in

Steph Curry batte il record con un altro Warrior e tradisce Klay Thompson

Quando Stephen Curry e i Warriors battono i record di abilità NBA, Klay Thompson non è mai lontano, colui che può prendere fuoco in un batter d’occhio. Ma in questa stagione, il capo fa squadra con un altro compagno di squadra per brillare nelle riprese…

Stefano Curry e Klay Thompson sono senza dubbio uno dei migliori duetti nella storia della NBA, hanno rivoluzionato il gioco. Grazie a loro, o “a causa loro” per chi non ama le evoluzioni degli ultimi anni nelle competizioni, i giochi di oggi si basano principalmente sul tiro da 3 punti e sul successo dall’esterno. Il gioco di fascia media è quasi scomparso nelle ultime stagioni, con poche eccezioni.

E oltre ad avere un impatto mostruoso sugli altri 29 franchise, gli Splash Brothers hanno anche un track record che legittima il loro approccio al gioco. Per molto tempo, gli osservatori hanno pensato che fosse impossibile per una squadra vincere da questa distanza. il titolo, ma tre squilli dopo, l’analisi della forza lavoro è cambiata molto, e sono quelli che non hanno un grilletto nella forza lavoro che oggi vengono puniti.

Steph Curry e Jordan Poole battono il record di 35 anni

Ma con alcuni infortuni, questo duo leggendario non suona ai massimi livelli da anni, ed è passato un po’ di tempo da quando hanno battuto un record prestigioso. Steph Curry ha invece lasciato un segno impressionante in questa stagione girando con un altro compagno di squadra, un’infedeltà che potrebbe far ingelosire Klay Thompson…

Jordan Poole e Stephen Curry sono i primi compagni di squadra a finire primo e secondo in percentuale di tiri liberi (minimo 100 tentativi) dal 1987.

In questa stagione, Jordan Poole e Stephen Curry sono stati eccezionali dalla linea di tiro libero, tirando rispettivamente il 92,5 e il 92,3 percento, i primi due giocatori con oltre 100 mete. Una prima in 35 anni, che vale ancora la pena menzionare. Klay Thompson non è stato coinvolto con il suo Splash Bro per una volta, sebbene fosse molto abile con il 90,2% di successo ma in molti meno tentativi.

La cosa pazzesca di questa classifica degli sparatutto più efficaci è la sbalorditiva goffaggine di Andrew Wiggins, che spara solo il 63,4%, una cifra che vale un pivot. Ad esempio, sta dietro a Draymond Green, le cui difficoltà nell’esercizio sono ben documentate. Il canadese dovrà aggiustare il mirino in fretta o risulterà ingiocabile a fine partita nei playoff.

Stephen Curry ha collaborato con Jordan Poole per creare un Citare piuttosto prestigioso nell’indirizzo. Ma non c’è dubbio che gli Splash Brothers abbiano ancora un brillante futuro davanti a loro e che faranno meglio in futuro.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Zelda su PS5? Il suo rivale è già qui ed è in vendita!

I laptop perdono più di 1000€: Fnac ha deciso di svuotare le sue scorte!