in

Perché il Manchester United non vuole più Mauricio Pochettino

Cosa viene dopo questo annuncio

La stampa inglese ne è certa. Erik ten Hag è il nuovo allenatore del Manchester United. Ammortizzatore per Mauricio Pochettino, suo principale concorrente nella corsa alla panchina mancuniana. Per molto tempo il tecnico argentino è stato considerato il grande favorito. Con la sua esperienza in Premier League a Southampton e Tottenham, ha goduto di una buona popolarità con i leader inglesi. Inoltre, Pochettino è stato avvicinato da Man U lo scorso novembre per prendere il posto del licenziato Ole Gunnar Soskjaer.

Dalla priorità al piano B

Ma i residenti dell’Old Trafford avevano gettato la spugna perché sembrava difficile, se non impossibile, prendere in giro il nativo di Murphy, che era ancora sotto contratto e si era lanciato nella sua stagione al Paris Saint-Germain. E se Ralf Rangnick viene nominato per subentrare, il Manchester United aveva in mente Mauricio Pochettino per la prossima stagione. Ma piano piano la situazione è cambiata. In soli cinque mesi, il tecnico 52enne di prima scelta è andato al piano B nella mente dei decisori mancuniani.

Per il Telegramma, che giovedì dedica un lungo articolo all’argomento, lo spiega per due motivi. Il primo è che il Manchester United ha cambiato CEO. Ed Woodward, che ha fatto una lunga campagna per Pochettino, è stato sostituito da Richard Arnold. Quest’ultimo, che ha consultato i fascicoli completi di ogni candidato in panchina prima di incontrarli, è stato chiaramente più convinto da Ten Hag. Sebbene quest’ultimo sia nuovo in Premier League, Arnold non si è affatto scoraggiato.

I suoi fallimenti al PSG hanno MU. raffreddato

Il secondo motivo addotto dal Telegramma È la terribile eliminazione del PSG in Champions League contro il Real Madrid, dopo la vittoria all’andata. Ad esempio, sono stati sollevati dubbi sulla sua capacità di gestire la pressione in un club stellare molto grande. I suoi puntuali fallimenti al club della capitale hanno visibilmente allarmato i vertici del Man Utd, che non vogliono sbagliare e che credono che, nonostante il suo profilo molto interessante, Pochettino sia attualmente in discesa. Tanti motivi che hanno convinto gli inglesi a scommettere su un altro puledro.

Il Paris Saint-Germain, che ha visto con buon occhio l’approccio di MU, non avrebbe però trattenuto l’addio di Pochettino, che non dovrebbe essere trattenuto anche a fine stagione. Il club della capitale, che dovrà pagare 20 milioni di euro in caso di licenziamento dello staff, non avrebbe chiesto ingenti compensi economici per sbarazzarsi dell’argentino. Un tecnico che due settimane fa era molto vicino al Manchester. Il che aveva anche messo sotto pressione il clan Ten Hag. Mauricio Pochettino, sotto contratto fino al 2023, ha raddoppiato in casa e ha perso molto in pochi mesi.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

il Regno Unito approva il vaccino del laboratorio franco-austriaco Valneva. Buona

Sarah Lopez gode di una grande vittoria legata alla sua umiliazione dal vivo