in

Mosca si prepara a schierare le sue truppe nel Donbass. lanciare

L’esercito ucraino si aspetta che nei prossimi giorni inizi una dura e sanguinosa offensiva russa.

La veglia sta per finire nel Donbass. Non ci volle molto, dieci giorni al massimo. L’esercito ucraino afferma di aspettarsi d’ora in poi un’offensiva russa in queste due province, ha riconosciuto gli obiettivi del Cremlino. †Secondo le nostre informazioni, il nemico ha quasi completato i preparativi per un attacco all’est. L’attacco avverrà molto presto”. Il portavoce del ministero della Difesa ucraino Oleksandre Motouzianik ha avvertito in una conferenza stampa.

I difensori temono combattimenti urbani e ribelli che saranno lunghi e mortali, e il cui esito dipenderà anche dagli aiuti occidentali. “Non possiamo prevedere esattamente quando ciò accadrà, si tratta di informazioni provenienti da fonti occidentali”, Egli ha detto. I russi cercano vittorie dopo un inizio di campagna fallito.

Gli esperti affermano che gli sforzi dovrebbero essere diretti a sud di Izyum, verso Donetsk, prima di concentrarsi sulla Crimea. In assenza di uomini ed equipaggiamento, le offensive devono essere collegate una ad una. Washington ritiene inoltre che i preparativi dovrebbero richiedere un po’ più di tempo. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha già assicurato che i negoziati non sospenderanno le operazioni militari.

La battaglia di Mariupol

Le truppe ucraine stanno rafforzando le loro posizioni in previsione di questo possibile attacco, scavando nuove trincee o scavando lungo le strade. La popolazione cerca di sottrarsi alla battaglia lì annunciata, fuggendo, mentre continuano i raid aerei ei micidiali bombardamenti. Domenica sono stati registrati undici decessi a Kharkov.

L’attacco dipende anche dal destino di Mariupol, dove le forze russe avanzano molto lentamente. L’area portuale è caduta domenica, hanno detto i separatisti filo-russi. Gli ultimi soldati ucraini si preparano per a “battaglia finale” in questa città in rovina, assediata da più di 40 giorni. Una lettera aperta agli ucraini attribuita al 36e brigata navale, che non è stata autenticata, afferma: “Stiamo finendo le munizioni (…) Significherà la morte per alcuni di noi e la prigionia per altri. Stiamo lentamente scomparendo”.

A Mosca, Vladimir Putin ha incontrato lunedì il cancelliere austriaco Karl Nehammer, il primo leader europeo a parlare personalmente con il presidente russo dall’inizio dell’aggressione contro l’Ucraina a febbraio. Il cancelliere ha cercato di ottenere corridoi umanitari in Ucraina dopo i colloqui a Kiev con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. “Non è stata una discussione amichevole”, ha affermato lunedì la Cancelleria in un comunicato stampa. Vienna intendeva spiegare a Vladimir Putin che lui “Isola la Russia che perderà questa guerra moralmente e che sta facendo tutte le cose sbagliate”, secondo il Ministero degli Affari Esteri.

VEDI ANCHE L’esercito ucraino “pronto” per l’imminente attacco russo, dice il portavoce

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’Assemblea dei giocatori si concentra sulla famiglia

Azioni in calo prima dell’inflazione negli Stati Uniti – 04/12/2022 alle 07:40