in

Patrice Neveu – “il pasticcio è finito!”

cugino Gabon

Nonostante un corretto CAN 2021 a livello strettamente sportivo con l’eliminazione agli ottavi ai rigori contro il Burkina Faso (1-1, 6-7 ai rigori), il Gabon ha vissuto una competizione molto movimentata. Caso di taglia, presunto battute d’arresto extra-sportive di Pierre-Emerick Aubameyang e Mario Lemina durante la preparazione e in Camerun partenza dei due giocatori in piena competizione… Un mese importante prima dell’inizio delle qualificazioni CAN 2023, l’allenatore dei Panthers, Patrice Neveu, ha deciso di schioccare il pugno sul tavolo.

In primo luogo, facendo pressione sui suoi leader. †Le opportunità di qualificazione del nostro team sono legate, tra l’altro, alla definizione di una serie di questioni. Dobbiamo prima riformulare le cose internamente. Infatti, dopo l’ultimo AFCON, ho presentato una relazione al mio supervisore con raccomandazioni specifiche. Attendo l’applicazione di queste raccomandazioni“, i francesi si sono insinuati nelle colonne del quotidiano locale L’Unione† †In Camerun so qual è la situazione che abbiamo vissuto. Pertanto, non c’è dubbio che stiamo ricominciando sulla stessa base. Una squadra è un tutto: un’organizzazione, una disciplina, le aspettative… Alcune cose sono rimaste interne e dobbiamo risolverle anche internamente. Nelle partite di qualificazione ai Mondiali 2022 sai cosa abbiamo vissuto con l’arbitraggio. In Gambia sai cosa ha passato il Gabon. In Camerun hai visto come si sono comportati gli arbitri durante la partita Burkina Faso-Gabon. È troppo ! Non si può andare avanti così, rischiando situazioni ancora più difficili. Lascia che tutti si prendano le proprie responsabilità!

Il tecnico ha poi esaminato i casi di Aubameyang, Lemina e Didier Ndong, in futuro in selezione più insicuro† †Incontrerò la tutela prima di volare in Europa per vedere i miei giocatori. Sul posto, a ogni giocatore vengono assegnati obiettivi specifici. Dobbiamo ripensare le cose e assicurarci che ogni giocatore affronti le proprie responsabilità. Il pasticcio è finito!‘, ha insistito l’ex allenatore della Mauritania. †La nostra squadra deve trovare la pace. (…) Dobbiamo rimettere tutto in carreggiata. Con obiettivi specifici per ciascuno. Attualmente c’è concorrenza nel gruppo Panthères e lavoreremo con quelli che ci soddisfano. Non partiamo da zero. C’è una base e una spina dorsale. Il Gabon ha una squadra, ma prima dobbiamo sistemare alcune cose nell’interesse della nostra squadra.Un discorso forte e molto chiaro per chi non si adatta allo “stampo”! I Panthers affronteranno nella loro RDC, Mauritania e Sudan gruppo di eliminazione

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Jerome Powell alza il tono, verso un calo del 2% nel Cac 40, Morning Meeting

l’attore “muore pacificamente” all’età di 80 anni, i suoi migliori film