in

Davvero fino al titolo

Il Real Madrid, vincitore di sabato contro il vicino Getafe per 2-0 al Bernabeu nella 31esima giornata della Liga, si è avvicinato di un passo all’incoronazione, mentre l’Atlético, che ha battuto il Maiorca 1-0, il Betis Sevilla su di lui ha visto tuffi e complicazioni la sua corsa per la C1.

Le Merengues, che martedì devono convalidare il biglietto per le semifinali di Champions League contro il Chelsea (vittoria per 3-1 all’andata allo Stamford Bridge), hanno aperto le marcature poco prima dell’intervallo (39°) grazie ad un palla centrata dalla destra di Vinicius e tagliata da un tuffo e colpo di testa del connazionale Casemiro. Poi hanno suggellato il loro successo con un secondo gol di Lucas Vazquez (68°).

“Può essere una partita su scala, tra due partite di Champions League, dove si esce sempre un po’ fisicamente e mentalmente… Ma la squadra ha risposto bene”, ha atteso Ancelotti in conferenza stampa al termine della partita.

E con questo 12° assist della stagione in tutte le competizioni, Vinicius si unisce a Benzema, che rimane il capocannoniere e il miglior assist della Liga (24 gol, 11 assist). Il pubblico ha anche fatto una standing ovation a “KB9” quando è uscito al 73esimo… (dal 26 febbraio 2020 contro il Manchester City).

“Bale vuole giocare, aiutare la squadra. Abbiamo bisogno di tutti. Ci deve essere unione tra tifosi e giocatori, questo è importante per lo sprint finale della stagione”, ha detto “Carletto” al fischio finale.

E Lucas Vazquez, spesso sostituto in questa stagione, ha approfittato delle prime rotazioni di Carlo Ancelotti contro il Chelsea per sostituire Dani Carvajal e segnare il suo secondo gol stagionale.

Un successo che conferma il buon slancio del Real dopo la botta ricevuta in clasico contro il Barca a fine marzo (4-0). Indispensabili tre giorni prima della sfida al Bernabeu contro i campioni in carica di Londra.

Gli uomini di Ancelotti hanno ancora dodici punti di vantaggio sul Sevilla FC, vincitore venerdì del Granada 4-2 e 2° in classifica, prima della partita dell’FC Barcelona di ieri a Levante.

L’Atlético, nel frattempo, è inciampato 1-0 sul Maiorca e vede complicarsi la corsa alla qualificazione alla Champions League, con la vittoria del Betis Sevilla a Cadice (2-1), pari a un punto dai Rojiblancos.

Quattro giorni prima del ritorno ai quarti di finale di Champions League, giocando l’andata per un biglietto per le semifinali dopo la sconfitta per 1-0 sul prato del Manchester City, i Colchoneros sono stati sorpresi al 68′ da un rigore contro di Reinildo e convertito dal kosovaro Vedat Muriqi.

Gli uomini di Diego Simeone sono stati letargici e sono riusciti a centrare la porta di Maiorca solo una volta nell’intera partita. Al contrario, in questa stagione hanno subito il loro settimo rigore nella Liga, il peggior totale dalla stagione 2010-2011, secondo lo statistico Opta.

La stagione dei Colchoneros potrebbe prendere una brutta piega tra pochi giorni: hanno terminato la loro serie di sei vittorie consecutive nella Liga, sono in cattive condizioni in C1… e dovranno competere per un posto in campionato la prossima stagione.

Perché poche ore prima, Betis Sevilla, con un Nabil Fekir alle spalle dopo aver scontato le sue due squalifiche, ha ribaltato le sorti sul campo di Cadice per avvicinarsi ai punti di qualificazione per la C1.

Ivan Alejo ha aperto le marcature per il Cadice al ritorno dallo spogliatoio (58°), ma Cristian Tello ha pareggiato pochi secondi dopo aver sostituito Fekir (78°), e l’immancabile Borja Iglesias, che ha sostituito Willian José al 60°, ha suggellato il successo per i “Béticos” su rigore (85°).

Se il Real ha quasi ribaltato la corsa al titolo, la corsa all’Europa resta indecisa.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

La Polonia vuole portare il massacro di Katyn alla giustizia internazionale

“È abbastanza !” : Léa Salamé era imbarazzata per la menzione del suo compagno Raphaël Glucksmann in diretta TV