani hanno assicurato questo venerdì che non avrebbero “preso alla leggera” attacchi nucleari “tattici” o “a bassa potenza”.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito questo venerdì del rischio che il suo omologo russo Vladimir Putin, messo alle strette dalle sue battute d’arresto militari in Ucraina, possa ricorrere a un’arma nucleare tattica. E per confermarlo “In tutto il mondo” deve essere “Preoccupato”.

Il capo dell’intelligence straniera statunitense, William Burns, ha già detto giovedì che non era necessario “Prendendo alla leggera la minaccia del possibile uso di armi nucleari tattiche” Vero “bassa potenza” dal presidente Putin se lo volesse “cadere nella disperazione” di fronte ai fallimenti del suo esercito.

Volodymyr Zelensky ha chiarito alla CNN che si trattava di questa preoccupazione “armi nucleari” Vero “armi chimiche”. “Possono farcela”, “per loro le vite umane non valgono niente”, ha martellato in questa intervista che andrà in onda domenica per intero, ma di cui il canale americano ha riposto uno stralcio. Il presidente ucraino ha lanciato: “Non preoccupiamoci, prepariamoci”. Capire “In tutto il mondo”.

La minaccia è ancora più palpabile il giorno dopo l’affondamento dell’incrociatore russo Moskva, che si ritiene sia stato affondato da due missili ucraini, ha detto venerdì un alto funzionario del Pentagono “un grande colpo” per la Russia. “Sappiamo bene che non saremo perdonati” L’attacco della Moscova, ha detto venerdì durante un briefing, Natalia Goumenyuk, portavoce del comando militare della regione meridionale dell’Ucraina.

La preoccupazione riflette anche il fatto che poco dopo l’invasione russa dell’Ucraina, il Cremlino ha parlato di allertare le sue forze nucleari. “Non abbiamo davvero visto alcun segno concreto, come il dispiegamento militare o azioni che potrebbero aumentare le nostre preoccupazioni”, tuttavia, giovedì il capo della CIA ha espresso sfumature.

La Russia ha molte armi nucleari tattiche, con una potenza inferiore alla bomba di Hiroshima, secondo la sua dottrina “escalation-de-escalation” che consisterebbe nell’usare prima un’arma nucleare di bassa potenza per riguadagnare il vantaggio in caso di conflitto convenzionale con l’Occidente. “Uso di un’arma nucleare tattica contro un esercito convenzionale di uno Stato disarmato” [de l’arme nucléaire] rientrerebbe completamente nell’ambito della politica ufficiale russa di disarmo e non proliferazione”, indicato a fine febbraio al Edizione una fonte francese, che poi lo ha affermato “non succederà”.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Brooklyn Beckham, Meghan Markle, George Clooney… 10 costosi regali di nozze di celebrità

Carrefour e Leclerc richiamano urgentemente questi prodotti contaminati, è pesce