in

L’ex DGS, Fred Madinecouty allo sportello del tribunale

Secondo giorno di indagine del caso relativo alla gestione della comunità di agglomerato di South Basse-Terre Grand Sud Caraïbe. La corte interviene sul ruolo dell’ex Chief Services Officer Fred Madinecouty



Fred Madinecouty era solo al timone oggi. Colui che era il direttore generale dei servizi del CASBT ha cercato di spiegare i fatti con cui è stato perseguito per influenza passiva e appropriazione indebita di fondi pubblici. L’uomo di 63 anni dichiara:

Ero bloccato tra una roccia e un luogo duro, capisci tra Lucette Michaux Chevry che ha deciso tutto e gli appaltatori che continuavano a darmi la caccia per ottenere il pagamento del lavoro che avevano svolto per conto della comunità.

I pagamenti spesso dipendono dal pagamento di sovvenzioni ad associazioni come “Basse-Terre a passion” e “Basse-Terre avirons Club”.

– “Imprenditori a cui si presentano domande di sussidio per associazioni amichevoli”, rilancia il presidente.
– “È vero, ma è stato su richiesta del presidente. Le associazioni l’hanno aiutata in campagna elettorale”, risponde l’interessato.

I pagamenti dipendono anche dalla consegna di un conto aperto con Ruillier. Un resoconto a cui hanno avuto accesso Lucette Michaux Chevry, Fred Madinecouty ma anche i funzionari eletti della sua maggioranza. Champagne e prosciutto di Natale a centinaia…

“Quello era il sistema Lucette Michaux-Chevry”, conferma Fred Madinecouty. Un sistema altamente compartimentato destinato a finanziare i bisogni sempre crescenti delle sue campagne elettorali, come quella regionale del 2015.

audizione di Fred Madinécouty




©E. soffocante

Un sistema che usava anche lui. L’uomo che Lucette Michaux-Chevry vedeva ogni mattina, anche la domenica, prometteva agli imprenditori un’elaborazione accelerata delle loro fatture raccontando loro i suoi problemi di salute, gli studi dei suoi figli o persino il lavoro di sviluppo dalla sua casa di Bisdary.

E gli appaltatori pagavano, il più delle volte. “Ma lì è stato un semplice gesto di amicizia”, ​​assicura Fred Madinecouty.

“Ma tu eri DGS, avresti potuto dire di no”, chiede il presidente.

E Fred Madinécouty ha risposto: “Chiunque si opponesse a lei veniva sistematicamente allontanato. Io, ero solo in soggezione per lei, era come mia madre”.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Charlene di Monaco in Corsica? Questo patto segreto che avrebbe fatto con il principe Alberto

Quanto costa percorrere 320.000 chilometri elettricamente?