in

Serge Boucher: avvicinarsi all’amicizia con la filosofia

L’amicizia, la solidarietà e il non detto, cosparsi di “Frammenti” del passato, saranno al centro della nuova serie drammatica di Serge Boucher.

In questo nuovo volume, che Serge Boucher (“Aveux”, “Apparizioni”, “Fuochi” e “Fragile”) chiama la sua “intima cronaca filosofica”, si celebrano la vita, l’amore, l’amicizia, l’asino, il desiderio, la felicità e la morte.

“È una serie sulla guarigione […] che rimette l’individuo al centro del gruppo” e rivisita i fondamenti della vita che hanno reso ciascuno dei personaggi quello che è diventato 35 anni dopo, ha spiegato l’autore mercoledì quando è stata annunciata la serie.

Per caso, François Bibeau (James Hyndman) un giorno incontra Paul-André Denis (René-Richard Cyr) e la sua prima fiamma, Marlène Cormier (Céline Bonnier) in una situazione alquanto speciale. Questo incontro casuale risuonerà con François, che cercherà di far rivivere il “Victo Quartet” formato all’epoca con il compianto Jacynthe Nadeau (Camille Felton), morto negli anni ’80 e dal quale fu espulso.

Muovendosi avanti e indietro tra passato e presente, Serge Boucher pone molte domande esistenziali attraverso i suoi protagonisti. “Cos’è vivere, cos’è la felicità, cos’è amare; si tratta di tutto ciò in “Frammenti”. Il tempo: passato, presente e futuro lavorano insieme e allo stesso tempo ci incontriamo, e ovviamente impareremo cose”, ha sottolineato l’autore, aggiungendo che il ritorno di François sicuramente risveglierebbe, risveglierebbe e rovinerebbe le cose.

“Chi non ha posto la domanda, sono riuscito nella mia vita?” ha lasciato cadere, dando il tono alla sua nuova serie.

L’incontro spontaneo dei membri del compianto “Victo Quartet” permetterà allo spettatore di ripercorrere la vita di François, in cui sua moglie, morta due settimane prima, e i suoi figli Céleste (Schelby Jean-Baptiste) ed Édouard (Irdens Exantus) attratto. Ma anche per scoprire il mondo di Marlène, Paul-André, Renaud (Luc Guérin), suo marito degli ultimi 30 anni e Thomas (Félix-Antoine Duval), figlio di Renaud.

Comprendiamo anche che quest’ultimo potrebbe essere il figlio di Jacynthe, di cui Marlène, che prima della sua morte aveva promesso all’amica che avrebbe vegliato su suo figlio, gli fa da madre surrogata.

“Sappiamo sempre più di quanto sappiamo e sappiamo sempre meno di quanto pensiamo. Ma per ogni sorta di ragioni, François sarà vincolato da una sorta di impulso a riconnettersi con il “Quartetto”, ad avvicinarsi a loro affinché accada qualcosa. E pone anche la domanda: qual è la nostra verità? Sylvie, morta due settimane fa, era l’amore della sua vita? Marlene potrebbe essere l’amore della sua vita? Cos’era? Dove sono le nostre verità più profonde? È l’unica cosa che stimola il contatto con i suoi vecchi amici del CEGEP’, dice James Hyndman.

La serie vede protagonisti Alexis Déziel, Carla Turcotte, Étienne Courville e Maxime Gibeault, che in passato interpreteranno rispettivamente i personaggi di François, Marlène, Paul-André e Renaud, ma anche Dominique Leduc, France Castel, Luis Oliva e Marie-Helene Gendreau .

Le riprese dovrebbero iniziare la prossima settimana nel cuore di Montreal e dovrebbero essere completate entro agosto.

Diretto da Claude Desrosiers e prodotto da André Dupuy per Amalga, “Fragments” di Serge Boucher sarà presentato in anteprima su ICI TOU.TV EXTRA per 10 episodi di un’ora.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

cosa ricordare dal giorno del 20 aprile

ha aiutato un aereo spia statunitense ad affondare la “Moskva”?