in

Il prezzo di questo alimento ampiamente consumato in Francia aumenterà notevolmente!

I pomodori molto apprezzati dai francesi potrebbero aumentare di prezzo in modo esponenziale nei prossimi giorni a causa della guerra in Ucraina.

Questo alimento, che ha notevoli benefici come la riduzione dell’ipertensione grazie al suo alto contenuto di potassio, è ampiamente cucinato in Francia. Alcuni pensano che sia un vegetale, ma in realtà è un frutto.

prezzo del pomodoro

Pomodori: un alimento importante nella nostra dieta

In salsa, cotto o crudo, il pomodoro riempie i nostri frigoriferi in tutta la Francia. I coltivatori se ne rammaricano: un pomodoro su due non è francese. Sul nostro territorio ben l’80% della produzione di pomodoro viene coltivata fuori terra e necessita quindi di riscaldamento a pavimento.

Le escursioni termiche degli ultimi mesi, infatti, hanno ridotto la produzione francese.

A seconda dell’aumento dei pomodori nei bidoni dei supermercati, i consumatori possono rivolgersi ai produttori spagnoli o di altri paesi europei.

In Francia, l’80% dei pomodori viene coltivato fuori terra. In altre parole, è il riscaldamento artificiale a svolgere il ruolo del sole nelle enormi serre. Più fa freddo, più è necessario aumentare il riscaldamento.

Una causa molto specifica di questo improvviso aumento

La guerra in Ucraina ci ha portato a ridurre le nostre importazioni nazionali, che sono diverse e variegate.

Il prezzo della benzina, ma anche quello del gas, tende a esplodere in Francia e nei mercati economici europei; ma perché il prezzo dei pomodori potrebbe salire in modo esponenziale nei prossimi giorni?

A causa della guerra in Ucraina, alcuni produttori si aspettano una spinta dai grandi gruppi di distribuzione e dalla grande distribuzione, soprattutto nei margini.

Il prezzo del gas potrebbe infatti avvicinarsi molto presto ai 220 euro al megawatt, contro i 30 euro precedenti. Un vero shock per i produttori francesi, che sicuramente faranno fatica a resistere a questo aumento.

Attenzione, il prezzo dei pomodori francesi può aumentare notevolmente

La guerra in Ucraina ha conseguenze inaspettate per la produzione di alcuni ortofrutticoli francesi. Questo è soprattutto il caso dei pomodori, riferiscono i nostri colleghi di Figaro.

Sebbene il 95% dei pomodori prodotti in Francia sia coltivato fuori terra, il riscaldamento di queste serre è un problema. Oltre all’impatto ecologico che si nota costantemente perché permette di coltivare pomodori tutto l’anno, i produttori devono fare i conti con l’aumento del prezzo dell’energia. Perché per riscaldare queste serre è necessario utilizzare il gas.

In un anno, però, secondo i nostri colleghi, il prezzo del gas si è moltiplicato per dieci e il prezzo dei megawattora vola via.

Intervistato da TF1, un agricoltore bretone conferma il ritardo: abbiamo piantato con tre mesi di ritardo rispetto al solito e interromperemo la raccolta a metà e fine settembre invece che come al solito a fine ottobre, ha affermato.

La sua serra, che ora è a 12 gradi invece di 20, dovrebbe già dare i suoi frutti.

Carenza e aumento?

Perché un tale ritardo? Di nuovo i prezzi della benzina. Il coltivatore bretone ha dovuto aspettare l’arrivo della primavera per iniziare a riscaldare le sue serre. Altri, che potrebbero non essere stati in grado di dichiarare le loro piantagioni, hanno già dovuto buttare via la merce. E ora gli scaffali dei supermercati a volte sono vuoti con i pomodori francesi, dice Le Figaro.

Ci sono i pomodori, ma vengono dal Marocco o dalla Spagna. Per il produttore intervistato da TF1, che sperava di mantenere la calma fino al suo ritiro, la situazione è cambiata: da quattro a cinque mesi, dubito fortemente di me stesso, ammette.

Per i 1.200 ettari di serre francesi, il problema non viene solo dall’Ucraina. La guerra in Europa orientale ha solo accentuato il crescente aumento dei prezzi. Laddove il prezzo per megawattora è stato per lungo tempo compreso tra 15 e 30 euro, a febbraio è salito a 220 euro. Oggi si è stabilizzato intorno ai 90 euro, ma è ancora troppo caro.

pomodori

Il presidente della cooperativa bretone Solarenn avverte: con l’attuale prezzo del riscaldamento, ciò significa che domani non coltiveremo più pomodori in Francia. Quale soluzione allora? Secondo alcuni giardinieri, i prezzi dovrebbero essere moltiplicati per due o tre. Con il rischio che i francesi non comprino più in loco.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Arrestati quattro uomini di estrema destra e anti-vax che pianificavano attacchi e rapimenti

Mercato: Lewandowski, il Bayern vuole fischiare a fine riposo! – Calcio