in

Uno scontro tra i primi della classe

Il leader del Botola Pro Inwi, Wydad de Casablanca, si recherà ad Algeri sabato per affrontare la squadra algerina del Chabab Riadhi de Belouizdad, che domina la Ligue 1, allo Stade du 5 Juillet 1962 aspirando a un’opzione in semifinale. Finale di Champions.

È come un favorito che il doppio vincitore del più prestigioso campionato di calcio africano (1992/2017) presenterà per questo derby magrebino che lo vedrà affrontare il CR Belouizdad. Il Wydad aveva infatti concluso la fase a gironi in vetta alla classifica del Gruppo D con 15 punti, ottenendo cinque vittorie prima di una sola sconfitta in sei giorni contestati.

Dal canto suo, CR de Belouizdad era arrivato secondo nel Gruppo C, a 11 punti dall’Espérance Sportive de Tunis (leader, 15 punti), con tre vittorie e un pareggio per due sconfitte.

A livello locale, il Wydad de Casablanca si era appena qualificato per i quarti di finale della Coppa del Trono, battendo Chabab Mohammadia (SCCM) 3 gol a 2, grazie alla doppietta di Ayman El Hassouni (30° e 67°) e Jalal Daoudi (82°).

Quanto a lui, lo Chabab de Belouizdad, leader indiscusso del campionato algerino di Ligue 1, martedì sera ha fatto una grande prestazione superando il suo secondo classificato JS Saoura (1-0) e aumentando il suo vantaggio a nove e due punti. più giochi da fare.

In vista del derby dei colori africani di sabato, gli uomini di Walid Regragui saranno convocati per confermare il loro status di favoriti per questa edizione 2022 di Champions League, nonché stabilità in termini di servizi finora forniti nella competizione.

Notiamo che il WAC mostra statistiche convincenti riguardo ai suoi movimenti durante la fase a gironi con due vittorie per una sola sconfitta, proprio come il suo avversario algerino che negozia molto bene le sue partite in casa (due vittorie e un pareggio).

L’allenatore Regragui dovrà probabilmente mantenere la sua tipica rosa con alcuni dettagli con Tagnaouti nelle gabbie, Dari, Rahim, El Amloud e Attiat in difesa, Jaadi, Jabrane, El-Moutaraji e Mouaid Allafi in mezzo e Hassouni e Tsoumou come uno solo attacco a due.

Tuttavia, il lato sinistro Yahya Attiat Allah potrebbe saltare la chiamata e solo lo staff medico può decidere se può apparire nella formazione di ritorno di Regraqui. Il giocatore è stato colpito alla coscia durante la partita di Champions League con Petro Luanda (5-1). Il suo infortunio ha richiesto dieci giorni di riposo.

Da parte sua, l’allenatore brasiliano della CRB Marcos Paqueta aveva espresso fiducia nelle sue recenti dichiarazioni, anche se la missione dei compagni di squadra di Nessakh contro il doppio vincitore della competizione si preannuncia dura.

Il tecnico brasiliano, che aveva confermato che tutte le squadre sono uguali in questa fase della competizione, ha detto di “aver avuto il vantaggio di affrontare una squadra musulmana, che ci permetterà di giocare il ritorno in notturna durante questo mese di Ramadan”. †

“Oltre a questo, non dobbiamo viaggiare a lungo, perché voliamo solo per tre o anche quattro ore. È un grande vantaggio per noi e anche per loro”, ha spiegato.

Per quanto riguarda il WAC, Paqueta afferma di avere informazioni sufficienti sui Wydadi e in tale veste iniziò a prepararsi per lo scontro ad Algeri.

Si noti che CR Belouizdad giocherà davanti ad almeno 50.000 dei suoi sostenitori questo sabato. Infatti, l’ufficio del complesso olimpico Mohamed-Boudiaf (Algeri) ha annunciato mercoledì in un comunicato l’apertura al pubblico dello stadio 5 luglio da venerdì in occasione dei quarti di finale della Champions League della Confederazione Africana Calcio (CAF).

La partita è guidata dall’arbitro burundese Pacific Ndabihawenimana.

Nelle semifinali la vincente tra CRB – ​​​​​​​​Wydad Casablanca affronterà la squadra vittoriosa dei quarti di finale tra l’Atletico Petroléos dell’Angola e il sudafricano Mamelodi Sundowns.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

RICERCA. Come l’oligarca russo Suleyman Kerimov ha nascosto i suoi miliardi alle autorità fiscali

Elden Ring: nuovo record mondiale per aver finito il gioco, ma questa volta senza “barare”