in

Benzema, Haaland, Mendy, il suo futuro… Ancelotti fa il punto per il Granada!

Zapping World Elf TOP 10: Le più belle maglie della Ligue 1 2021/2022

Due giorni dopo l’ottima prestazione del Real Madrid contro il Chelsea (3-1), Carlo Ancelotti ha partecipato a una conferenza stampa alla vigilia dell’accoglienza del Granada (21:00). La possibilità per lui di discutere vari argomenti tra cui Karim Benzema, Erling Haaland, Ferland Mendy o anche il suo futuro. Parole riportate dall’account del Real France.

Sul recupero dopo il Chelsea

“Sta ancora andando avanti, non ci siamo ancora ripresi del tutto, domani abbiamo una partita molto importante per il campionato”.

A proposito di Benzema

“E’ una carriera molto lunga, è cresciuto, ha personalità, leadership, è sempre stato bravo, ma ora si distingue di più perché è più deciso. È più un leader”.

Sulla differenza di preparazione tra C1 e La Liga

“E’ vero, tralasciando l’aspetto fisico, l’aspetto mentale è molto più complicato. Contro il Chelsea non bisogna insistere sull’aspetto psicologico, solo sulla tattica, per questa partita contro il Getafe bisogna spingerli un po’. di più per andare avanti. per prepararli, per dare a Getafe l’importanza che merita”.

A proposito di Mendy

“Era ancora stanco, stava facendo un lavoro individuale. Valuteremo domani prima della partita e se non prima di martedì”.

Su un confronto Benzema/van Basten

“Sono periodi diversi, è complicato. Ma Van Basten, se li confrontiamo… Penso che apprezzino entrambi questo confronto, sia Marco che Karim”.

Sulla stagione in corso

“Finora questa squadra ha dato quello che può dare, finora ha consegnato. Abbiamo raggiunto la partita di casa in una posizione molto, molto buona. Abbiamo fatto la torta, ora dobbiamo mettere la ciliegina sulla torta”.

A proposito di allenare il Real Madrid

“Sono fortunato ad avere tanto equilibrio e pace. Sono stato fortunato nella vita e per fortuna ho avuto il Covid al momento giusto, mi sono isolato in casa e non ho ascoltato nessuno e niente (ride) Il “allenatore si distingue solo quando perdi. Se siamo cattivi è solo colpa dell’allenatore. Lo devo accettare, soprattutto quando alleniamo il Real Madrid, è: “È il posto più bello del mondo. Bisogna accettare le critiche, è normale, il problema sono le critiche in squadre che non sono grandi come il Real Madrid”.

Sul suo futuro

“A fine stagione il club valuterà il mio lavoro e prenderà una decisione. Mi piace questa atmosfera e lavoro ogni giorno”.

Sul possibile addio di Bale al Bernabéu

“E’ pronto per giocare, vuole finire bene in questo club. Andare al Bernabeu sarebbe giusto e meritato. Ha avuto problemi, non ha giocato ultimamente, ma è entrato nella storia di questo club con i suoi gol e i suoi trionfi». †

Sull’impatto di un possibile arrivo di Haaland (e Mbappé) su Benzema

“Con l’età di Karim e il fatto che stia migliorando sempre di più… non cambia nulla per i compagni. In futuro, senza dubbio, sarà uno dei giocatori più importanti di questo club, a prescindere dal compagno”.

riassumere

Carlo Ancelotti era presente alla conferenza stampa di domani sera (ore 21) contro il Granada. Ed è tornato su alcuni temi caldi, tra cui le condizioni fisiche di Ferland Mendy e l’ottima forma di Karim Benzema.

Nathan Bricout


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

la strategia a breve termine dell’AIE per sostituire il petrolio russo

partecipanti, giochi, regole… Il programma del weekend