in

Quando la televisione di stato russa ride di un possibile attacco nucleare a New York

I presentatori russi hanno assicurato che la città americana di 8 milioni di abitanti sarebbe stata “completamente distrutta” in caso di attacco con il nuovo missile balistico intercontinentale recentemente testato da Mosca.

Una scena surreale. I presentatori dell’emittente statale russa Russia-1 hanno discusso ridendo della possibilità di un attacco nucleare a New York City, negli Stati Uniti, e hanno affermato che la città sarebbe stata “completamente distrutta” dopo che l’esercito russo ha annunciato mercoledì di aver condotto il suo primo test di successo. il missile balistico intercontinentale Sarmat, un’arma di nuova generazione a lunghissima gittata.

Il videoclip è stato condiviso sul social network Twitter da Julia Davis, giornalista americana, creatrice di mezzi di informazione indipendenti sulla Russia, Il quotidiano russo Monitor

“Riesci a immaginare uno dei nostri presentatori più famosi che ride al pensiero di distruggere una città?”, ha twittato preoccupata.

I presentatori hanno fatto riferimento al missile balistico intercontinentale Sarmat, un’arma definita da Vladimir Putin “impareggiabile”, quando uno di loro ha scelto di illustrare i suoi commenti assicurando che il missile sarebbe stato abbastanza potente da distruggere una città come questa. New York. che conta più di 8 milioni di abitanti.

“Un unico obiettivo, il territorio degli Stati Uniti”

“Abbiamo un solo obiettivo, il territorio degli Stati Uniti”, ha lanciato per primo uno degli animatori, provocando le risate di uno dei suoi vicini.

“Se 7,5 megatoni venissero consegnati al territorio del nostro cosiddetto partner, obiettivi come New York City, una bella città, verrebbero cancellati dalla mappa, completamente distrutti, con un solo missile. Quindi è meglio non farlo, ” ha detto casualmente uno dei presentatori, suscitando risate tra gli altri sul set.

“Il termine ‘partner’ è molto importante”, ha sottolineato tra le risate un altro conduttore, riferendosi agli Stati Uniti con i quali le relazioni diplomatiche in questo momento sono particolarmente fredde.

“Gli americani non hanno questi tipi di missili e non li hanno mai avuti”, ha assicurato anche uno dei presentatori, a proposito del missile balistico intercontinentale, le cui immagini di lancio vengono trasmesse in contemporanea.

L’esercito russo ha lanciato con successo per la prima volta un test del missile Sarnat mercoledì, con il Pentagono che ha assicurato che si trattava solo di un test “di routine” e che non rappresentava “nessuna minaccia” per gli Stati Uniti o i suoi alleati. Con un peso di oltre 200 tonnellate, il Sarmat dovrebbe superare il suo predecessore, il razzo Voevoda, che ha una portata di 11.000 km.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Il Lussemburgo stende un lungo tappeto rosso al 75° Festival di Cannes

La “pillola velenosa” di Twitter è troppo difficile da ingoiare per Elon Musk? – 22-04-2022 alle 08:17