in

A Le Havre, Macron è stato arrestato per assenza da C8 e “Face à Baba”

POLITICA – C8 è il n. Emmanuel Macron è stato arrestato giovedì 14 aprile, durante un viaggio a Le Havre, per la sua (non) partecipazione ai programmi presentati da Cyril Hanouna. Dibattiti a cui si sono prestati al primo turno i principali candidati alle elezioni presidenziali.

“C’è un programma molto popolare, ‘Touche pas à mon poste’ e in particolare ‘Face à Baba’… Mi piacerebbe vederti lì e la maggior parte dei giovani francesi lo fa”, ha detto un giovane. candidato presidenziale stringendogli la mano, se Puoi vederlo sotto, prima di insistere: “Davvero, penso che sarebbe interessante. Siamo felici di difenderti, ma vogliamo anche che tu difenda le tue belle idee per la Francia.

Secondo C8 e Marine Le Pen, Emmanuel Macron ha rifiutato di partecipare al programma in questione, portando alla cancellazione della partecipazione del leader del Raduno Nazionale, che richiede il rispetto del tempo di parola.

La selezione di Macron

“Da lunedì, molti programmi e interviste alla stampa sono stati cancellati dopo il rifiuto di Emmanuel Macron di partecipare”, ha scritto il candidato di estrema destra sui social network giovedì 14 aprile, dicendo “si rammarica dell’atteggiamento del (suo) concorrente che deruba il Il francese di un dibattito democratico libero e aperto». Prima di allora, Jordan Bardella, presidente di RN, aveva già inveito contro un presidente che «rifiuta il dibattito, fugge fino alla fine il confronto con il suo equilibrio» respingendo l’invito di C8.

E la risposta dell’interessato, questo mercoledì, probabilmente non farà piacere ai fan del canale e del campo di Le Pen. Quando parte della risposta di Emmanuel Macron viene soffocata dalle canzoni dei suoi attivisti, il candidato alla presidenza se la cava con un vago: “Cercherò di fare qualcosa. Continuerò a farlo, lo faccio già molto come sai. Evoca quindi un’apparizione su France 2 o il suo arrivo sul canale dello YouTuber Hugo Décrypte.

Non è la prima volta che l’inquilino dell’Eliseo viene criticato per il suo rifiuto di partecipare ad alcuni eventi chiave di questa campagna. Ad esempio, ha evitato il programma “Élysée 2022”, su France 2, con dispiacere dei suoi giornalisti. “Signor Macron, perché rifiuta gli inviti di France 2?” Lo ha chiesto l’associazione dei giornalisti dell’emittente pubblica in una lettera aperta rilasciata lunedì 4 aprile, ricordando che il capo dello Stato ha finora partecipato “a nessuno dei tanti incontri politici” del 2.

Gli sfratti di Le Pen

Marine Le Pen, invece, è coinvolta in una polemica ancora più accesa sulla negazione dell’accesso ai giornalisti da Quotidiano durante gli eventi della sua campagna. Una sequenza che ha messo in luce i rapporti spesso tesi che i dirigenti di National Rally hanno con la stampa.

Come i giornalisti del programma TMC, i giornalisti di Mediapart non sono sempre accreditati alle riunioni dei candidati o alle conferenze stampa. Nel settembre 2019, la RN ha temporaneamente revocato l’accreditamento di un giornalista a Edizione per coprire la sua università estiva a Fréjus (Var), dopo la pubblicazione da parte del quotidiano di un ritratto del sindaco della città di RN. A Mayotte a dicembre, i media Mayot settimanale ha protestato contro il divieto del National Rally a uno dei suoi giornalisti di continuare a monitorare la campagna di Marine Le Pen sull’isola.

Anche ora, il leader di estrema destra ha problemi con France 2. Secondo le informazioni del MondoA fine marzo, il giornalista Patrick Cohen è stato licenziato dal programma “Eliseo 2022” su richiesta della candidata, quando l’avrebbe interrogata allo stesso modo degli altri contendenti all’Eliseo.

Vedi anche su The HuffPost: Tutte quelle volte Anne-Sophie Lapix ha fatto il suo lavoro contro la politica

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Fortnite: un’emote pay2win presente nel gioco? Un giocatore lo scopre “accidentalmente” e si classifica tra i primi 1

La CIA avverte del rischio nucleare di Vladimir Putin