in

Meta testa la vendita di oggetti virtuali nel metaverso

Il gigante vuole diventare un attore centrale nella costruzione di questo universo virtuale e della sua economia.

Meta (Facebook, Instagram) offre ai creatori di contenuti la possibilità di vendere oggetti virtuali agli utenti di Horizon Worlds, la principale piattaforma del metaverso, secondo una dichiarazione rilasciata lunedì. “Per esempio, qualcuno può creare e vendere accessori per un mondo della moda o offrire l’accesso a pagamento in un’altra parte di un mondo”ha spiegato il gruppo della California.

Il Metaverse, pubblicizzato da Meta e altre società come il futuro di Internet, consiste in una serie di universi paralleli, a cui si accede principalmente attraverso piattaforme di realtà aumentata e virtuale. Esiste già in modo minimalista sotto forma di videogiochi (Minecraft, Fortnite, Roblox) e piattaforme social (Horizon Worlds, VRChat), dove le persone si riuniscono non solo per giocare, ma anche per interagire e partecipare agli eventi.

Meta, i cui ricavi dipendono in gran parte dalla pubblicità mirata su larga scala, ha deciso di contribuire ampiamente all’ascesa del metaverso e quindi prendere posizione nella prossima battaglia per l’attenzione del pubblico. Il gigante dei social network sta quindi cercando di attirare creatori di contenuti che a loro volta attireranno probabilmente nuovi utenti. Aveva già istituito un fondo di 10 milioni di dollari per i creatori su Horizon in ottobre, dove esistono già più di 10.000 “mondi” diversi, secondo la società.

“Stiamo testando una manciata di creatori oggi per ottenere il loro feedback, ma questi strumenti rappresentano dei passi verso la nostra visione a lungo termine per il metaverso, in cui i creatori possono guadagnarsi da vivere e le persone possono acquistare beni, servizi ed esperienze digitali”.spiega Meta.

L’azienda prevede inoltre di testare i bonus per i creatori che soddisfano determinati obiettivi, come ad esempio: “costruisci mondi in cui gli utenti trascorrono la maggior parte del tempo”. Questi bonus “Non sarà soggetto a canone e sarà interamente corrisposto ai creatori”, ha detto Meta, a differenza dei proventi degli oggetti virtuali, che sono soggetti a commissione. Horizon Worlds ha più di 300.000 utenti negli Stati Uniti e in Canada, secondo un articolo del sito specializzato The Verge pubblicato a febbraio.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Guerra in Ucraina: quali sono i sintomi causati dalle armi chimiche russe a Mariupol? La suggestiva testimonianza delle vittime

Benzema-Lewandowski, duello a distanza per le macchine da gol