in

Tsitsipas contro Davidovich per il doppio

Stefanos Tsitsipas difenderà il suo titolo domenica a Monte-Carlo, non contro Novak Djokovic o Carlos Alcaraz, come vuole la logica, ma contro Alejandro Davidovich che giocherà la sua prima finale in assoluto in pista.

Il greco, 5° al mondo, è stato impressionante per tutto il torneo, anche nei quarti di finale dove ha usato le sue risorse fisiche e mentali per esonerare Diego Schwartzman in 2:43 dopo aver perso 4-0 nel set decisivo.

Ha terminato questo quarto d’ora da far rizzare i capelli venerdì alle 23:00 ed è tornato in pista poche ore dopo sabato per iniziare la sua metà poco prima delle 17:00.

“È stato difficile riprendere dopo una partita difficile. Il mio fisico non era al 100%, ma sono molto contento del tennis che ho prodotto”, ha ammesso Tsitsipas dopo aver battuto tranquillamente il tedesco Alexander Zverev (3°) con 6-4, 6-2 in appena 1h15.

Contro ogni previsione, il greco voleva imporre una lotta fisica. “Volevo restare in campo il tempo necessario e avviare lunghi scambi per rendere il pezzo fisico. Ovviamente ha funzionato bene”, ha spiegato il giocatore, che era ancora alla ricerca del primo titolo in questa stagione.

Il campione olimpico di Tokyo aveva anche acconsentito a una sferzata di energia nei quarti per battere Jannik Sinner in 3:07, e infatti sabato sembrava disilluso e un po’ sminuito fisicamente.

“Ero un po’ limitato (fisicamente) oggi. La partita di ieri è stata molto impegnativa e il mio problema alla gamba (ha fatto un massaggio alla coscia sinistra durante il quarto) non ha aiutato”, ha detto, riconoscendo che “Stefanos aveva giocato dieci volte meglio.” di lui.

– Vantaggi –

Il tedesco ha resistito nel primo set ma non nel secondo dove ha concesso quattro gare di fila sul 2-2.

L’anno scorso, poche settimane dopo aver vinto il suo primo Masters 1000 a Monte-Carlo, l’unico fino ad oggi, Tsitsipas ha condotto due set a zero contro Novak Djokovic nella finale del Roland-Garros prima di perdere.

Tanto che Tsitsipas, esonerato dal primo turno, ha il vantaggio dell’esperienza (quest’anno ha giocato la finale a Rotterdam, le semifinali agli Australian Open e ad Acapulco) ma anche freschezza contro il suo ultimo avversario della settimana.

Davidovich (46° ma già garantito lunedì per salire al 27° posto – la sua miglior classifica – o addirittura nella Top 20 in caso di titolo) giocherà infatti la primissima finale della sua carriera sul circuito ATP a 22 anni.

Era salito in semifinale tre volte (Estoril 2021 e 2019, Colonia 2020), ma fino ad allora non aveva mai tagliato il traguardo.

Quest’anno è arrivato sulla terra battuta a Monaco con un record di nove sconfitte su quattro vittorie e aveva appena ottenuto due vittorie all’ATP 250 di Doha a febbraio.

– Energia –

Ma dopo essersi pentito di non essere stato in grado di difendere le sue possibilità nei quarti di finale dell’anno scorso quando è stato costretto al ritiro dopo il suo primo set contro il Tsitsipas, quest’anno ha messo a disposizione un’enorme quantità di energia per superare i cinque round che lo hanno portato a la finale. .

Con il passaggio la migliore vittoria della sua carriera, ottenuta al 2° turno contro il numero 1 del mondo Novak Djokovic.

“Dall’inizio del torneo, ero mentalmente pronto a combattere in qualsiasi momento”, ha insistito sabato dopo un altro estenuante combattimento di 2:44 contro il bulgaro Grigor Dimitrov (29°) 6-4, 6-7 (2/7) a congedare. , 6-3.

“E’ stata una partita difficile… ho avuto le mie possibilità nel secondo set, ma Grigor ha giocato bene ed ero stanco. Ma ho continuato a lottare, volevo vedere dove fossero i miei limiti”, ha spiegato.

Probabilmente sarà necessario flirtare con, o addirittura superare, questi limiti di nuovo se vuole battere Tsitsipas.

Ad oggi il greco ha vinto le prime due partite (dopo essersi ritirato lo scorso anno a Monte-Carlo e dopo un’emozionante partita d’andata a Rotterdam a febbraio).

“Con quello che è successo questa settimana, sono davvero pronto per questo nuovo scontro, mi godrò ogni momento”, ha promesso Davidovich.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Tunisia: una petroliera con 750 tonnellate di gasolio affonda fuori dal Paese

M. Pokora, Christina Milian e Violet si tengono per mano: acquisti in famiglia a Los Angeles: la presentazione