in

Foot PSG – PSG: Mbappé e Qatar concordano sul punto 1 del contratto

Nella lunghissima trattativa tra Paris Saint-Germain e Kylian Mbappé, ogni punto del contratto viene scrutato con una lente d’ingrandimento. Ed è stato raggiunto un primo accordo su un aspetto vitale per il futuro del calciatore francese.

Kylian Mbappe non si è nascosto a margine della netta vittoria del PSG al Clermont, infatti non vuole rispondere ad altre domande sulla sua possibile estensione al Paris o sulla sua firma gratuita con il Real Madrid. Se l’autore di due triplette consecutive in Ligue 1 si era confidato qualche giorno prima al Parc des Princes, questa volta è silenzio radio. “L’ho già risposto Lanciato, su Canal+, l’attaccante del Paris per chiarire che ora doveva aspettare prima di formalizzare lui stesso la sua decisione. Chiaramente però la tensione è sempre totale, Kylian Mbappé ascolta sempre quello che offrono la dirigenza del Paris Saint-Germain per convincerlo a declinare l’offerta che Florentino Perez porta in onda da mesi. La porta non si è quindi chiusa a una proroga, visto che il campione del mondo aveva ufficialmente annunciato la scorsa estate di aver richiesto senza successo un buono d’uscita per raggiungere Karim Benzema a Madrid.

Mbappé non fa soldi solo con il suo futuro

Ancora in fiamme il contratto che lega il PSG all’ex monegasco in scadenza a giugno, ma secondo Fabrizio Romano dal lato di Doha avremmo accettato la prima condizione imposta dal clan Mbappé, che era un requisito fondamentale prima ancora di andare oltre e parlato di milioni di euro. Anche se l’emiro del Qatar avesse indicato di essere disposto a mettere sul tavolo delle trattative un “bonus fedeltà” da 100 milioni di euro e spingere la busta paga a 50 milioni netti a stagione, l’idea di un contratto brevissimo sarebbe piaciuta il proprietario del Qatar no. Ma il giornalista italiano smentisce ancora l’idea di un accordo segreto tra il Real Madrid e Kylian Mbappé e ha confidato lunedì durante il suo talk show sui social network che il PSG ha finalmente accettato il principio del prolungamento del contratto di due anni con uscita di ufficialmente possibile dal 2023, il giocatore non vuole che gli venga rifiutato di partire entro un anno se lo desidera.

Dopo che questo primo punto è stato finalmente risolto tra Kylian Mbappé e Paris Saint-Germain, i colloqui sull’organizzazione sportiva continuano. Come Nasser Al-Khelaifi e Leonardo hanno capito bene, il giocatore attende qualcosa di diverso da una montagna d’oro per prendere la sua decisione, Mbappe non vuole più vivere l’enorme disillusione che le stagioni hanno visto dal 2017. visiera invece che visiera, il giocatore 25enne crede che il suo status di miglior calciatore del mondo meriti ancora la fiducia e che il PSG gli affiderà le chiavi sportive del progetto, come ha fatto per un po’ l’FC Barcelona. molto tempo con Lionel Messi. Kylian Mbappe non è né Dio né Messi, ma in Qatar non siamo lontani dal pensare che stiamo mettendo tutto in questo famoso prolungamento del contratto tanto desiderato dai tifosi. Fabrizio Romano, dal canto suo, indica che il giocatore si consulta sempre con la sua famiglia e il suo avvocato prima di fare una scelta definitiva tra Parigi e Madrid.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Diminuzione dell’affluenza alle elezioni presidenziali, guerra in Ucraina e cambio di primo ministro in Pakistan

in Sposati a prima vista, Bruno e Alicia sono molto legati il ​​giorno dopo la prima notte di nozze (VIDEO)