in

I parlamentari britannici decidono di aprire un’indagine contro Boris Johnson

Il primo ministro britannico è stato multato la scorsa settimana per aver violato le restrizioni anti-covid partecipando a un drink a sorpresa per il suo 56° compleanno nel giugno 2020.

Boris Johnson è stato coinvolto nello scandalo del partito clandestino a Downing Street durante gli arresti ed è ora oggetto di un’indagine parlamentare, avviata giovedì 21 aprile dai deputati per determinare se il Primo Ministro britannico li abbia truffati in materia.

Questa è un’altra battuta d’arresto per il leader conservatore 57enne: lungi dal voltare pagina sulla crisi, si ritrova con una terza indagine, dopo altre, in pendenti procedimenti amministrativi e di polizia. E questo nonostante la sua larga maggioranza alla Camera dei Comuni, la sua iniziale volontà di opporsi alla procedura e poi una manovra per respingerla, abbandonata all’ultimo momento. La decisione dei deputati, presa all’unanimità senza nemmeno un voto, apre così un nuovo fronte su questo tema, che alla lunga rischia di costringere Boris Johnson alle dimissioni, segno del perdurante disagio all’interno delle sue truppe alla luce del scandalo.

Errori di leadership

In molte occasioni davanti al Parlamento, ha assicurato che tutte le regole erano state rispettate, affermazione contraddetta dalla multa inflitta a Boris Johnson una settimana fa. Il codice ministeriale prevede che un ministro che ha deliberatamente ingannato il parlamento deve dimettersi. L’inchiesta parlamentare non inizierà fino a quando le indagini della polizia non saranno state completate e l’alto funzionario Sue Gray, responsabile di un’indagine interna, non avrà consegnato il suo rapporto finale.

Un rapporto preliminare, denunciando”errori di leadership e di giudizioha già mostrato un assaggio del suo apprezzamento per ciò che è successo dietro le mura di Downing Street, in contrasto con i sacrifici che gli inglesi hanno fatto per combattere la pandemia. La mozione alla base del procedimento parlamentaresi sforza di sostenere il semplice principio di onestà, integrità e dire la veritànella vita politica britannica, ha affermato all’origine del testo il leader dell’opposizione laburista, Keir Starmer. †Sappiamo che lo stesso Primo Ministro ha infranto la leggeHa aggiunto, sottolineando che il capo del governo non è immune da nuove multe per la sua partecipazione ad altri eventi celebrativi.

Il caso, che è stato messo in secondo piano per un po’ a causa della guerra in Ucraina, è stato ripreso la scorsa settimana quando è stato multato per aver violato le restrizioni anti-covid prendendo un drink a sorpresa per il suo 56° compleanno a giugno 2020, diventando il primo capo di governo del Regno Unito in carica ad essere sanzionato per aver infranto la legge.

Elezioni in vista

Sull’aereo che lo ha portato in India ha ribadito di voler rimanere in carica fino alle prossime elezioni parlamentari previste per il 2024. Sul canale Sky News ha assicurato che non l’avrebbe fatto”onestamente assolutamente niente da nascondere“in questo caso si rammarica”,senza fineBoris Johnson aveva ripetuto le sue scuse martedì’senza riservea parlamentari e britannici, che dicono di nonon mi è venuto in mente“che questo incontro, secondo lui al massimo dieci minuti”,potrebbe essere una violazione delle regoleallora in vigore.

Tuttavia, molti parlamentari che una volta avevano chiesto la partenza di Boris Johnson ora trovano inopportuno sfrattarlo da Downing Street nel contesto della guerra in Ucraina… e in assenza di un evidente successore, la star delle finanze del Primo Ministro Rishi Sunak ha stato contaminato dalla crisi del potere d’acquisto delle ultime settimane. Il dibattito di giovedì, tuttavia, ha dato la possibilità ad alcuni ribelli di parlare, come l’influente parlamentare Steve Baker, che si è unito ai parlamentari conservatori chiedendo a Boris Johnson di dimettersi. †Il Primo Ministro sarebbe dovuto partire molto tempo faha detto l’ardente sostenitore della Brexit.

Questa nuova battuta d’arresto per Boris Johnson arriva appena due settimane prima di una pericolosa elezione locale per i conservatori il 5 maggio. In ogni caso, la polizia londinese, che ha già inflitto una cinquantina di multe e sta proseguendo le indagini, ha comunicato giovedì che si asterrà dal comunicare i possibili sviluppi della vicenda da qui al voto.

VEDI ANCHE –Ho pagato subito la multa“: Boris Johnson si scusa con il Parlamento per il “cancello della festa

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Morte di Jacques Perrin, attore e cavaliere bianco di produzione indipendente

La Renault vuole dimezzarsi per prendere aria