in

la situazione nel 51° giorno dell’invasione russa dell’Ucraina

Il numero delle vittime civili nel conflitto in Ucraina continua ad aumentare, soprattutto perché la Russia ha deciso di intensificare la sua campagna di bombardamenti contro Kiev nei prossimi giorni.

La Russia ha reagito dopo aver perso la sua nave ammiraglia il giorno prima. Nel frattempo, la relazione tra Emmanuel Macron e Volodymyr Zelensky si surriscalda, poiché è sorto un disaccordo.

• Almeno 14 morti a Kharkiv

Venerdì è stata una giornata particolarmente mortale a Kharkov, nell’Ucraina nord-orientale. Nel pomeriggio, l’ufficio del pubblico ministero ucraino ha dichiarato su Telegram che sette civili sono stati uccisi e altri 27 feriti dopo il fuoco russo sugli autobus di evacuazione.

Più tardi nella giornata, il governatore regionale Oleg Sinegoubov ha detto che sette persone sono state uccise e 34 ferite nei bombardamenti che hanno colpito una zona residenziale. Secondo il funzionario, tra le vittime c’è un bambino di sette mesi.

• Rappresaglie russe dopo l’affondamento della sua nave ammiraglia

Il giorno dopo il famoso naufragio della Moskva, nave ammiraglia russa, Mosca rispose. La Russia non riconosce di essere stata affondata dopo il lancio di missili ucraini, ma ha promesso di intensificare il bombardamento di Kiev.

“Il numero e la portata degli attacchi missilistici sui siti di Kiev aumenteranno in risposta a tutti gli attacchi terroristici e ai sabotaggi sul territorio russo da parte del regime nazionalista di Kiev”, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Colpito anche un obiettivo importante, in quanto si tratta di una fabbrica che produce missili Nettuno che servono per attaccare la Moskva. L’edificio, situato a una trentina di chilometri dalla capitale, è stato danneggiato. Tuttavia, l’ambasciatore ucraino in Francia ha voluto mettere le cose in prospettiva su BFMTV, spiegando che “non era rimasto nulla”.

• 6.673 crimini di guerra registrati dalla Procura Generale

Questo venerdì, l’Ufficio del procuratore generale dell’Ucraina ha pubblicato una panoramica dei crimini di guerra registrati nel paese dall’inizio dell’invasione russa. In totale, secondo questi dati, sono stati registrati 6.673 crimini di guerra. I dati delle autorità mostrano anche che 198 bambini sono stati uccisi dall’inizio del conflitto.

Allo stesso tempo, l’indagine a Boutcha continua a caratterizzare gli abusi commessi dall’esercito russo. Secondo Andrei Nebitov, capo della polizia della regione di Kiev, “il 95% delle persone è stato colpito da fucili di precisione o altre armi leggere”.

• L’ambasciata francese torna a Kiev

Dopo più di un mese a Leopoli, nell’Ucraina occidentale, l’ambasciata francese è tornata ufficialmente a Kiev questo venerdì. Per l’occasione è stata issata davanti alle telecamere la bandiera tricolore. “E’ un momento di soddisfazione e di gioia, significa che Kiev non è stata conquistata”, ha detto Etienne de Poncins, ambasciatore francese in Ucraina.

Quando assicura che le condizioni di sicurezza sono sufficienti per il ritorno di una piccola squadra diplomatica, riconosce che Kiev non è più la città che aveva lasciato a marzo. “Era una capitale in pace, ora abbiamo una capitale in guerra”, ha detto. Ha anche annunciato che c’erano ancora 200 francesi presenti in Ucraina.

• Nessuna tensione tra Emmanuel Macron e Volodymyr Zelensky

Il vice capo di stato maggiore di Volodymyr Zelensky, Igor Zhovkva, ha parlato venerdì su BFMTV. In particolare, ha ripreso il rifiuto di Emmanuel Macron di parlare di genocidio in Ucraina, che il presidente ucraino ha trovato “doloroso”. “La situazione non è mai peggiorata, i nostri due presidenti hanno ottimi rapporti”, ha detto il consigliere sulla nostra antenna.

Ha anche assicurato di aver compreso la posizione del capo di stato francese. “Per quanto ho capito, Emmanuel Macron sta parlando della definizione legale di genocidio e del fatto che gli avvocati dovrebbero lavorare su questo problema”, spiega Igor Zhovkva. Ha colto l’occasione per ringraziare la Francia per queste azioni a sostegno dell’Ucraina.

Anthony Audureau con l’AFP

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

The Voice 2022, The Fighting: Amel Bent spostato, una candidata vittima di un’estinzione vocale

Stadio Nongo: chi si nasconde dietro le falsità del soprannome “Yvon Le Roux” (Comunicato stampa del Business Marketing Group (GBM)