in

Elon Musk smette di iscriversi al consiglio di Twitter

L’uomo più ricco del mondo ha annunciato il suo arrivo nel consiglio di amministrazione del social network il 5 aprile, due settimane dopo aver acquisito una partecipazione del 9,2% nella società.

Elon Musk, il boss di Tesla e SpaceX, ha rinunciato a far parte del consiglio di amministrazione di Twitter, ha annunciato Parag Agrawal, direttore generale del social network, dopo una settimana di avventure tra il miliardario erratico e la piattaforma. †Elon Musk ha deciso di non entrare a far parte del nostro consiglio di amministrazioneHa twittato Parag Agrawal.

L’arrivo di Elon nel consiglio doveva entrare in vigore il 9 aprile, ma Elon ha annunciato quella stessa mattina che non era più nel consiglio.ha spiegato in un messaggio allo staff di Twitter, che ha condiviso sulla piattaforma. †Credo sia il miglioreHa aggiunto.

Abbiamo apprezzato e apprezzeremo sempre la partecipazione dei nostri azionisti, che siano nel nostro consiglio o meno. Elon è il nostro maggiore azionista e rimaniamo aperti alla sua partecipazioneha continuato Parag Agrawal. Immediatamente dopo l’annuncio, Elon Musk ha twittato un’emoji ridacchiante, senza testo di accompagnamento. L’uomo più ricco del mondo ha annunciato all’inizio di aprile di aver acquisito una partecipazione del 9,2% nel capitale di Twitter, diventando così il maggiore azionista.

Un annuncio accolto favorevolmente dai mercati

Ha prima specificato nel documento inviato al regolatore di borsa che questa partecipazione “passivo”, cioè non aveva alcuna intenzione di influenzare grandi decisioni strategiche. Si era anche impegnato a non aumentare la sua quota oltre il 14,9%. Ma il successivo annuncio del suo ingresso nel consiglio di amministrazione di Twitter è stato accolto favorevolmente dai mercati. Gli investitori l’hanno preso come un segno che il miliardario stava finalmente pianificando di essere coinvolto nella strategia del gruppo.

Elon Musk è un utente molto attivo del social network, sul quale ha 80,5 milioni di abbonati. Parla quasi quotidianamente delle sue aziende, da Tesla (auto elettriche) a SpaceX (aerospaziale), passando per Neuralink (impianti cerebrali), e non ha paura di scherzare o provocare polemiche. Usa molto il suo account anche per sondare gli utenti di Internet, sulla sua vendita di azioni Tesla o, più recentemente, per scoprire se credono che Twitter rispetti la libertà di parola, una domanda a cui la maggioranza ha risposto.NoL’imprenditore ha più volte criticato la piattaforma su questo argomento, perché riteneva che fosse andata troppo oltre con una sostanziale moderazione.

Il miliardario moltiplica le provocazioni su Twitter

Da quando ha annunciato il suo ingresso nella capitale, Elon Musk ha moltiplicato le provocazioni. In particolare, ha condotto un sondaggio per chiedere se gli utenti di Twitter “Processareper correggere un tweet dopo la pubblicazione. Quasi 4,4 milioni di persone hanno votato e circa il 73% ha risposto”La piattaforma ha quindi annunciato che stava testando questa funzionalità, che molti utenti chiedevano da anni.

Elon Musk si è chiesto sabato se il social network”moribondo“, che indica account molto seguiti ma non molto attivi.”La maggior parte di questi account “super” raramente twittano e pubblicano pochi contenuti. Twitter sta morendo?ha scritto, in una lista dei 10 profili con il maggior numero di iscritti. In particolare, aveva notato che il cantante al secondo posto Justin Bieber aveva twittato solo una volta quest’anno.

Domenica ha fatto altri due suggerimenti:Rimuovere la w in Twitter?(con, come scelta di risposta, “” Vero “sicuro“) e “Trasformare il quartier generale di Twitter a San Francisco in un rifugio per i senzatetto, visto che comunque non ci andrà nessunoPiù del 90% degli 1,9 milioni di elettori ha detto “sì”, poi ha proposto modifiche all’abbonamento a pagamento per il social network Twitter Blue.

Ci saranno distrazioni in futuro, ma i nostri obiettivi e le nostre priorità rimangono invariati. Le decisioni che prendiamo e il modo in cui le eseguiamo sono nelle nostre mani e in quelle di nessun altro.ha detto Parag Agrawal nel suo messaggio ai lavoratori. Secondo Washington PostDiversi dipendenti di Twitter avevano espresso preoccupazione, soprattutto perché i valori dell’uomo più ricco del mondo non erano in linea con la cultura aziendale del social network.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

GIPHY App Key not set. Please check settings

per Jean-Luc Mélenchon, la nuova sconfitta alle soglie del secondo turno ha dato l’impressione di una vittoria

Aubameyang vuole Dembele al Barca. rimane