in

Louise Attaque celebra il 25° anniversario del suo primo album con un’intera giornata di concerti e una ristampa da collezione

A venticinque anni dall’uscita del suo primo album da 2,7 milioni di vendite, quello dell’indistruttibile hit Ti porto con il vento, Louis Attaque ha deciso di festeggiare con orgoglio. Per l’occasione il gruppo parigino si esibirà sei volte nello stesso giorno il 26 aprile all’Eliseo di Montmartre e pubblicherà l’album in questione venerdì 15 aprile in versione da collezione, con un libretto rilegato di 28 pagine contenente testi, disegni, archivi , foto e ricordi, nonché una versione live registrata a Rennes nel 1997 e su La Route du Rock nel 1998.

All’Eliseo di Montmartre, gli spettacoli sono allestiti in pubblico alle 11:00, 13:00, 15:00, 17:00 e 21:00. I posti per questi concerti gratuiti sono esauriti al momento della registrazione. Per chi non potrà venire, il concerto sarà trasmesso in diretta dalle 19:00. †Un buon test cardio‘, ride il cantante e chitarrista Gaëtan Roussel.Vogliamo ringraziare le persone che ci fanno vivere questa avventura da 25 anni, e quando celebriamo il nostro compleanno, invitiamo le personeAggiunge.

La copertina del primo album di Louise Attaque, pubblicato il 22 aprile 1997, è decorata con il volto di una bambina dagli occhi sbarrati, disegnato a grandi linee dal bassista Robin Feix. Per quanto riguarda il nome Louise Attaque, è un contorto riferimento a un gruppo americano adorato, i Violent Femmes.

“HA dal nome è nata l’idea che Louise sia un personaggio che ci rappresenta, volevamo che la musica fosse incarnata ma non da noi in copertinadice Robin Feix.

Il concetto è stato portato molto lontano. †Louise aveva un lato molto pratico, era lei che scriveva direttamente ai proprietari di sale e bar dove volevamo suonare, nello stile di una bambina di sette anni“, confida.”Ad esempio, Louise ha chiesto loro nella sua lettera se i suoi amici potevano venire a giocare con lei quel giorno.

Gruppo rock francese in cerca di violinista, buon livello, riferimenti a Tom Waits, Nick Cave, Violent Femmes, contatta Robin“: è grazie a questo annuncio unico su un piccolo pezzo di carta in una sala prove che il violinista Arnaud Samuel si è unito al gruppo.

C’è una possibilità che ci siamo innamorati di Arnaud“, sottolinea Gaëtan Roussel.”La prima volta che ha provato con noi, ha iniziato a suonare Gli amori e Notti parigine e trova il suo posto, non cercavamo un solista ma una contromelodia“, descrive il cantante, a cui piace il”alchimia“Nato in questo giorno.

Louise Attaque ingoia le scene prima di pubblicare il suo primo album. †Volevamo suonare dal vivo molto velocemente e ci siamo detti: andiamo al pubblico e loro vengono da noi, all’inizio volevamo fare un massimo di concerti, anche in posti piccoli“, sottolinea Arnaud Samuel. Nonostante nessun brano sia stato pubblicato, Ti porto con il vento afferra il pubblico.

Nei bar lo suonavamo tre o quattro volte a notte, lo usavamo per creare l’atmosfera, lo vedevamo andare dritto, la gente tornava a casa conoscendo le parole“Ricorda Robin Feix.”Questo numero era il nostro passaporto per la festa che avremmo fatto dopo

Negli anni ’90, Louise Attaque si scontra con uno spirito rock in un pacchetto acustico. †Uno stile molto scarno, piuttosto grezzo nella consegna delle canzoni“, sintetizza Gaëtan Roussel. Marc Thonon, allora capo dell’etichetta Atmospheric, ha l’intelligenza di non voler coprire la loro musica con effetti. Accetta la loro richiesta di essere prodotto da Gordon Gano, leader delle Violent Femmes.

“Era il produttore perfetto, ha usato i nostri difetti per far sembrare noi stessi. Gordon ha capito che dovevamo aiutarci a essere noi stessi”.saluta Gaëtan Roussel.Jackpot, il disco è diventato un classico, quello di una generazione (e anche di poche altre).

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’LG G1, regina dei televisori OLED 4K, ha un prezzo d’occasione

In Messico, il presidente Lopez Obrador continua il suo mandato dopo un referendum con un’affluenza molto bassa