in

La FIFA accoglie con favore la risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite sul Qatar 2022

  • Questa decisione sottolinea la portata della scelta del Qatar come Paese ospitante

  • Un appello per un’eredità duratura per la pace nella regione

  • L’Assemblea accoglie favorevolmente la cooperazione tra l’Organizzazione Mondiale della Sanità e lo Stato del Qatar per una Coppa del Mondo della Salute

La FIFA accoglie con favore la risoluzione di consenso dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite adottata nella sua 76a sessione che riconosce la Coppa del Mondo FIFA 2022 del Qatar come la prima competizione del suo genere che si terrà in Medio Oriente e autorizza le autorità a incoraggiare a lavorare per un’eredità duratura per la pace e sviluppo nella regione.

Questa risoluzione, adottata l’8 aprile dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, fa seguito al discorso di Gianni Infantino su leadership, pace e sviluppo, pronunciato una settimana prima a Doha in occasione del 72° Congresso FIFA.

Il presidente della FIFA aveva detto ai rappresentanti delle 211 federazioni affiliate alla FIFA: “Chiedo umilmente a tutti coloro che hanno un certo potere, a tutti i leader politici del mondo, di fare di tutto per porre fine a conflitti e guerre”.

La risoluzione sottolinea inoltre che lo sport in generale, e il calcio in particolare, data la sua popolarità mondiale, dovrebbero svolgere un ruolo importante nella promozione della pace e dello sviluppo, del rispetto dei diritti umani, dell’uguaglianza di genere o dell’emancipazione delle donne. “In questi tempi difficili segnati da conflitti e divisioni, il fatto che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adotti questa risoluzione per consenso illustra chiaramente il potere del calcio come strumento di comprensione reciproca, tolleranza e inclusione. Ciò sottolinea anche gli sforzi della nuova FIFA e il suo importante ruolo sociale in tutto il mondo”, ha affermato il Presidente della FIFA. Inoltre, il testo esprime il sostegno dell’istituzione per l’associazione tra l’Organizzazione Mondiale della Sanità e lo Stato del Qatar nel quadro di un’iniziativa denominata “One FIFA World Cup Qatar 2022™ healthy”. L’obiettivo di questa partnership è organizzare una competizione sana e sicura, in particolare attraverso misure preventive contro il Covid-19, ma anche promuovere uno stile di vita sano e un modello di tutela della salute presente agli eventi di massa.

Gianni Infantino ha ricordato che lo svolgimento di una simile competizione in Qatar era di particolare importanza per il Paese ospitante, ma anche, più in generale, per l’intera regione.

“Secondo me, uno degli aspetti più interessanti di questa Coppa del Mondo è permettere ai tifosi di tutto il mondo di scoprire una regione che non necessariamente conoscono”, ha affermato di recente il presidente della FIFA. “Questa scoperta funziona in due direzioni: è un’opportunità per il Qatar e tutti i Paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo di presentarsi al resto del mondo; dal canto loro, i visitatori potranno familiarizzare con la cultura e la storia il mondo arabo”. Gianni Infantino ha anche riferito che l’organizzazione del concorso è alla base di un’importante riforma del diritto del lavoro e dei diritti umani in Qatar, che ora prevede una maggiore tutela dei lavoratori.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Optimus, il robot umanoide di Tesla, non è più uno scherzo

Hubble ha scoperto la più grande cometa di sempre, ed è enorme