in

Il primo ministro israeliano bandisce il legislatore di estrema destra da parte di Gerusalemme

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett mercoledì (20 aprile) ha ordinato alla polizia di vietare a un controverso legislatore di estrema destra di avvicinarsi a un’area musulmana della città vecchia di Gerusalemme per prevenire ulteriori violenze.

VEDI ANCHE Israele attacca la Striscia di Gaza come rappresaglia per l’attacco missilistico

Gli scontri tra manifestanti palestinesi e polizia israeliana di venerdì e domenica hanno provocato più di 170 feriti sulla spianata delle moschee, il terzo luogo più sacro dell’Islam e il luogo più sacro dell’ebraismo, poiché le celebrazioni del mese musulmano del Ramadan coincidono. , la Pasqua ebraica.

“Sulla base delle raccomandazioni del Segretario per la sicurezza interna e dei funzionari della sicurezza, il Primo Ministro ha deciso di impedire l’arrivo del deputato Itamar Ben Gvir alla Porta di Damasco”

Comunicato stampa di Stato.

Le organizzazioni ultranazionaliste israeliane hanno programmato una marcia mercoledì nella Città Vecchia di Gerusalemme, dove si trova la spianata, nonostante il divieto della polizia. Il deputato di estrema destra Itamar Ben Gvir, membro dell’opposizione e noto per le sue dichiarazioni incendiarie contro i palestinesi, ha annunciato l’intenzione di prendere parte a questa marcia per passare attraverso la Porta di Damasco, l’ingresso principale del quartiere musulmano della città vecchia. †

Protezione di “vite umane” in “pericolo”

Sulla base delle raccomandazioni del ministro della Sicurezza interna e dei funzionari della sicurezza, il Primo Ministro ha deciso di impedire l’arrivo del deputato Itamar Ben Gvir alla Porta di DamascoI servizi di Naftali Bennett hanno affermato in un comunicato stampa.Non intendo permettere che la politica meschina metta in pericolo vite umane.disse il Primo Ministro. †Non permetterò che la provocazione politica di Ben Gvir metta in pericolo i soldati e la polizia israeliani e appesantisca ulteriormente la loro missione.

Il diritto richiede un compromesso

La coalizione di governo di Naftali Bennett è stata indebolita dalle recenti violenze a Gerusalemme, in particolare sulla spianata della moschea, e dagli attacchi in Israele. Il partito Arab Ram, il primo nella storia a sostenere un governo israeliano, domenica ha sospeso il suo sostegno alla coalizione in mezzo alle violenze.

A loro volta, i parlamentari di destra all’interno della coalizione sono sotto pressione per lasciar andare un governo che alcuni dell’opposizione ritengono troppo favorevole alla minoranza araba. †Bennett, la sicurezza della coalizione non è la sicurezza dello statoItamar Ben Gvir ha reagito su Twitter mercoledì pomeriggio, minacciando di recarsi alla Porta di Damasco se la polizia fosse “non ha permesso alcun compromessosulla rotta della controversa marcia.

L’anno scorso, il movimento islamista Hamas ha lanciato raffiche di razzi nel territorio israeliano mentre una marcia che riuniva organizzazioni ultranazionaliste doveva iniziare nella Città Vecchia di Gerusalemme.


PODCAST – In politica, come nella vita, dire sta facendo? Il momento Philo, di Aziliz Le Corre

Ascolta e iscriviti alla tua piattaforma audio preferita

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Domani è nostro: cosa vi aspetta nella puntata 1169 di giovedì 21 aprile 2022 [SPOILERS] – Serie di notizie in TV

Il Monaco scopre gli spareggi di Eurolega con una pesante sconfitta in casa dell’Olympiakos