in

Preparatevi! Questa nuova serie di documentari Netflix su un terrificante clown assassino ti terrà sveglio la notte

La piattaforma Netflix è diventata un maestro dell’arte dei documentari sui serial killer. Gli abbonati hanno già potuto scoprire le affascinanti docuserie, Ted Bundy: Autoritratto di un assassino, seguendo il suo terrificante viaggio attraverso la sua voce e le sue stesse parole. Poi hanno potuto scoprire l’agghiacciante serie di documentari, Dennis Nielsen, Memorie di un assassino† È il turno del famoso clown assassino, John Wayne Gacy, di essere il soggetto di una serie di documentari. Per tre episodi, Netflix racconta l’incredibile viaggio di questo ex chierichetto, politico e padre di famiglia che si traveste da clown per far ridere i bambini malati negli ospedali. Dietro questa immagine liscia, il notabile americano dalla faccia amichevole nasconde un orribile segreto che è riuscito a mantenere per quasi vent’anni. John Wayne Gacy è nella famigerata lista di serial killer entrati nella cultura pop. Stephen King è stato ispirato da lui per creare il suo pagliaccio spaventoso con un sorriso carnivoro Quella† Il personaggio di John Wayne Gacy appare anche in due stagioni diStoria dell’orrore americana ed è caricata un episodio di Parco Sud con Ted Bundy e Jeffrey Dahmer. Infine, la sua cella in una prigione dell’Illinois è stata l’ambientazione per la serie jailbreak† Questa è la vera e terrificante storia del vero John Wayne Gacy.

Infanzia traumatica, tendenze necrofile… la rotta del serial killer John Wayne Gacy

Fin dall’infanzia, John Wayne Gacy, di carnagione fragile, attira l’odio del padre alcolizzato e violento, che lo trova troppo effeminato. Vittima di abusi, il giovane William impara molto presto a nascondere la sua omosessualità. In seguito ha confidato di essere stato violentato da qualcuno vicino alla famiglia. Si ritirò in se stesso, abbandonando il college all’età di 17 anni e trovando lavoro in un’impresa di pompe funebri a Las Vegas. È qui che nasce la sua passione per i cadaveri. Fu presto licenziato per un atto di necrofilia. Questo primo tentativo di vizio non porta ai suoi primi crimini. Piuttosto, Gacy torna a Chicago, dove riprende i suoi studi in una business school.

Dopo la laurea trova lavoro come commesso e grazie alla sua agilità sale velocemente la scala. Nel 1964 sposò una collega, Marlynn Myers. L’influenza del padre di sua moglie, Fred Myers, che gli ha offerto la gestione di tre ristoranti KFC, non è stata indubbiamente estranea al matrimonio di Gacy, che da questa unione avrà due figli. Nel 1968, John Wayne Gacy era un notabile rispettato quando tutto crollò. I giovani lavoratori lo accusano di stupro. Condannato a dieci anni di carcere per sodomia, la moglie chiede il divorzio e lui perde il lavoro. Dopo soli 18 mesi di detenzione, si trasferì con la madre, deciso a non convertirsi, ma a non lasciare mai testimoni…

John Wayne Gacy è stato condannato a morte per 33 omicidi

Nel 1972, John Wayne Gacy sposò Carole Hoff e commise il suo primo omicidio quello stesso anno. Il modus operandi è stato dimostrato. Gacy, che ha avviato un’impresa edile, attira ragazzi poveri con alcol e video pornografici, li invita a casa sua prima di torturarli, violentarli e ucciderli nel suo seminterrato. Seppellisce i cadaveri nella sua casa, che è costantemente in costruzione. Mentre massacra adolescenti, si traveste da “Pogo il Clown” per intrattenere i bambini malati in ospedale e organizza anche una raccolta fondi per il Partito Democratico dell’Illinois. Nonostante i suoi omicidi, John Wayne Gacy non vuole essere discreto.

Dopo aver scoperto le riviste porno gay e la bisessualità di Gacy, la sua seconda moglie, a sua volta, ha divorziato nel 1976. La scomparsa di tutti questi adolescenti ha suscitato sospetti nella polizia. Fu arrestato nel 1978. Con loro sorpresa, la polizia ha scoperto 26 corpi sepolti e legati nel vespaio della sua casa di Chicago. Nella sua proprietà sono stati riesumati altri tre corpi. Altre quattro vittime sono state recuperate da un fiume vicino a casa sua. John Wayne Gacy è stato condannato a morte per 33 omicidi. Fu giustiziato per iniezione letale il 10 maggio 1994 presso il penitenziario di Stateville, Illinois. Prima di morire, John Wayne Gacy trascorreva le sue giornate a dipingere i clown e i sette nani di Biancaneve. Opere acquistabili per diverse migliaia di dollari.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

celebrità si mobilitano per aiutare le vittime

Marine Le Pen è d’accordo su “sanzioni complete” contro la Russia, davvero? – Liberazione