in

Barca eruttare di nuovo al Camp Nou

L’FC Barcelona ha battuto il Cadice (1-0) al Camp Nou lunedì al termine della 32a giornata, rimanendo al secondo posto, a pari merito con Sevilla FC e Atlético Madrid (60 punti), quindici lunghezze dietro il Real Madrid. Di ritorno dagli spogliatoi, i blaugrana piegano su un gol di Lucas Perez (47°) dopo due parate di Marc-André ter Stegen davanti a Ruben Sobrino, sotto gli occhi di Clément Lenglet, inerte, che subisce la prima sconfitta in Liga da quattro mesi . Questa battuta d’arresto arriva quattro giorni dopo la loro eliminazione dall’Europa League nei quarti di finale contro l’Eintracht Francoforte in circostanze incredibili. Questa seconda via consecutiva desta preoccupazione, poco prima dello sprint finale della stagione. Il Barca non perdeva in campionato contro il Betis Sevilla al Camp Nou (2-1) dal 4 dicembre. Da allora, i giocatori di Xavi sono rimasti imbattuti da quindici partite della Liga (quattro pareggi e 11 vittorie) e hanno vinto le ultime sette partite di campionato. “Abbiamo perso un’occasione d’oro per fare la differenza per le altre squadre coinvolte nella battaglia per la Champions League”, ha detto Xavi in ​​una conferenza stampa successiva. Abbiamo quasi detto addio al titolo. critica. Siamo il Barça, dobbiamo fare meglio. Questo chiaramente mi preoccupa”. Ma la loro serie di vittorie si è conclusa lunedì, contro la roccia gialla del Cadice, che ha compiuto un’ottima operazione uscendo dalla zona rossa (sedicesimo, a due punti dalla prima retrocessa, il Maiorca). In assenza di Ronald Araujo e Gerard Pique, ferito e impantanato nel trambusto delle rivelazioni sugli ordini ricevuti dalla sua società Kosmos nell’ambito dell’organizzazione della Supercoppa spagnola in Arabia Saudita, il blocco difensivo catalano ha lottato per trattenere l’ex attaccante dell’Arsenal Lucas Perez, che ne aveva di più più di un’occasione per raddoppiare E in attacco Ousmane Dembélé è stato l’unico uomo che ha portato animazione offensiva alla squadra blaugrana L’esterno francese è stato in tutte le mosse giuste ed è stato anche molto vicino al pareggio su un lungo attacco secco al 68′, costringendo l’argentino Il portiere Jeremias Ledesma interviene. Pierre-Emerick Aubameyang era molto vicino al pareggio all’89’, ma anche lui resistette a Ledesma. Nonostante la sconfitta, tuttavia, questa partita ha segnato un ulteriore momento clou nella carriera del capitano blaugrana Sergio Busquets, dato che lunedì il centrocampista ha giocato la sua 674esima partita con la maglia del Barca, insieme alla leggenda Andrés Iniesta. Tuttavia, rimane molto lontano dai primi due, l’attuale allenatore Xavi con 767 partite e Lionel Messi con 778 partite. Ma lo stemma blaugrana è arrivato a questo terzetto lontano dai suoi più cari tifosi: gli ultras catalani avevano deciso di boicottare la partita contro il Cadice per protestare contro la cattiva gestione del club allo sportello contro l’Eintracht Francoforte, dove più di 30.000 tifosi tedeschi avevano sostenuto la propria squadra. elimina il grande Barça. Così, alla fine della 32a giornata, tre squadre sono a pari merito sul secondo gradino della Liga con 60 punti: Sevilla FC, FC Barcelona e Atlético Madrid sono tutti quindici punti dietro il Real Madrid, a cui somiglia l’incoronazione. .. Questo trio è solo un piccolo vantaggio di tre punti sul Betis Sevilla, che sogna di giocare il breakout nella Top 4 e qualificarsi per la League of Champions. L’FC Barcelona, ​​tuttavia, questa settimana avrà due occasioni per prendere le distanze, prima sul campo della Real Sociedad giovedì per una 33ª giornata inserita, poi domenica al Camp Nou contro il Rayo Vallecano, in una partita finale della 21ª giorno.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“L’Europa bianca, ricca e cristiana si sta barricando. Ha paura degli africani, dei musulmani, dell’altro”

Ion Hazikostas parla di potere, talenti, fama, Dragonflight… – World of Warcraft