in

Guerra in Ucraina in diretta: quasi 5 milioni di bambini ucraini sono fuggiti dal loro paese, secondo l’UNICEF

Il necessario

  • Il leader dei separatisti filo-russi a Donetsk ha affermato che le sue forze hanno completamente catturato l’area portuale di Mariupol nel sud-est dell’Ucraina, che era sotto assedio da più di un mese.
  • I ministri degli esteri dell’UE hanno iniziato a discutere un sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia, ma è sempre più difficile trovare un consenso.
  • Il cancelliere austriaco Karl Nehammer, il primo leader europeo ad essere ricevuto da Vladimir Putin dall’inizio dell’intervento in Ucraina, si è detto “pessimista” sulla “logica di guerra” del presidente russo.
  • La Francia ha deciso di espellere sei spie russe che operano sotto la copertura della loro ambasciata a Parigi “le cui attività si sono rivelate contrarie ai (suoi) interessi nazionali”.

09:40

La Croce Rossa continua a raccogliere sul posto

09:04

Più di 100 bambini uccisi in Ucraina

Il procuratore generale ucraino afferma che le truppe russe sono state ferite 342 bambini e ucciso 183 minori in Ucraina da quando sono iniziate le operazioni militari russe nel paese, secondo il quotidiano The Kyiv Independent.

08:41

Nokia si ritira dal mercato russo

Per settimane sotto pressione, il produttore di apparecchiature per le telecomunicazioni Nokia si sta finalmente ritirando dal mercato russo, ha detto a Reuters il CEO Pekka Lundmark. “Semplicemente non vediamo un’opportunità per continuare nelle condizioni attuali nel paese”, ha affermato, aggiungendo che Nokia continuerà a supportare i clienti durante il processo di uscita del vettore.

08:17

Nove corridoi umanitari aperti in Ucraina

Il vice primo ministro ucraino Iryna Vereshchuk ha dichiarato martedì che nove corridoi umanitari sono stati concordati per evacuare i civili, secondo Reuters. Uno di questi è la città assediata di Mariupol. Secondo una dichiarazione del governo, cinque dei nove corridoi sono stati aperti nella regione ucraina di Lugansk, nella parte orientale del Paese, che è sottoposta a pesanti bombardamenti.

08:00

A Boutcha “i russi hanno aperto il fuoco sui residenti affamati”

Quando i carri armati russi invadono la città di Boutcha alla fine di febbraio, Maria, una studentessa universitaria ucraina, filma di nascosto. Con sua nonna Olena, 94 anni, e suo figlio adolescente, si nascondono per sopravvivere. Maria e Olena testimoniano oggi con il parigino delle atrocità russe commesse durante l’occupazione della città liberata il 2 aprile.

07:44

Commercio mondiale minacciato dalla guerra

La guerra in Ucraina potrebbe dimezzare la crescita del commercio mondiale, secondo un’analisi del segretariato dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC). Secondo questa analisi, la crisi dovrebbe ridurre la crescita del PIL globale dal 3,1 al 3,7% quest’anno, mentre la crescita del commercio mondiale dovrebbe essere compresa tra il 2,4% e il 3%. In ottobre, l’OMC prevedeva un aumento del 4,7%.

07:26

Secondo l’UNICEF. 4,8 milioni di bambini ucraini sono fuggiti dal loro paese

Quasi 5 milioni di bambini sono fuggiti dalle loro case nelle sei settimane successive all’invasione russa, afferma l’UNICEF. Lo sfollamento di 4,8 milioni di bambini ucraini sui 7,5 milioni nel Paese in così poco tempo è “piuttosto incredibile”, ha affermato Manuel Fontaine, direttore dei programmi di emergenza dell’UNICEF. “Sono stati costretti a lasciare tutto alle spalle: le loro case, le loro scuole e spesso i loro parenti”, ha detto al Consiglio di sicurezza dell’ONU. L’agenzia dice anche di aver contato 142 bambini morti dall’inizio della guerra, anche se il numero è sicuramente molto più alto.

07:05

L’Europa raddoppia gli sforzi per emanciparsi dal gas russo

Dai progetti di terminali GNL nella Germania settentrionale, Finlandia o Francia a possibili nuove rotte attraverso la Spagna o il Mediterraneo orientale, l’Europa sta lavorando duramente per emanciparsi dal gas russo, anche se il compito richiederà anni, affermano gli esperti. Di fronte alla chiusura del gasdotto Nord Stream 2 dalla Russia, la Germania ha rilanciato con urgenza tre progetti di installazione di terminali GNL, che fino ad ora sono stati considerati non prioritari. Uno potrebbe essere pronto prima dell’inverno del 2023, gli altri due non prima del 2026.

06:50

Ripetuti incontri in seno al Consiglio di sicurezza dell’ONU

Dopo la sessione di lunedì del Consiglio di sicurezza dell’Onu su donne e bambini in Ucraina, l’organismo bloccato dal veto russo terrà un incontro il prossimo 19 aprile sull’aspetto umanitario. Il nuovo incontro “si concentrerà su rifugiati, cittadini di paesi terzi e traffico di esseri umani”, ha affermato un diplomatico in condizione di anonimato. In mattinata, l’ambasciatore albanese Ferit Hoxha ha sottolineato che lui ei suoi partner all’Onu non smetteranno di denunciare l’invasione dell’Ucraina, anche se Mosca, “con il suo veto, tenesse in ostaggio questo Consiglio, impedendo la sicurezza dell’Ucraina”.

06:27

India e Stati Uniti lottano per riconciliare le loro posizioni

Joe Biden e Narendra Modi hanno avuto uno scambio virtuale “candido” lunedì, ma non sembrava aver spostato le posizioni più vicino alla guerra in Ucraina. “È importante che tutti i paesi, specialmente quelli che influenzano” il presidente russo, “lo spingano a porre fine alla guerra”, ha affermato il capo della diplomazia statunitense Antony Blinken. “Ed è anche importante che le democrazie (…) parlino con una sola voce per difendere i valori che condividiamo”, ha aggiunto.

06:22

Un attacco chimico a Mariupol?

Il Regno Unito sta cercando di verificare le informazioni sul possibile uso di armi chimiche da parte delle truppe russe a Mariupol, ha annunciato il ministro degli Esteri britannico. “I rapporti indicano che le forze russe potrebbero aver usato agenti chimici in un attacco alla popolazione di Mariupol. Stiamo lavorando urgentemente con i nostri partner per verificare le informazioni”, ha affermato Liz Truss. Qualsiasi uso di tali armi “rappresenterebbe una brutale escalation in questo conflitto e chiederemo responsabilità”, ha aggiunto.

05:48

I gendarmi francesi indagano sul “crimini di guerra”

La squadra francese, composta anche da due medici legali, è arrivata lunedì a Leopoli. Sosterrà le autorità ucraine “nelle indagini sui crimini di guerra commessi intorno a Kiev”, ha annunciato l’ambasciatore francese in Ucraina.

05:31

Delusione diplomatica

Il cancelliere austriaco Karl Nehammer. REUTERS/Maxim Shemetov

05:20

05:10

L’Ucraina si prepara all’attacco russo a est

“Secondo le nostre informazioni, il nemico ha quasi completato i preparativi per un attacco a est. L’attacco avrà luogo molto presto”, ha detto il portavoce del ministero della Difesa ucraino Oleksandre Motouzianik. A Washington, un alto funzionario del Pentagono ha confermato che le forze russe si stanno rafforzando intorno al Donbass, specialmente vicino alla città strategica di Izium. “Abbiamo assistito a tentativi da parte dei russi di rifornire e fortificare il Donbass”, ha detto il funzionario.

La pressione militare russa sul Donbass crescerà. AFP

05:00

Ciao

Benvenuti a questa diretta dove potrete seguire tutto il giorno le notizie sul fronte ucraino, dopo 48 giorni di combattimenti.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Marine Le Pen non vuole che Anne-Sophie Lapix animi il dibattito tra i due round

Bitcoin 11 aprile 2022 – In piena caduta libera