in

Mélanie Hénique vuole “qualcosa di bello”

Pubblicato su :

Limoges (AFP) – “In fondo alla buca” dopo la morte del fratello lo scorso gennaio, Mélanie Hénique è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo e l’Euro di nuoto di sabato, dove spera di “mirare a qualcosa di bello” nei 50 metri di farfalla.

Hénique, 29 anni, ha vinto la finale dei Campionati di Francia in 25 sec 62/100, ben al di sotto dei 26 sec 36 richiesti dalla Federazione per assicurarsi la partecipazione agli incontri estivi internazionali.

“Possiamo lottare per qualcosa di bello”, ha detto dopo la sua corsa. “Non voglio essere finalista ai Mondiali. So cosa voglio, lavoriamo per quello”.

Gol alti per il velocista, nonostante una preparazione accorciata.

“Cazzo!” ha ammesso. “Fortunatamente, amo nuotare! Ho sofferto molto, ma volevo essere lì e vincere questa medaglia”.

Mélanie Hénique, dopo aver vinto la finale dei 50 m farfalla ai Campionati francesi di nuoto, il 9 aprile 2022 a Limoges
Mélanie Hénique, dopo aver vinto la finale dei 50 m farfalla ai Campionati francesi di nuoto, il 9 aprile 2022 a Limoges Damien MEYER AFP

L’inizio della stagione è stato molto difficile per Hénique, che a gennaio ha condiviso sui social la notizia della morte del fratello.

“Quando mio fratello è morto, ero in fondo al buco. Davvero, è stato molto difficile, molto emotivamente assorbente. Ero vuota, vuota, vuota”, ha detto. “Fortunatamente, Julien (Jacquier, il suo allenatore) era lì, tutto lo staff, il gruppo. Mi ha permesso di raggiungere questo obiettivo, di superare me stessa. Spero che sia orgoglioso di me”, ha aggiunto con un sorriso.

Grousset “non al top”

Sarà quindi presente all’appuntamento dei Mondiali di Budapest (18 giugno-3 luglio) e in Europa a Roma (11-21 agosto), dove sarà affiancata da Marie Wattel, che ha anche raggiunto i minimi nei 50 farfalla . .

Maxime Grousset e Florent Manaudou gareggeranno anche nei 50m stile libero, sebbene nessuno dei due sia riuscito a scendere sotto i minimi in questi campionati francesi di Limoges.

Grousset ha vinto la finale di sabato in 22 sec 28/100 a Limoges, mentre il tempo di selezione è stato fissato a 22 sec 18/100, errore di una preparazione complicata da un’influenza di inizio anno e da un infortunio alla spalla.

Maxime Grousset all'inizio della finale dei 50 m stile libero ai Campionati francesi di nuoto, 9 aprile 2022 a Limoges
Maxime Grousset all’inizio della finale dei 50 m stile libero ai Campionati francesi di nuoto, 9 aprile 2022 a Limoges Damien MEYER AFP

“Mi manca un po’ di potenza ed esplosività, ed è questo che costruisce un 50, quindi ecco qua…” ha spiegato. “Penso di poter davvero portare il mio livello al livello successivo, perché non sono davvero al top qui”.

Nonostante questa delusione, il 22enne nuotatore può disputare Mondiali ed Europei nella trasferta di sola andata grazie al tempo ottenuto ai Campionati di Francia di Montpellier lo scorso dicembre (22.09).

Maxime Grousset, dopo aver vinto la finale dei 50 m stile libero ai Campionati francesi di nuoto, il 9 aprile 2022 a Limoges
Maxime Grousset, dopo aver vinto la finale dei 50 m stile libero ai Campionati francesi di nuoto, il 9 aprile 2022 a Limoges Damien MEYER AFP

Così sarà Florent Manaudou, decurtato da un dolore al ginocchio ma arruolato per il suo tempo nella finale delle Olimpiadi di Tokyo la scorsa estate (21.55).

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

La Russia ha recuperato le sue opere sequestrate al confine con la Finlandia

Perché l’iPhone non ha mai avuto un pulsante Indietro