in

“Morbius” di Daniel Espinosa, attualmente sui nostri schermi: Una Marvel assetata di sangue

Una Marvel come nessun’altra ha preso d’assalto i cinema tunisini con un’uscita mondiale avvenuta alla vigilia del Ramadan. “Morbius” di Daniel Espinosa è la prima Marvel dedicata a questo antieroe vampiro, interpretato da un Jared Leto, più assetato di sangue che mai.

Il blockbuster, distribuito da Pathé BC Afrique, è uno dei più attesi dell’anno. Con una durata di solo 1h45, è il primo film dedicato a questo supereroe complesso e inclassificabile: oscillante tra il bene e il male, non sapendo dove collocarsi, combattuto tra il suo amore per la vita, la scienza, il progresso della medicina o la cura la sua rara e incurabile malattia del sangue, il medico e ricercatore “Michael Morbius”, dal suo vero nome, tenta esperimenti in laboratorio e… che si riveleranno disastrosi. Questo uomo di scienza fonderà i geni del DNA umano con il sangue di pipistrello, che lo trasformerà in una creatura assetata di sangue, metà umana e metà bestia assetata di sangue. Il film è essenzialmente basato sulla storia di un’amicizia tra due bambini, entrambi affetti da questa rara forma di leucemia e cresciuti da un mentore. Due bambini abbandonati a se stessi, inseparabili, e che cresceranno insieme, combattendo per anni contro questo spettro di morte… Insieme finché una follia furiosa e un eccesso di ingegneria genetica non li separano. “Morbius” è senza dubbio uno degli antieroi più oscuri, feroci e violenti che Marvel e Sony Pictures siano stati in grado di creare nei fumetti. È difficile affezionarsi a questa creatura: comprendiamo le sue scelte di vita, le sue reazioni, il suo difficile adattamento agli stati d’animo umani e animali. Un eroe dal lato enigmatico, spesso sfuggente. La sua carriera riflette soprattutto il suo braccio di ferro tra pulsioni disumane e nobili sentimenti: quella di amante disperato, di amico fedele di colui che diventerà il suo nemico più formidabile, di medico devoto ai suoi pazienti. Matt Smith interpreta l’amico/nemico in questione. Il film ricorda i due lungometraggi dedicati a “Venom”, un altro eroe Marvel, oggetto di esperimenti scientifici che andranno storti: “Morbius” accende discussioni tra i fan di DC Comics, Marvel, Disney e Sony Pictures. Crossover, strizzatine d’occhio e altri indizi che puntano ad altri supereroi come Spider-man o Dr Strano, in abbondanza, alimentando così questa immensa industria cinematografica dai prezzi elevati in questi giorni. Un cinema divertente e suggestivo che da anni cattura l’immaginazione di bambini, giovani, ma anche giovani adulti. L’inizio del World Box di “Morbius” è avvenuto. La possibilità di andare al cinema in Tunisia con i propri figli, la sera o durante una giornata di Ramadan.

What do you think?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

GIPHY App Key not set. Please check settings

L’Unione Europea sospende l’addestramento militare dopo la strage di Moura

Draghi mantiene una linea dura contro Mosca nonostante la riluttanza della sua maggioranza