in

questa stupefacente e incredibile misura che la direzione ha adottato per i propri clienti

Naturalmente, i clienti abituali del gigante degli sconti non saranno contenti! Si segnala, tuttavia, che tale provvedimento riguarda per il momento principalmente i negozi Lidl di Lione. I vertici del brand tedesco, infatti, hanno postato un messaggio che farà sicuramente rabbrividire le persone. Ti diciamo tutto.

Un messaggio curioso rivolto ai clienti

I negozi Lidl di Lione stanno attraversando una crisi. E il minimo che possiamo dire è che le sue conseguenze non soddisferanno necessariamente tutti. Molto semplice, perché alcuni clienti potrebbero benissimo cambiare la lista della spesa.

Ricordiamo che la situazione risale a qualche giorno fa. I consumatori più fedeli del marchio avrebbero potuto solo accorgersene. In tutti i negozi del gruppo nella città di Lione c’è un foglio con sopra una lettera.

“Al momento stiamo riscontrando problemi di consegna per molti dei nostri prodotti. Per soddisfare tutti i nostri clienti, ti chiediamo gentilmente di limitare i tuoi acquisti.

Schermata di Twitter

Cosa è successo esattamente? L’azienda potrebbe essere in declino? C’è una carenza globale? Niente di tutto questo, perché la situazione è molto facile da spiegare. In realtà, questi sono solo i primi effetti della guerra russo-ucraina.

Per far fronte a questo, Lidl invita i propri clienti a limitare i propri acquisti a prodotti specifici. Nota che questa non è ancora una vera carenza, ma piuttosto un “razionamento” o un “limite”, se vuoi.

Quali prodotti sono interessati?

Per il momento, questo limite non si applica a tutti i prodotti alimentari venduti da Lidl. Si tratta principalmente di bottiglie di olio di girasole. Al fine di evitare una possibile penuria, il management della società tedesca ha ritenuto necessario destinare ai propri clienti un limite di acquisto.

Il media Actu Lyon conferma che i consumatori possono assumere solo 4 bottiglie da 0,75 l quando acquistano olio di girasole biologico. E quando si tratta di una bottiglia da 1 litro di olio di girasole e miscele di oli diversi, compreso l’olio di canola, non possono contenere più di 3 bottiglie.

Tuttavia, in un comunicato stampa della Lidl, Actu Lyon sottolinea che questo non è un obbligo nel senso stretto della parola. Piuttosto, sarebbe una raccomandazione, un invito. Una misura di sicurezza che mira a limitare le conseguenze di una carenza.

Non bisogna infatti dimenticare che Russia e Ucraina insieme sono ancora responsabili di circa il 75% dell’olio di girasole mondiale. Alla lunga, questa guerra non può che portare a un deficit che riguarderà il Lione e tutta la Francia.

Il peggio deve ancora venire?

La guerra in Ucraina è scoppiata verso la fine di febbraio 2022. Da allora i media di tutto il mondo non ne hanno parlato. Se il prezzo di carburanti ed energia è aumentato nelle prime settimane successive, i veri effetti nel settore alimentare dovranno attendere ancora un po’.

Ecco perché Lidl ha preso l’iniziativa nel limitare il fenomeno dell’over-buying. In questo modo, la catena di vendita al dettaglio aiuta a ridurre il panico, perché i prodotti sono distribuiti in modo uniforme. Comincia adesso. Non manca di certo ad aprile, le gare di fine anno sarebbero dure se la guerra continua…

©️ Gli editori di Tekpolis qualsiasi riproduzione dei nostri articoli senza la nostra autorizzazione sarà segnalata a Google e Facebook

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

il sindaco di Mariupol stima che vi siano morti 10.000 civili dall’inizio dell’invasione russa

Foot PSG – Addio PSG, accordo Lewandowski-Barcellona fino al 2025?