in

Furto di quadri Borduas e Riopelle: il collezionista afferma di essere in buona fede

Un collezionista d’arte di Montreal, suo malgrado, si trovò al centro di un’indagine penale perché, probabilmente inconsapevolmente, possedeva opere dei famosi pittori Borduas e Riopelle che furono trafugate 25 anni fa.

• Leggi anche: Il furto di opere per un valore di quasi $ 150.000 finalmente risolto dopo 25 anni

Il grande appassionato d’arte, che oggi ha accettato di raccontarci la sua storia in cambio del suo anonimato, ha l’amaro in bocca per questa interminabile indagine che si è conclusa questa settimana.


Un collezionista afferma di aver pagato circa $ 40.000 nel 2004 per L'autel aux idolâtres di Paul-Émile Borduas e $ 15.000 per Plumage d'or, di Jean-Paul Riopelle.

Foto di cortesia

Un collezionista afferma di aver pagato circa $ 40.000 nel 2004 per L’autel aux idolâtres di Paul-Émile Borduas e $ 15.000 per Plumage d’or, di Jean-Paul Riopelle.

La storia risale al 2004 quando ha acquisito L’altare degli idolatriun olio su tela dipinto nel 1946 da Paul-Émile Borduas, en piumaggio doratocreato nel 1988 da Jean-Paul Riopelle, in una galleria nella metropoli del Quebec.

“Se ricordo bene, ho pagato circa $ 40.000 per il Borduas e $ 15.000 per la Riopelle”, dice.

Giustifica il prezzo

Oggi, queste opere potrebbero valere circa $ 100.000 per la prima e $ 40.000 per la seconda, secondo Alain Lacoursière, un agente di polizia in pensione diventato estimatore d’arte.


L'altare degli adoratori di idoli di Paul-Émile Borduas

Foto di cortesia

L’altare degli adoratori di idoli di Paul-Émile Borduas

Nel 2019, il collezionista ha contattato un esperto per determinare il L’altare degli idolatri† Voleva regalarlo ad un amico, ma prima doveva essere sicuro della sua autenticità per giustificarne il prezzo.

L’uomo si è presto disilluso quando ha appreso che si trattava in realtà di una tela rubata nel 1997 nientemeno che dallo stesso Jean-Paul Riopelle. Gli è stato anche detto che il suo altro dipinto, piumaggio doratofaceva anche parte della proprietà trafugata dallo studio domestico del leggendario pittore a Sainte-Marguerite-du-Lac-Masson, nei Laurenziani.

Poiché viveva in Europa al momento del delitto, il collezionista afferma di non aver mai sentito parlare di un furto da parte di Jean-Paul Riopelle.

“L’ho acquisito in buona fede molto tempo fa e tutto mi ha colpito per via di un audit”, lancia l’uomo, che in tutti questi anni aveva esposto ingenuamente le opere a casa sua. Diciamo solo che non ho davvero bei ricordi degli ultimi anni. La polizia voleva portarmi in tribunale, ma non ho fatto nulla di male. †

occultamento

La Sûreté du Québec voleva effettivamente accusarlo di occultamento, ma il Direttore dell’accusa penale e penale (DPCP) ha stabilito che le prove non erano sufficienti. Il fascicolo è quindi chiuso.

Poiché una compagnia di assicurazioni aveva rimborsato Jean-Paul Riopelle per il furto dei Borduas nel 1997, una società internazionale specializzata nella ricerca di opere d’arte rubate o smarrite è stata incaricata di recuperare il dipinto.

Alla fine è stato firmato un accordo tra le due parti e il collezionista del Quebec conserverà il dipinto.

Quanto alla seconda tela trafugata, quella di Riopelle, l’uomo rivendica anche il diritto di conservarla. Con eccezioni, la legge del Quebec afferma che diventiamo proprietari di immobili dopo che li abbiamo posseduti per tre anni.

Hai informazioni su questa storia che vorresti condividere con noi?

Hai uno scoop che potrebbe interessare i nostri lettori?

Scrivici a [email protected] o chiamaci direttamente al numero 1 800-63SCOOP.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

“Top Chef”, Stagione 13, Episodio 10: Potato and Citrus Stars, Eliminata Lucie

Furto di quadri Borduas e Riopelle: il collezionista afferma di essere in buona fede