in

chi può godere del nuovo bonus di 1.000 euro per l’installazione di una caldaia per il riscaldamento centralizzato?

Aumento di 1.000 euro degli aiuti alle famiglie per la sostituzione delle caldaie a combustibili fossili con apparecchiature a energia rinnovabile: è stata una delle misure annunciate dal governo nell’ambito del piano di resilienza economica e sociale adottato lo scorso 16 marzo, presentato in risposta all’aumento dei prezzi dell’energia.

Tale bonus sarà in vigore per le pratiche presentate da venerdì 15 aprile fino alla fine del 2022, si legge in un decreto pubblicato il 7 aprile. In pratica, questi 1.000 euro rafforzano il sostegno di MaPrimeRénov, già esistente per questo tipo di lavoro – MaPrimeRénov’ è il principale aiuto di Stato che finanzia lavori di risparmio energetico per le famiglie.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Immobiliare: i primi passi del nuovo servizio pubblico per la riqualificazione energetica delle abitazioni

Per richiedere questa risorsa, puoi visitare i siti web France-renov.gouv.fr o Maprimerenov.gouv.fr. Sono interessati sia i proprietari che i proprietari.

Equipaggiamento idoneo

Tra le attrezzature che consentono di usufruire di questo bonus di 1.000 euro ci sono le caldaie con alimentazione automatica e alimentazione manuale a legna o altre biomasse (come paglia, segatura, corteccia). Ma anche apparecchiature per la produzione di riscaldamento e acqua calda sanitaria ad energia solare termica. Così come le pompe di calore geotermiche, che recuperano calore dalla terra o dalla falda, e le pompe di calore solari, cioè dotate di pannelli solari per raccogliere il calore dall’ambiente circostante.

Sono interessate anche le pompe di calore aria-acqua, che recuperano calorie dall’aria per riscaldare l’acqua per i radiatori.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti Immobiliare: chi può ricevere sostegno per la ristrutturazione energetica della propria casa?

Tuttavia, se questo bonus di $ 1.000 è rivolto alla maggior parte delle famiglie, non è destinato ai più ricchi.

Escluse le famiglie “rosa”.

Non dimentichiamo che gli importi degli aiuti erogati da MaPrimeRénov’ variano secondo quattro categorie di reddito, che vanno da molto modeste, per un reddito non superiore a 15.262 euro annui per una sola persona nella regione e 21.123 euro a Ile-de- Francia-Francia, nella categoria più alta, per le famiglie con reddito superiore a 35.894 euro nelle regioni e 38.184 euro nell’Ile-de-France.

Il sostegno extra di 1.000 euro è destinato alle prime tre fasce di reddito, rappresentate nel sistema MaPrimeRénov’ da tre colori: giallo, blu e viola. Il bonus si ferma quindi alle famiglie a reddito medio – fino a 29.148 euro per una sola persona nella regione e 38.184 euro nell’Ile-de-France (per una sola persona).

Hai ancora il 47,47% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Lotteremo fino alla fine”, dice l’ufficiale ucraino della città assediata di Mariupol

Félix Auger-Aliassime perde contro Lorenzo Musetti nel secondo round del Monte-Carlo Masters