in

Kiev si prepara alla caduta di Mariupol e all’attacco russo a est

Nel 47° giorno di guerra in Ucraina, l’est del Paese si aspetta una grande offensiva da parte dell’esercito russo. L’esercito ucraino dice che si sta preparando per una battaglia finale a Mariupol, un porto già devastato nel sud-est dell’Ucraina. I gendarmi francesi sono a Leopoli per indagare sui crimini di guerra.

Il necessario

  • L’esercito ucraino afferma di aspettarsi un’offensiva russa a est “molto presto”, si prepara per “l’ultima battaglia” a Mariupol
  • Il cancelliere austriaco, in visita a Mosca, si è detto “pessimista”.
  • I ministri degli Esteri dell’Ue si incontrano per il nuovo pacchetto di sanzioni
  • I gendarmi francesi sono arrivati ​​a Leopoli per indagare sui crimini di guerra
  • La Société Générale annuncia il ritiro dalla Russia
  • Ascolta: il podcast quotidiano di Radio France sulla situazione in Ucraina

La situazione sul fronte militare

L’esercito ucraino si prepara per la “battaglia finale” al porto di Mariupol

L’esercito ucraino dice che si sta preparando “un ultimo combattimentonel porto distrutto e assediato di Mariupol, nel sud-est del paese. “Stiamo finendo le munizioni. Significherà la morte per alcuni di noi e la prigionia per altri”. ha scritto su Facebook la 36a Brigata della Marina Nazionale, che fa parte delle Forze armate dell’Ucraina. Il leader dei separatisti filo-russi a Donetsk ha detto nel pomeriggio che le sue truppe avevano completamente catturato l’area portuale della città.

Diverse decine di migliaia di morti a Mariupol?

Decine di migliaia di persone sono probabilmente morte nell’attacco russo contro Mariupol nel sud-est dell’Ucraina, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Mariupol è stata distrutta, decine di migliaia sono state uccise, ma nonostante questo i russi non fermano la loro offensiva”si è lamentato davanti ai parlamentari sudcoreani.

L’offensiva russa nell’Ucraina orientale “si svolgerà molto presto”

L’Ucraina orientale si aspetta quindi una massiccia offensiva da parte dell’esercito russo. “Secondo le nostre informazioni, il nemico è quasi pronto con i preparativi per un attacco a est. L’attacco avrà luogo molto presto.”, ha avvertito in conferenza stampa il portavoce del ministero della Difesa ucraino, Oleksandre Motouzianik. Parte della regione è controllata da separatisti filo-russi dal 2014 e le autorità russe hanno fatto del pieno controllo della regione il loro nuovo obiettivo.

Una vittoria russa nel Donbass prima del 9 maggio?

Gli analisti ritengono che il presidente Vladimir Putin voglia ottenere una vittoria nel Donbass per la parata militare del 9 maggio che segna la vittoria sovietica sui nazisti nel 1945 nella Piazza Rossa.

Ucraina: posizioni e movimenti delle truppe russe (aggiornato l'11 aprile 2022 alle 20:00).
Ucraina: posizioni e movimenti delle truppe russe (aggiornato l’11 aprile 2022 alle 20:00). © Visactu

La situazione diplomatica e le reazioni internazionali

Il cancelliere austriaco incontra Putin e si dice “pessimista”

Il cancelliere austriaco Karl Nehammer, che lunedì si è recato a Mosca per colloqui con Vladimir Putin, ha dichiarato: “pessimista”: “Non dobbiamo farci illusioni. Il presidente Putin è entrato in massa in una logica di guerra e si sta comportando di conseguenza” sperando di registrare “un successo militare” presto, ha aggiunto. egli è Il primo leader d’Europa visitare la capitale russa dall’inizio della guerra.

Gendarmi francesi a Leopoli per indagare sui crimini di guerra

I gendarmi francesi arrivano a Leopolinell’ovest del paese, per aiutare i loro omologhi ucraini “nelle indagini sui crimini di guerra commessi intorno a Kiev“, ha annunciato lunedì l’ambasciatore francese in Ucraina. Questo è il “primo” unità straniera “fornire tale assistenza”disse l’ambasciatore.

Il denaro è stato messo a disposizione per questa ricerca. Germania, Paesi Bassi e Svezia hanno accettato di pagare circa 2,5 milioni di euro per aiutare la Corte penale internazionale (CPI) a indagare sui presunti crimini di guerra in Ucraina. “Ora è fondamentale preservare tutte le prove, per poter giudicare questi crimini”ha detto il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock.

Proteste filo-russe in Germania

Carichi di controverse manifestazioni filo-russe si è svolto questo fine settimana in Germania, su iniziativa della numerosa comunità di lingua russa del Paese. I membri si considerano vittime di discriminazione dall’inizio della guerra. Circa 800 persone si sono radunate a Francoforte domenica, sotto una marea di bandiere tricolori russe. Ad Hannover, nel nord del Paese, c’erano 600 persone. Sabato, secondo la polizia, ci sono state manifestazioni anche a Lubecca, nel nord, con 150 partecipanti, ea Stoccarda (sudovest).

Incontro dei nuovi ministri degli Esteri dell’Unione Europea

I ministri dell’UE si sono incontrati lunedì a Lussemburgo per discutere un sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia. Erano d’accordoaumentare le forniture di armi all’Ucraina

I primi cinque pacchetti di sanzioni europee, compreso l’embargo sul carbone russo, sono stati tutti approvati all’unanimità dai Ventisette, ma è sempre più difficile trovare consensi, soprattutto sulla questione del gas russo, a cui la maggior parte dei ministri vuole rinunciare, ma a cui Germania, Austria, Italia e Ungheria sono ancora molto dipendenti.

La Francia espelle sei spie russe “sotto copertura diplomatica”

Sei agenti dei servizi segreti russi che erano presenti in Francia sotto copertura diplomatica erano… “persona non grata dichiarata”, ha annunciato il Quai d’Orsay in un comunicato. Le attività di questi sei agenti “hanno dimostrato di essere contrari ai nostri interessi nazionali”

La crescita del commercio mondiale potrebbe essere dimezzata

La guerra in Ucraina potrebbe dimezzare la crescita del commercio mondiale, secondo un’analisi del segretariato dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC). Secondo questa analisi, la crescita del commercio mondiale dovrebbe essere compresa tra il 2,4% e il 3%. In ottobre, l’OMC prevedeva un aumento del 4,7%.

La Société Générale si ritira dalla Russia

Société Générale ha annunciato che terminerà le sue operazioni in Russia, attraverso la vendita della sua intera partecipazione in Rosbank, di cui era azionista di maggioranza. La banca francese è stata fortemente coinvolta nel Paese ed è stata esposta a 18,6 miliardi di euro, di cui 15,4 miliardi per Rosbank, un peso massimo nel settore bancario russo.

La situazione umanitaria e la solidarietà con gli ucraini

Oltre 4,5 milioni di rifugiati

Più di 4,5 milioni di rifugiati ucraini sono fuggiti dal loro paese dall’inizio della guerra, secondo i dati dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR). Il 90% di coloro che sono fuggiti dall’Ucraina sono donne e bambini e le autorità ucraine non consentono la partenza di uomini in età militare. L’ONU stima anche il numero di sfollati interni a 7,1 milioni.


What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

500 feriti di guerra all’Aia

Un taxi autonomo senza conducente cerca di fuggire da un posto di blocco della polizia a San Francisco